Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Aiuto, rialzarsi dopo la mazzata-Federica

Ciao a tutte, le vostre storie mi hanno colpita molto, per questo volevo raccontare la mia… La racconto nel mio momento più buio, il deserto nella mente e tanto dolore nel cuore….con la speranza di condividere con voi un esperienza orribile e di ricevere da chi è qui da più tempo preziosi consigli x riemergere.
Cercherò di essere breve… Ho 35 anni,  fidanzata poi convivente da 16 anni, due figli e una vita semplice e normale dedicata al lavoro e alla famiglia.
Da tempo col mio compagno le cose si erano un po’ affievolite, l arrivo dei figli ci ha messo di fronte a molti più impegni e lui sopratutto, padre tutto fare ha un po’ messo da parte la vita di coppia. Niente più cinema, ne cenette,(per non parlare di un sesso sporadico e breve )per ricordarci che siamo in primis una coppia che può anche ritagliare un’ ora o due su tutto il mese che sia esclusiva x noi…. Dopo ripetuti battibecchi, richieste di attenzione e una scenata che ha fatto traboccare il vaso, decido che voglio prendermi quei ritagli di tempo, visto che non capiva il mio disagio quel tempo me lo sono presa da sola. Una sera una tantum con le amiche, una corsetto dopo il lavoro, un po’ di coccole per rimettermi in forma…
Il tempo passa mi vedo più bella, rinata, il mio sorriso era fiero ma era a metà…..lui ancora non capiva…
Al tempo, circa 10 mesi fa era di mia abitudine frequentare un bar, il titolare sempre allegro e simpatico aveva creato un gioco scherzoso da tempo, che poi s’è tramutato in uno scambio di numeri, lui sposato da pochi anni (con una moglie molto presente a livello di controllo) con due bimbi, ha buttato l idea di uscire, ho tentennato, rimandato, ma poi ho accettato ….la sintonia c’è sempre stata, la forte attrazione ha fatto il resto.
Credo di non aver mai avuto un rapporto fisico così intenso, libero e passionale….ci vedevamo pochissimo a causa dei suoi impegni e del continuo monitoraggio della moglie, io non insistevo ma col tempo cominciavo a soffrirne….
Mi ero innamorata, semplicemente….persa in due occhi, persa in tante parole e racconti che ora suonano come calci in culo….. Comunque x tre mesi buoni i messaggi erano infiniti, poetici e incalzanti, ci dicevamo che questa vita parallela era sbagliata ma la volevamo a tutti i costi perché eravamo quello che entrambi desideravamo, MA nel momento più sbagliato della nostra vita. Intanto il tempo passava, eravamo sempre più coinvolti , distrutti quando passava troppo tempo da un incontro all altro.
Io che mi sono sempre ritenuta una persona forte, che difficilmente si fida, ho erroneamente messo tutto in mano a lui, la mia felicità e con essa la sua dipendenza…lo sentivo cucito addosso, passava sotto casa con la nostra canzone a palla, mi dedicava ore del suo tempo, lo incrociavo per strada e ci rubavamo baci come sciocchi quindicenni
Lo sentivo mio e mio non era, ma lo volevo ed ero pronta a mollare tutto . Arriva pasqua e tutto si interrompe. La moglie e’ incinta! Non ho mai voluto sapere niente a riguardo, l’ho salutato e lasciato al suo futuro…..passano solo 15 giorni e rieccolo, la moglie ha interrotto la gravidanza, anche li il perché è oscuro, ma lei aveva grossi sospetti sulla sua infedeltà senza indagare troppo ho fatto l’errore più grande, ri accettarlo nella mia vita come nulla fosse….volevo lui il contorno era un dettaglio.
Purtroppo però da li in poi lui comincia a diradare chiamate, messaggi, gesti d’affetto….ci si vedeva sempre appena si poteva ma sentivo dentro me che qualcosa non andava. Dava la colpa la lavoro stagionale che si era accumulato, insomma se prima stavamo due ore al telefono ultimamente erano 15 minuti se andava bene. A volte neanche chiamava ed io come una scema che aspettavo i suoi orari nell ombra per paura di scrivere in momenti inopportuni. Soffrivo, piangevo senza darlo a pesare a lui, a casa tutti si erano accorti del mio disagio e anche li il mio compagno ha dato peso solo al lavoro e allo stress, non s’è mai chiesto dove ero finita con la testa! Cercavo di andare avanti  obbligandomi a chiudere questa storia che non mi faceva più star bene, anche se l’amore era sempre vivo e la voglia di lui anche così mi andava bene …
Quando stanca di sentire l ennesima scusa ho deciso di lasciarlo mi sono sentita dire che ero paranoica e troppo legata, che anche se passavano dei giorni non dovevo fare queste scene, ma lui mi scivolava via e non me la immaginavo questa vita senza lui.
Alla fine di giugno un altra mazzata, viene riferito alla moglie che l’hanno visto chiacchierare con una ragazza fuori dall orario di lavoro. Lei fa delle indagini, si fa dare dalla 3 i tabulati del cellulare, dalla Telecom i tabulati del telefono del bar  e compare sempre lo stesso numero (il mio) glieli schiaffa li e parte la lite ….ovviamente tutto questo a detta di lui, si sentiva braccato si sentiva osservato e questo me l ha sempre detto, facendomi sentire anche una merda quando chiedevo perché non mi dedicasse più tempo. Ad ogni modo lo sento x l ultima volta il 4 luglio dove mi dice che a distanza di una settimana dalla scoperta dei tabulati lei ha un forte sospetto ma non ha le prove di un reale tradimento, quindi mi dice che la sera stessa andavano allegramente alla festa del paese, come se nulla fosse, nel mezzo di una bufera, mah! Le sue ultima parole sono state ” le cose stanno così ma io a noi non voglio rinunciare, troveremo un modo”……. E’ da quel giorno che non lo sento, l’ho visto di sfuggita una volta e aveva una cera pessima( oltretutto in macchina con lei)
Da quel giorno sono finita in analisi, ansiolitici e antidepressivi mi aiutano ad andare avanti, sto male, malissimo, ho pianto x giorni, ho tentato di farla finita, solo il sorriso dei miei figli, che non meritavano un mio momento così mi aiuta ad alzarmi la mattina….ho delle giornate buie, nere, mi chiedo dove cavolo sta? Perché non un cenno ma solo indifferenza? Perché non un messaggio da un altro cellulare x farmi chiarezza? Perché una pedata nel culo gratuita solo dopo aver sacrificato tutto il mio io come mai ho fatto nella mia vita, per chi, per un vile???? Ho la morte nel cuore una tempesta nel cervello, sono annientata dai dubbi….. Ragazze, chiedo aiuto…ho paura sono sincera, paura di non farcela, qualcuno vuole darmi una mano a capire a risalire, a tornare me stessa prima che sia tardi? Non datemi un giudizio negativo…so che quello che ho fatto non porta a nulla di buono, ma voglio ritrovare serenità quella che dentro me è stata calpestata da un  uomo di merda senza scrupoli, il peggio che si possa trovare…..che brutta l indifferenza :(
Grazie

  1. Sara08-24-2015

    Ciao Federica, ho letto la tua storia e di istinto ho una domanda: ma dove sono finiti il tuo convivente e i tuoi figli? Parli solo del tuo “lui”, un lui che in un modo o nell’altro ha deciso di restare con sua moglie….fatti da parte e cerca di ritrovare serenità in te stessa. Magari ritroverai un amore creduto finito per sempre, o forse la forza di lasciare il tuo compagno e ricominciare da sola insieme ai tuoi figli. Di sicuro quella che avevi intrapreso non era la strada giusta: il sesso e i baci da quindicenni, le telefonate fiume e i momenti rubati non sono tutto. L’amore è fatto di mille altre sensazioni che un rapporto clandestino difficilmente può regalare. Dunque ti consiglio di resettare tutto e ricominciare da zero: sono sicura che ritroverai qualcosa di buono in quello che avevi seminato fino a prima di questo incontro. Tanti auguri. Sara.

    • Fede08-24-2015

      Ciao Sara, hai perfettamente ragione, parlo solo del mio “lui”… E’ così perché la sofferenza ora e’ solo mia proprio perché mi sono messa da parte. I miei figli mi danno la gioia x andare avanti, col mio compagno cerco di mettere i cocci insieme ma credimi non è facile, la testa non lo permette…..basta veramente poco e i sentimenti riaffiorano. Paradossalmente dovrei essere in collera con lui, che alla fine ha scelto la strada più conveniente, perché (nonostante gli uomini siano senza scrupoli) da come parlava, le cose tra noi funzionavano più che bene, e per paura che entrambi prendessimo una decisione affrettata ha preferito allontanarsi….
      Scelta di comodo, non scelta d’amore …. Se l amava così come diceva non la tradiva, idem io x il mio compagno, anche se le nostre posizioni erano diverse, io già vivevo in un crack famigliare…. Lui diceva che aveva una relazione solida …ma allora??? Tutti questi mesi di bugie di lui x lei??? Sopratutto ha sottovalutato una donna che l ha sempre tenuto sotto controllo così da sgamargli le telefonate ed i messaggi… Lei sapeva di un inciucio ma è all oscuro di una relazione fisica e sentimentale….ora è passato più di un mese dalla fine di questa storia , resettare mi riesce difficile, lo amavo e lo amo ahimè …non sto bene ma tengo duro, temo che anche x lui non sia facile… Un amore quando è amore lo senti, lo provi, lo vivi…senti l odore anche quando non c’è …vorrei davvero cancellarlo x il male che mi ha fatto x convenienza, preferivo di gran lunga ” guarda ho fatto una cazzata e la amo da morire”… Non è stato così, anche nella bufera ha detto e ripetuto “io a te non rinuncio” ….
      So che era una balla anche quella x tenermi buona …ma conoscendo il tipo mai l’avrebbe detto se intendeva ricucire il rapporto a casa..
      Temo che non ne uscirò presto ma voglio tornare a vivere…perciò tra alti e bassi troverò una strada …. Grazie a chi riuscirà a condividere e farmi parlare di questo inutile dolore che mi affligge.
      Un saluto Sara

      • franxesca09-05-2015

        Ciao fede!io ho passato una storia simile a te.so che lui era separato xon figli ormai adulti.dalle stelle con lui sino passata alle stalle.ti posso solo dire una cosa.ii ero cadura come te in depressione, ma ora posso dire di avercela fatta!ho ripreso in mano la mia vita.i miei figli sono stati la mia forza.vivi per loro.e ricuci il rapporto con tuo marito, come se dovessi ricominciare da capo.ora sono felice.e vivo la mia vita serena.ce la farai anche tu.in bocca al lupo!

        • Fede09-05-2015

          Credimi…ci provo, mi sforzo… Ma l ho sempre davanti agli occhi…..ogni cosa mi riporta a lui, sono due notti che non dormo, ho un chiodo fisso oltre che un dolore insopportabile….e una paura folle di non riuscire in nessun modo a riprendermi, forse è’ passato poco? Non so, ma quanto ancora devo star male??? Grazie Franxesca, continuerò a provarci e il tempo mi aiuterà a tornare serena e in forma

          • franxesca09-06-2015

            Ci vuole tempo.a me ci ha voluto 5 mesi.devi pensare a te.devi volerti bene.il dolore ti esce ogni volta che ritorni indietro del tempo?devi vivere il presente.il passato e dolore.ho trovato altri interessi.sei felice quando fai felice i tuoi figli?allora dedicati a loro.io ho fatto cosi.e ora sono felice.poi fai sport.ti aiuta per la serenita.

            • Fede09-06-2015

              Cerco di uscire a correre ogni volta che posso, e sto facendo quello che ho accantonato x mesi, ossia prendermi cura di tutti, della casa e di me…e’ durissima…..
              Però non mi do x vinta, riuscirò almeno ad accantonare questa assurda vicenda… Buona giornata

  2. nani08-25-2015

    Cara Fede, dal tuo accorato racconto emerge prepotente questo amore totalizzante che sarebbe meraviglioso se ogni cosa intorno a te fosse al posto giusto! Invece non è cosî, non è cosí x te , non è cosí x tuo marito, non è cosí x i tuoi figli, non è cosí x lui , non è cosí x sua moglie, non è cosí x i suoi figli!! La somma di tutte queste persone che loro malgrado soffrono gia’ ora e soffriranno ancor di più in futuro quando tutto sarà noto o tutto cambierà è il normalissimo indotto di un errore! Non mi stupisco che in tanto dolore anche tu possa soffrire. Sta nell’ordine delle cose! Ma dato che queste cose accadono e spesso gli eventi ti sopraffanno, soffrire e basta, non basta! Il mio consiglio è che tu cerchi di fare ordine affrontando con onestà la tua vita. Onestà nei confronti di tuo marito e dei tuoi figli . Concentrati su questo e risolvi al meglio le tematiche che già hai aperto nella tua vita. Sincerità e onestà ti daranno la forza di fare la cosa giusta ti faranno trovare la strada più costruttiva. Sarà faticoso, sarà doloroso ma sarà onesto e dignitoso pertanto costruttivo di qualcosa di buono!! ogni esperienza fa crescere e nella crescita si aprono nuovi orizzonti! Ti auguro davvero di trovare la tua giusta strada!!

    • Fede08-25-2015

      Grazie Nani, le tue parole mi hanno commossa, il problema e’ che ora qualsiasi orizzonte lo vedo lontano. Sto provando a ricostruire prima me stessa e poi tutti i rapporti persi nel tempo….ma il dolore e’ ancora forte non riesco a combatterlo…. La mia testa e’ sempre la… Vorrei tanto raccontare tutto al mio compagno proprio x essere sincera e per far capire a lui dove ha sbagliato negli anni con me. Perché una tranvata del genere se non fosse stata mossa da una sua enorme lacuna , a me non sarebbe mAi saltato in mente…..
      Dipende solo da me , lo so…..e ci sto provando ma inciampo sempre nei ricordi.
      Come resetto tutto ? Come faccio a cancellarlo? Ad odiarlo??? Ho una paura folle di non riuscire a proseguire senza quell essere che ha già scelto dove stare, ma che malgrado tutto continuo ad amare….. Questo blocca tutte le mie risalite e i buoni propositi…..mi sento vuota….

  3. Anais09-01-2015

    Ciao Federica,
    ho letto tutto il tuo racconto, i commenti e le tue risposte. Per prima cosa non dire assolutamente nulla al tuo compagno. Non serve e te ne pentirai in futuro. Lui soffrirebbe inutilmente e la vita di coppia diventerebbe impossibile. Lui cambierebbe notevolmente nei suoi comportamenti e atteggiamenti verso di te. Siamo sincere: vuoi parlargliene per far capire a lui gli sbagli che ha fatto? Per quanto tuo marito possa essere cambiato negli anni, nulla giustifica quello che hai fatto tu; che sarebbe impossibile da digerire per lui. Io giustifico te perché ti capisco perfettamente; lui però non capirebbe te. Invece di pensare di parlargliene credendo di sfogarti, pensa a quanto invece tu sia fortunata del fatto che il tuo compagno non sa nulla, a differenza del tuo ex amante che invece è stato ”scoperto” dalla moglie.. quello sì che deve avere una vita abbastanza complicata, continuamente sotto l’occhio del ciclone!
    La cosa davvero importante che tu possa fare per te stessa è cercare di guarire e vivere nel miglior modo possibile tutto il tempo che hai da qui fino ai prossimi mesi. Concentrati su te stessa, i tuoi figli, cerca di ritrovare l’armonia con il tuo compagno e di fartela bastare. Se non è adesso, non sarà neanche fra qualche settimana… o qualche mese? Tempo un annetto e il dolore sarà svanito. Il tempo guarisce si sa. Adesso sembra impossibile e inguaribile il dolore che senti ma un bel giorno sorriderai quando ci ripenserai. Non arrovellarti sul pensiero di lui, su i ”se, i ”ma”, i ”perchè”. Tu hai tradito perché ti mancava qualcosa, lui no. L’uomo tradisce per qualsiasi motivo: crisi matrimoniale o semplice attrazione fisica verso un’altra donna che non è la moglie. Tu gli davi quello che la moglie non gli da più e anche lui lo dava a te ma i vostri compagni hanno costruito con voi qualcosa che nessun altro potrà costruire o sostituire. Il tuo ex amante stava bene con te, questo non lo metto in dubbio ma davanti ai sospetti della moglie, ha preferito chiudere con te e calmare le acque. Nessun uomo rischierebbe la fine del matrimonio per la sua amante per quanto possa ”amarla”. Lui forse non ti ha completamente dimenticata, magari tra un po’ torna, quando la moglie è calma ma sai… gli uomini hanno un modo più semplice di gestire l’amore, soprattutto in questi casi: dimenticano prima e facilmente. Gli uomini vedono crisi matrimoniali dove non esistono e sono fermamente convinti di non amare la moglie e non sopportarla più ma solo fino al momento in cui non vengono scoperti. In questo, noi donne, siamo un po’ diverse.
    Spero di esserti stata d’aiuto. Sono stata amante anche io ma è passato del tempo. Ho capito davvero tanto e penso di poterti dare consigli giusti.
    Un abbraccio
    Anais

    • Fede09-02-2015

      Anais, ti ringrazio…ho letto più di una volta il tuo commento e concordo su tutto …ormai sono passati due mesi senza avere sue notizie, io men che meno vado a cercare….ma quello su cui mi arrovello io e’ questo: perché non dare un taglio netto, dire sinceramente come stavano le cose e salutarsi? Come dici bene tu, sono uomini e aspettarsi delle decisioni da loro, specie un amante, e’ una cosa pressoché impossibile….ma umanamente lui sapeva che così facendo mi avrebbe distrutta, perché sapeva il suo potere su di me. Detto ciò da due mesi ad oggi sento che risalgo un po’ la china e se non altro non piango dalla mattina alla sera.
      Cerco di riprendere i miei spazi e ricostruire il tutto con una famiglia che, seppur allo scuro di tutto, mi da modo di tornare a crescere e credere in quello che ho lasciato x rincorrere un essere che dell’uomo ha proprio poco.
      Dici bene, in mio marito perderei la stima e la fiducia che ripone in me, anche se parte della responsabilità del mio gesto va di pari passo con il suo accomodarsi ad una vita senza più stimoli di coppia, dove davanti a lui ho manifestato anche in lacrime che stavo male, perché lo volevo un po’ per me.
      Intanto ce la sto mettendo tutta nel buttare questa “scappatella” alle spalle, un giorno credo di farcela due no…un giorno mi sforzo di sorridere quello dopo ho la carogna che mi sale …
      Ma tu come ne sei uscita? Se posso chiedere…la prima cosa da fare x sentire meno dolore?
      Spero di risentirti presto, mi sei stata di grande aiuto. Grazie. Un abbraccio.
      Fede

  4. Anais09-03-2015

    Fede,
    mi ricordi moltissimo me, quando stavo male per il mio ex amante. Sono passati circa… più o meno.. credo più di due anni e mezzo. Neanche ricordo più quanto tempo è passato ;) Se vuoi saperne di più, la mia storia è scritta su questa rubrica; ne ho scritta anche un’altra, una ”storia” recente ma non consumata. Io ho sofferto moltissimo. Lui sparì da un giorno all’altro. Cambiò numero di telefono e non lo vidi più, se non una volta per caso e di sfuggita. Mi lasciò con un messaggio perché lo scoprì la moglie. Anche lui era uno di quelli che odiava la moglie, la malediceva, ne parlava malissimo, se avesse potuto, l’avrebbe lasciata subito… finché lei non lo beccò al telefono con me. All’inizio fa male e basta, non passa, non ce la fai e pensi che quel dolore non finirà mai. Cercavo di farmi bastare il mio compagno ufficiale ma stavo male lo stesso. Ci sono voluti mesi ma alla fine è passata. Cercavo di pensare ad altro ma all’inizio è davvero difficile quindi, non sforzarti troppo se non ce la fai da subito. Sfoga il dolore e aspetta solo che il tempo passa. Se stai così male difficilmente puo’ aiutarti dedicare il tuo tempo a cose che ti piace fare, alle amiche, ai libri e alle cavolate che si usano fare in questi casi.
    Non parliamo poi del fatto che gli uomini dovrebbero essere chiari da subito. Ti servirà da lezione per la prossima volta. Nel 90% dei casi non sono diretti, ci girano attorno e non sanno come affrontare le situazioni. A loro poco importa se la donna che hanno di fronte è innamorata o no. Leggi la seconda e ultima storia che ho scritto su questa rubrica. Parla proprio di un uomo che si è comportato così.
    A presto, ti abbraccio
    Anais

  5. Anais09-03-2015

    Fede,
    ho riletto la mia risposta e forse non ho scritto molto su quello che ho passato io. E’ tutto scritto sul mio racconto, ti invito a leggerlo. Tutto ciò che posso dirti, vista la mia esperienza, è quella di contenere la tua rabbia. Non cercare di vendicarti con lui o peggio ancora attraverso la moglie. Non giudicare la scelta di lei, di perdonare il marito. Non sono cose che riguardano te e comunque ti faresti del male da sola, complicheresti tutto, magari anche tuo marito verrebbe a sapere tutto in qualche modo. Quando è accaduto a me è successo un gran casino perché io ero arrabbiata, giudicavo la scelta della moglie, lei anche se fingeva il nulla aveva il sospetto di chi fossi, abbiamo fatto certi casini su Facebook che non hai idea. Mi hanno minacciato di morte, sono venuti sotto casa, io volevo denunciarli… lasciamo perdere va! Capisco che eravamo tutti incazzati ma ad oggi, a freddo, posso dirti che forse era meglio contenerla tutta quella rabbia perché quando poi il dolore svanisce e non te ne frega nulla, reputi sciocco un comportamento così bellicoso, credimi. Ti dico questo perché il mio carattere è un po’ così. Sono spesso incline a discussioni, liti e musi lunghi ma quando poi mi passa, penso che forse era meglio contenersi.
    Se mi verrà in mente altro ti scriverò.
    Un abbraccio
    Anais

    • Fede09-03-2015

      Certo che vado a leggerla la tua storia, ne ho lette tante, però forse dalla parte opposta, se gentilmente mi dici il titolo sarà un piacere, intanto provo a cercarla io.
      Io sono vendicativa x natura MA non ho ad oggi intenzione di fargliela pagare…. Per fortuna non eravamo e mai siamo stati in contatto su FB, sapendo bene la pericolosità. Detto ciò…mi ripeto che qualcuno provvederà,la vita stessa a farlo disperare anche solo la metà di quello che ora mi porto io.
      Tutto quello che puoi o vuoi raccontarmi , io sono qui, condividere x ora e’ una delle poche cose che mi da sollievo. Perciò grazie.
      Fede

  6. Fede09-03-2015

    Trovata e letta…. Lo stesso comune denominatore sul piano bugie…ma perché manipolare i sentimenti della donna che ti sta dando tutto pur sapendo che sono solo bugie???? Perché poi l’indifferenza??? Sparire senza un minimo di chiarimento se non altro per umanità perché ahimè non di certo x amore….. Immagino che periodo hai trascorso … Meritiamo sicuramente di più…….

  7. Cloud09-08-2015

    Condivido appieno quello che dicono Nani e Sara. Cerca di fare ordine nella tua vita e nei tuoi sentimenti e affronta con onestà la tua situazione. Hai due possibilità, in fin dei conti: o lasci la tua famiglia e ti dedichi a riconquistare, anima e corpo, il tuo nuovo lui, con tutte le conseguenze del caso, oppure cerchi di dimenticare tutto e ricucisci il rapporto con tuo marito. Con tutte le conseguenze del caso. Mi pare non ci siano alternative. Cosa vorresti? Che il tuo nuovo uomo ti portasse via con un cavallo bianco? Non capisco. Sei tu a dover decidere e ti sentirai anche più forte, dopo averlo fatto.
    Se ci tieni a quest’uomo affronta la realtà e vattelo a prendere. Con onestà, però. Le vie di mezzo, i grigi le bugie…non fanno altro che logorare l’animo e il fisico.

Leave a Reply

*