Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Aiutatemi…-Lina

Ciao Creamy.. Ciao colleghe.. Da oggi smetto di gridare aiuto al soffitto, allo specchietto retrovisore dell\’auto, al cuscino.. Oggi, lo chiedo a voi. Sono una studentessa, ho 28 anni, l’ultimo anno di scuola ho perso il mio papà che di anni ne aveva soli 43 e che era tutta la mia vita, il mio cuore, la mia anima.. A 22 ho conosciuto lui, che chiamare deficiente è un insulto per chi deficiente lo è davvero… Lui era la persona più brillante determinata e interessante che avessi mai conosciuto.. Ho perso la testa all\’istante! Il classico donnaiolo preso solo da se stesso con schiere di donne a sua disposizione che usava solo per una cosa e, una volta ottenuta, passava alla successiva. Con progetti ben definiti di realizzazione professionale e divertimenti che non prevedevano una donna fissa e una famiglia fino ai quarant\’anni! Per me ha stravolto tutto però, perché ne valevo la pena.. Quando l\’ho conosciuto uscivo da un\’altra storia (lui sì che mi ha amata davvero), e non appena è iniziata la nostra frequentazione ho voluto incontrare il mio ex che mi amava e cercava ancora, per dirgli proprio che non era giusto che pensasse ancora ad un \”noi\” perché io stavo conoscendo un altro.. Ero poco più che una bambina è stato difficilissimo ma, andava fatto. Vi risparmio a questo punto tutte le sue belle parole su quanto fosse giusto, su quanto disprezzasse chi non si prendeva le sue responsabilità, su chi tradiva.. Ripetute per anni! Comunque, ci fidanziamo, ed io, figlia unica con un grande dolore nel cuore, faccio di lui il mio tutto, l’unico uomo della mia vita, lo prendo per mano e mostro all\’anaffettivo il calore dell’amore. Gli dò ogni cosa avessi, everything, del mio corpo della mia anima. Studiavo a Roma, lontana da casa e dopo il primo anno ho lasciato tutto, perso esami, e ricominciato daccapo dove studiava lui. Ognuno aveva la sua casa, ma di fatto stavamo sempre insieme, anche quando tornavamo nella nostra città, con le nostre famiglie, mangiavamo e dormivamo insieme ogni notte. Io non mi sono mai interessata di religione, sono una ragazza molto onesta e sincera, verità e lealtà sono i miei pilastri indissolubili, ma lui, era un ragazzo di chiesa, e da subito mi ha insegnato i grandi valori di una famiglia numerosa, del matrimonio, della “fedeltà”. Il primo anno già mi regalò l\’anello e da allora, fino all\’altro ieri, non è mai stato in discussione il fatto che fossi la donna della sua vita che ci saremmo sposati e avremmo avuto 150 figli.. No, tutto era certo, scontato si discuteva semmai del come.
A Pasqua di quest\’anno finalmente mi ha chiesto di andare a convivere dove studiamo(ma solo perchè gli conveniva!) così quest’estate, ho lasciato la casa che condividevo con amiche sincere e ne ho presa una nuova, per noi due.. Il giorno che sono andata a vederla lui non c’era quindi l’ha vista il giorno dopo quando insieme alla mia famiglia abbiamo portato tutta la mia roba.. Subito dopo averla vista, IL GIORNO PRIMA DI ANDARE A CONVIVERE, se ne scappa via, mi blocca dappertutto e si nega a me per tre mesi in cui non ho avuto di lui alcuna notizia. C\’è stato in mezzo anche il mio compleanno, nulla, mai un sms, mai una telefonata.
Ragazze, ero andata a prendermi la casa, la cui proprietaria lo conosceva bene e lo aveva incontrato subito prima di pasqua insieme alla sua ragazza.. Che non ero io!!!
A me questo però lei non l\’ha detto prima di una ventina di giorni fa. Io non sapevo, non capivo nulla.. Mi sono ritrovata a vivere da sola con tutta la mia tristezza. A metà novembre finalmente trovo il modo di obbligarlo a guardarmi negli occhi e concedermi quel confronto sacrosanto che mi doveva.. Lui non fa che continuare a mentirmi dicendo che mi amava ancora che non avrebbe smesso mai, ma era finita per colpa mia, perché IO non mi ero impegnata, IO non avevo saputo stargli vicino e tutta una serie di altre stronzate incredibili ma che con tutta la mia stupidità mi sono bevuta. A quel punto, come se non bastasse, mi umilio in ogni modo, supplicandolo con ogni mezzo di darmi \”un altra possibilità\” per renderlo felice. Ritorno nella mia casetta e, dopo un paio di gg, il 16 novembre, la MASCHERA cade. Finalmente, dopo 6 anni lo vedo per quello che realmente è. Un misero bugiardo. Avevo la sua password di fb, lui ovviamente non ne aveva idea, così inizia tranquillamente una conversazione con la ragazza (del 1995!) che proprio in quei giorni senza conoscere, aveva seguito con il suo nuovo macchinone che aveva appena acquistato (dopo che per oltre due anni senza patente si era fatto portare da me a mò di autista giorno e notte ovunque avesse voglia o da fare, e adesso che finalmente aveva riacquistato la patente, invece di venire sotto casa, e proporsi di portarmi come minimo sulla luna, usava per inseguire le ragazzine!). Dopo due minuti già le chiedeva se fosse in giro per vedersi, numero di telefono, un appuntamento, complimenti vari… Con una scioltezza tale da essere impossibile che fosse la prima volta. Il giorno dopo, forse perchè le ho raccontato questo, la proprietaria mi racconta il resto… Io avevo visto abbastanza, gli mando un\’email con le foto della chat senza aggiungere altro.. Lui entra su fb, cambia password e mi risponde così: <Si ma non capisco quale è il problema, vedo se troverò qualcuna che mi apprezza di più, saluti>. Da allora il nulla.
Io da quel giorno non dormo, non mangio, non respiro.. E la sola compagnia che ho è la mia follia. Non si tratta più di amore, è evidente che la persona che ho amato, che fino al giorno prima che scappasse via mi ripeteva “laureati che ti metto incinta” e \”sei la donna della mia vita\”, tutti quei sani principi e valori di cui mi ero innamorata.. Non esistono! Ma capitemi vi prego, io non pensavo ad altro che a laurearmi e a farmi una famiglia con lui, la mia vita era decisa e la sola idea mi elettrizzava, immaginare in questo momento le mani di un altro uomo su di me, mi sembra una violenza! Sono ancora preda delle mie debolezze, nel pieno della notte esco, vado sotto casa sua e vedo che non si è ancora ritirato, l’altra sera sono uscita per la prima volta con vecchi amici e me la vedo passare accanto con delle amiche, io non la conosco ma, la riconosco immediatamente.. Conseguenza delle ore passate sul suo profilo cercando di capire quello che non potrei mai.. Poi verso le tre le rivedo raggiungere il parcheggio senza di lei. Lui sarà passato a prenderla in macchina nel buio, per non farsi vedere.. Si esce da soli, poi ci si vede a notte inoltrata per scopare.. Me lo ricordo bene come funziona! La sensazione più strana del mondo mi assale.. Noi due nello stesso posto, e l\’impossibile consapevolezza che.. Non è con me che si sarebbe ritirato.. Non sono io che stasera avrebbe baciato, toccato, amato..
“Com’è stato… Com’è scoparsela? Gli è piaciuto? …com’è stare dentro un’altra…”
Non resisto, e gli scrivo tutto.. Lui, non risponde.
Credetemi a questo punto, mi viene più facile accettare il fatto che mi abbia tradito, le bugie… Ma quello che mi uccide, che mi toglie la pace è che, dopo sei anni in cui gli ho dato tutta me stessa, neanche ora che sappiamo entrambi come stanno realmente le cose, neanche ora che non ha più nulla da nascondere, si senta in dovere quanto meno di darmi delle giustificazioni, di chiedere scusa! No, addirittura il vigliacco non risponde.. Come può non pensare a quello che sto passando, come può fregarsene così… Intendiamoci, so che non merita nulla da parte mia, neppure il privilegio di guardare i miei occhi così puri e pieni di dignità ma possibile cazzo che in 6 anni non mi sia guadagnata una briciola di rispetto o affetto..?
In tutto questo, nel suo continuare a scopare a destra e a manca, continua pure a mantenere impegnato su fb, così passo agli occhi di tutti come la cornuta del momento.. Io ve lo giuro, non ho lavorato per questo, per stare sulla bocca di tutti!
Se lo avessi d\’avanti in questo momento probabilmente lo ucciderei.. perché tutto questo male? Perché tutta questa insofferenza? Sbaglio ad aspettarmi che almeno si assuma le sue responsabilità? Non può passarla liscia così.. È troppo cattivo.. Non trovo pace giuro..
Perdonatemi, non sono mai stata una donna di poche parole.

  1. Creamy12-28-2015

    Cara Lina, che situazione! Eppure non è diversa da tante altre che avrai letto su questo sito, vero? Purtroppo il copione si ripete: tu ragazza innamorata che si dedica anima e corpo a un Lui redento che promette amore e follie in nome di valori che non dovrebbe neanche pronunciare. Tu che fai le “tue” scelte in base alle sue, senza dubbi ..perchè Lui ti ama e non ti farebbe mai del male. Lui che si rivela un codardo doppiogiochista e tu che soffri perchè non avevi capito….Lui che ti addossa le colpe..tu che vorresti fargli ammettere le sue…
    E intanto tu ti logori nei Se e nei Ma e in quei Perchè urlati senza risposta.
    Cara collega, dentro di te lo sai già che questa scoperta del presente è stata la salvezza del tuo futuro. Un deficiente così lascialo pure a qualcun altra…ne troverà tante da prendere in giro purtroppo..
    L’unica speranza è che qualcuna passi per questo sito e che riconosca i segnali prima che sia troppo tardi anche per lei.
    So che il tuo dolore ti annebbia la ragione in questo momento ma devi avere fiducia in te, nell’amore che sei capace di dare perchè di persone degne di te ne incontrerai al momento giusto. Sei stata messa alla prova..qualcosa non andava nel tuo modo di donarti…ti è stata data la grande opportunità di ricominciare con il piede giusto..partendo da te stessa..più forte e consapevole di prima.
    Te lo auguro davvero.
    Sei stata fortunata e un giorno lo capirai.
    Un abbraccio,
    Creamy

    • Lina12-30-2015

      Una scoperta del presente, salvezza del mio futuro.. Mi piace! Grazie Creamy! Lo terrò a mente e sarà proprio il punto da cui ricominciare… Non voglio che mi tolga anche la speranza, si è già preso tutto, anche questo no! IO VOGLIO CONTINUARE A CREDERE NELL’AMORE!!! Grazie..

      • situazionedisperata03-31-2016

        Dolce Lina,
        non si prova rabbia verso un malato.
        Si prova pietà e commiserazione.
        Tesoro, oggi tu non puoi sapere quanto sarai stata fortunata….
        Il malato si è rivelato in tempo.
        Certo ti ha destabilizzato, ferita e quasi annientata….ma sei salva!
        Sei stata colpita, per interposta persona, da una terribile malattia.
        Solo questo.
        Tu ora hai la febbre ma uscita i da quel letto.
        Lui ci rimarra’ per sempre, condannato da qualcosa di terribile: non sa amare.
        Conosci qualcosa di più brutto?
        È malato.
        È vittima di se stesso.
        Sei salva.
        Ti abbraccio con tutto l affetto che posso…..perché mentre abbraccio te abbraccio anche me…..

  2. Ushiro01-04-2016

    Ciao Lina
    Mi dispiace molto sentirti soffrire.Il tuo racconto mi ha colpito molto….. penso per la sensibilità e la fragilità che traspare dalle tue parole,che è più forte in chi ha sulle spalle come noi il peso della perdita di un genitore in età infantile o morto prematuramente….purtroppo il resto del copione è fin troppo simile,comune alle altre storie di sofferenza scritte qui o a quelle raccontate da amici,conoscenti ….colpiti nel profondo dalla falsità e dall’egoismo di immeritevoli individui nelle cui mani noi traditi abbiamo affidato il nostro cuore…la nostra vita….ai quali ci siamo donati totalmente…senza se e senza ma….
    Creamy ti ha scritto che sei stata fortunata e ha ragione….perchè continuare a donarti totalmente a un’egoista?…..lo disse anche a me a suo tempo e io non capivo…..anzi x dirti la verità mi sembrava quasi provocatoria e folle quell’affermazione….allora nella disperazione più cupa e nello smarrimento totale ho seguito un’altro suo consiglio:”riparti da te!”
    Le ho dato retta e ho iniziato a riscoprire me stesso,nei piccoli ritagli di tempo tra lavoro e figli mi sono dedicato alle mie passioni,smettendo gradualmente di dare peso al futuro,ai perchè,a lei alla mia ex,la vita è troppo breve x sprecarla anche solo pensando a lei e a cose tristi…
    Avevo l’amore incondizionato dei miei figli ma mi mancava qualcosa….Nonostante le occasioni mi sono proposto di non voler saperne di donne per un po’ …per il periodo necessario a star bene da solo…a non avere paura di stare da solo….un periodo molto duro che mi ha reso più forte….e quando si sono ripresentate le occasioni mi sono legato perchè lo sentivo…non per necessità…
    Cara Lina non sei sola,spero tanto di esserti stato in qualche modo d’aiuto,di averti confortata almeno un pochino, di aver alimentato in te la speranza….poi rispetto a me sei più fortunata…hai smascherato il traditore prima del matrimonio e hai risparmiato un’enorme dolore e grandissimi disagi in tutti i sensi ai futuri figli….non avendo figli non ti poni il problema di perdonare, di voler ricominciare ad amare incondizionatamente e di ridare piena fiducia e dopo tanti sacrifici di riuscire a dargliene talmente tanta da non accorgerti che ti sta tradendo di nuovo dopo 8 anni com’è successo a me…. poi hai qualche anno di meno….e credi ancora nell’amore come solo chi sa amare totalmente può fare : )
    Un affettuoso abbraccio,ti auguro di cuore di ritrovare te stessa,la tua serenità,l’amore,la gioia e di veder realizzati ad uno ad uno…tutti i tuoi meravigliosi sogni….ciao

    • Lina01-08-2016

      Caro Ushiro, le tue parole mi hanno toccata profondamente.. Chi avrebbe mai pensato che le parole più sincere e confortanti sarebbero arrivate da sconosciuti?! Ringrazio Creamy per questo, perchè in realtà è come se ci conoscessimo tutti.. Legati da dolori ed esperienze talmente simili da renderci fratelli!
      Io ci sto provando a risollevarmi, ed ogni tanto sono proprio quei sorrisi inattesi che scopro sul mio viso a darmi la forza più grande, ma la paura che oltre ad essersi preso la mia fiducia, la mia dignità, la mia felicità, abbia distrutto anche la mia capacità d’amare, è tanta!
      Porterò i tuoi augurii nel mio cuore.. Sei una persona speciale è evidente.. Mi dispiace…

      • Ushiro01-09-2016

        Cara Lina questa dolorosa esperienza ti ha fortemente traumatizzata….dalle tue parole percepisco la voglia di uscirne…di tornare felice,proprio attraverso quei sorrisi inattesi che scopri sul tuo viso,che saranno sempre più frequenti…ci scommetto : ) Tu custodisci dentro il tuo cuore l’innata capacità di amare che si amplificherà attraverso l’amore incondizionato che hai dimostrato di saper donare…. concretizzandola e accostandola alla fiducia rinnovata……a differenza dell’individuo egoista….che tiene tutta per se la capacità di amare….soffocandola giorno dopo giorno….fino a farla morire….diventando alla fine incapace di amare persino se stesso….
        Lui ti ha spezzato il cuore spingendoti nella sofferenza e nell’infelicità ma non ti ha rubato la dignità….ha perso la sua tradendoti! la tua dignità è intatta…tu non l’hai persa….non si è minimamente scalfita,anzi…è destinata a rafforzarsi !
        Le paure fanno parte di noi,le tue erano le mie e quelle di tanti altri,vedile come tue alleate,non combatterle,falle convivere in pace con te,accettale….svaniranno come neve al sole….non c’è coraggio senza paura…
        Un abbraccio Lina oltre a rinnovarti miei auguri che porti già nel tuo cuore…..ti auguro tantissimi sorrisi inattesi : )

  3. Lina01-09-2016

    È impressionante come in una manciata di frasi scritte tu abbia davvero colto la mia essenza.. Come sembri conoscermi! Ti ringrazio infinitamente.. E sono io che mando un forte abbraccio a te…

    • Lina01-09-2016

      La tua sensibilità mi fa ben sperare.. È confortante! :*

  4. Ushiro01-10-2016

    Carissima Lina
    Mi fa molto piacere esserti in qualche modo di conforto……il forte abbraccio che mi hai mandato è già nel mio cuore…perché me lo ha mandato una donna molto dolce e speciale…grazie :*

    • Ushiro01-10-2016

      Lina se puoi dedicati costantemente a un’attività sportiva,coltiva i tuoi hobby,fai qualsiasi cosa….anche la più banale che ti tenga impegnata la mente ….lontana dai pensieri tossici e tristi che ora ti tormentano,non concedendo loro spazio ne trarrai benefici immediati……
      A suo tempo ho commesso un’errore che ha solo prolungato la mia sofferenza…anch’io devastato pretendevo le sue scuse….che la pagasse in qualche modo,poi mi sono reso conto che non è giusto….il suo male non è il mio bene e non potrà mai esserlo…accetto e sono felice di tutte le cose buone che arrivano e non pretendo niente…
      un grande abbraccio Lina…….purtroppo non è reale…peccato…spero che riesca comunque ad accendere in te gioia e un bel sorriso : *

Leave a Reply

*