Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Chiedo aiuto-Situazione disperata

Salve a tutte/i,
Sono  una tradita di 45 anni.
Ormai sono tre mesi che non sono più  orientata né  nel tempo né  nello spazio.
Cosa vi racconto di nuovo rispetto al dolore? Cosa posso aggiungere in più  rispetto a quello che già  voi conoscete?
Sarei una presuntuosa a raccontarvi il mio…i nostri dolori sono ugualmente  devastanti dal momento in cui siamo qui a scrivere…
Lui mi ha chiesto scusa, ha risposto a tutte le mie domande, ha chiuso immediatamente i ponti con l altra, gioca in trasparenza adesso e, siccome non è  mai stato un cattivo compagno e sopratutto perché  lo amo,  ho deciso di stare vicino a lui ugualmente.
Chiedo a chi già  è  passata attraverso un riavvicinamento col proprio partner un sostegno.
Vi prego aiutatemi,  poiché prendere una decisione di questo tipo è  meno facile che mandare all aria tutto.
Soffro tantissimo.Al momento posso donare poco alla coppia.
Umiliazione, delusione, sensazione di perdita di punti di riferimento, perdita di stima,sensazione di sentirmi vecchia e brutta, dolore allo stato puro quando immagino la bocca del mio amore che si avvicina a quella dell altra, costellano la mia giornata e le mie notti.
Lui mi grida che mi ama, che mi vuole, siamo stati bloccati a letto per tre giorni insieme per il dolore provato…
Poi lui si è  rialzato e ha ricominciato a vivere…io un po\’  meno…
Aiutatemi…ho bisogno di essere confortata e consigliata.
Come avete superato il trauma? Si torna ad essere felici? Si può  ancora ritrovare serenità e credere in noi  stesse?
Come avete fatto voi a ricredere nella vostra  unione dopo che questa  è  stata violentata proprio da chi avrebbe dovuto difenderla?
Grazie

  1. Azzurra03-18-2015

    Cara collega disperata…la tua decisione è molto difficile!
    Anche io ho provato a ricucire il rapporto con il mio ormai ex-marito…e fu devastente!!!!
    Ma il ns problema però era che IO volevo a tutti i costi stare con lui….LUI…diciamo che ci ha provato superficialmente, giusto per darmi il “contentino”!
    So che non è facile…so perfettamente come ti senti…capisco il dolore che si prova in queste situazioni….MA…se davveo lui è pentito, se davvero lo ami, se…..se…..se…..IO CI PROVEREI!!!!!
    Un piccolo/grande consiglio se mi permetti: ALZATI e con forza affronta le tue giornate!
    Ora più che mai devi farti coraggio…devi essere forte!
    …non per dimostrare qlc a lui…ma per te stessa!
    Inizia a pensare un pochino più a te…un sano egoisto come si suol dire!
    Riprendi la tua vita in mano e vai avanti con tenacia!
    Dimostra a te stessa che nulla ti piega e che sei capace di affrontare l’universo….
    Riprendendo stima in te stessa…potrai affrontare in maniera più decisa anche la situazione di coppia!
    Quindi quello che posso dirti è questo: prima di pensare a VOI…inizia a pensare a TE….solo così potrai ricominciare un nuovo futuro!
    In bocca al lupo per tutto.

    • Situazione disperata03-20-2015

      Come ringraziarti? È talmente devastante il mio dolore che leggerti diventa un unguento.
      Lui sembra (uso qs verbo per farti capire come dopo non si è più certi di niente) pentito.
      Ha riflettuto molto, ha perso 7 kg, ha risposto a tutte le mie e sue domande.
      Dice che quella donna oggi é la sua vergogna, che era come ubriaco dalle sue adulazioni, che non è stato mai coinvolto emotivamente e sentimentalmente con lei…
      Devo credergli…un uomo per bene può errare e prendere le distanze da ciò che ha commesso.
      Voglio perciò ripartire…abbiamo nuovi sogni e progetti…
      Ho bisogno comunque di voi perché ci sono momenti in cui mi sento totalente intrisa nel dolore…

      • Sara05-14-2015

        Cara Situazione Disperata,
        Sono tornata a cercare la tua storia perchè tra le tante lette è l’unica ad essere praticamente gemella della mia. Credo che quando lui si pente, quando ti giura con tutto se stesso che non succederà più, che ti ama e che è sinceramente pentito, bene, io credo che cercare di ritrovare insieme la felicità è la strada giusta. La più tortuosa, la più difficile e la più lunga, ma quella che davvero potrà ridarci il sorriso.
        Ti avevo scritto un paio di settimane fa ed ero in fase positiva…oggi lo sono un po’ meno, ma queste ricadute sono prevedibili. Le scene di loro due sono un’ossessione. Il dubbio di non sapere tutto oppure il dubbio che possa ricapitare sono devastanti. Ma in questi momenti dobbiamo cercare l’aiuto di noi amiche virtuali oppure di lui, senza troppo scene e con tanta serenità. Le scene e le urla ci sono state eccome, ma adesso sono passati quasi sette mesi e la tempesta dentro di me si sta lentamente placando. Tornerà il sole, per me, per te e per tutte coloro che in questo dramma (perchè il tradimento è un dramma) hanno almeno la “fortuna” di aver ritrovato in lui l’amore di un tempo. Ti abbraccio. Sara

  2. Linda6403-18-2015

    Cara compagna di sventura, sono d’accordo con te circa il dolore che ci accomuna ma, è anche vero che questo dolore ha bisogno di essere metabolizzato e che ognuna lo fa a modo suo. Personalmente ci ho messo anni a decidere cosa fare. Ho tentato di tutto per riconquistarlo ma, lui era ormai orientato da un altra parte e da me voleva solo un rapporto di apparenza, dunque è stato tutto inutile. La tua situazione è diversa perché lui ti sta dimostrando la sua sofferenza per averti fatto male. Se hai accettato di proseguire la tua vita con lui, devi sforzarti di dimenticare, altrimenti sarà un inferno per entrambi, se posso permettermi, ti suggerirei di parlare con lui delle tue ansie, sono certa che ti aiuterà essere rassicurata.Non forzarti e soprattutto datti tempo, non è facile accettare certe cose, cerca di superare la situazione e vedrai che andrà tutto bene. Ti auguro di riuscire a creare insieme a lui un rapporto nuovo, più bello e più forte, perché frutto della grande sofferenza di entrambi.
    Augurandoti ogni bene ti abbraccio forte.

  3. Situazione disperata03-20-2015

    Ringrazio col cuore anche te…Vero…devo completamente perdonarlo perché dopo sarebbe un inferno per entrambi.
    Proprio per questo scrivo qui…Vorrei tanto leggere di qualche donna che è riuscita a fare il miracolo: ripartire con la gioia, più consapevolezza, più amore sano…
    Lo amo, mi ama (almeno così urla disperato da 3 mesi ) perché finire tutto domandando poi per tutta la vita come sarebbe andata a finire?
    Aiutatemi a crederci….
    un abbraccio

  4. Linda6403-20-2015

    Penso che il miracolo l’ho vissuto in famiglia e posso testimoniarlo. Mia madre ha vissuto la tua situazione, con l’aggravante che noi eravamo sette figli e l’altra era incinta. Mio padre, noto imprenditore della zona, perse la testa per una ragazza molto più giovane e quando mia madre se ne rese conto era già troppo tardi. Lei però era follemente innamorata di suo marito e non si arrese, anzi lotto con le unghie e con i denti per riportarlo a casa. Papà era come se fosse drogato. Giurava il suo amore e la dedizione alla mamma ma, si sentiva incastrato in quella che sarebbe dovuta essere solo una storia di sesso e che invece aveva avuto sviluppi ben diversi. Mia madre si sentiva disperata, perdeva peso e non dormiva più. Voleva aiutare il suo uomo ad uscire da quella situazione, voleva riportarlo a casa ma, sapeva che con un bambino in arrivo papà non si sarebbe mai sottratto alle sue responsabilità. Così quando l’altra perse il figlio, lui non ebbe più alcun obbligo e insieme a mia madre stabilirono i termini per “liquidare la signora”e tornò a casa. Mio padre è morto lo scorso anno dopo aver festeggiato il 55° anniversario di matrimonio.
    Non parlo mai di questa storia perchè per me è un ricordo doloroso della mia infanzia ma, ho voluto farlo perché sento che in questo momento può esserti utile. I miei genitori ce l’hanno fatta e sono stati felici per il resto della loro vita insieme. Ti auguro di cuore che tu possa trovare forza per accettare ed andare avanti come hanno fatto loro.
    Un abbraccio di cuore

    • Situazione disperata03-20-2015

      Che dirti? Grazie mi sembra riduttivo. ..
      Solo il fatto che per tendermi la mano hai ripristinato e confidato un ricordo tanto doloroso, ti sono riconoscente.
      Oggi mi sento particolarmente giù di morale. ..ritornano i fantasmi, le bugie, gli inganni, le falsità dei suoi baci al mattino e alla sera…
      Sai quando scopri tutto, ricollega i fatti…quante bugie, scuse e umiliazioni mi ha dato…
      Valorizzata lei che certamente era più bella e più giovane, ma profondamente disonesta.
      Era infatti sposata con una bimba di 4 anni ed era già alla terza relazione clandestina…
      Eppure si era venduta come una ragazza allegra, dolce, pronta ad ascoltarlo, adularlo ed era riuscita a circuirlo…
      8 anni di noi messi a repentaglio da un uomo che diceva e dice di amarmi…
      Oggi ammette di avermi amato un po’ annacquato…
      Ora, dopo la paura di perdermi, ha riflettuto ed è cresciuto…
      Pensare che io ero una donna che apriva quasi tutti i giorni il suo armadio per odorare i suoi abiti…
      Non potete immaginare il male che sento…
      Queste signorine allegre e questi mariti che amano col cellophane si renderanno mai conto del male che seminano?

      • Linda6403-23-2015

        Buongiorno donna disperata, non ringraziarmi, non è necessario. Purtroppo capisco bene ciò che provi. Credo che tutte noi comprendiamo il significato delle tue parole e la tua sofferenza. Sappiamo bene cosa significa sentirsi umiliate dal comportamento infantile ed incosciente di un uomo a cui avevamo affidato la nostra vita. E’ devastante rendersi conto di quanto siamo state manipolate. Della nostra stupida ingenuità che ha permesso che non ci rendessimo conto di ciò che accadeva alle nostre spalle mentre noi mogli e madri devote, sacrificavamo tutte noi stesse per la famiglia. A volte ripercorro la mia vita e mi rendo conto di quanto lavoro, sacrifici e diplomazia è stata necessaria per continuare così a lungo. Ho investito tutta la mia vita per migliorare il futuro, ci siamo conosciuti da ragazzi e abbiamo sempre fatto tutto insieme. O almeno credevo, si perché poi la realtà ha smentito anche questo… Ti giuro che non volevo separarmi, non volevo trovarmi nella condizione di ricominciare a cinquant’anni. Lo amavo e non volevo rinunciare a lui per nessun motivo al mondo. Le ho tentate tutte, gli ho dato tante possibilità. Ci ho provato con le unghie e con i denti a tenerlo legato ma, non funzionava più e sai perché? Lui non mi voleva più, non come moglie e compagna di vita almeno, gli servivo perché gli davo la tranquillità e dunque era solo per quello che mi voleva. E’ stato terribile prendere coscienza di essere stata usata ma, alla fine me ne sono fatta una ragione. Sai perché sostengo questo? Perché ancora oggi io non posso dare un volto alla causa di tutto questo dolore. Lui non ha mai voluto dirmelo, pur ammettendo di tradirmi. Le prove sai quale erano per me? Il sesto senso, l’ho lasciato fuori casa e lui dormiva in garage, andavo a dormire in un’ altra stanza e lui mi augurava buona notte dalla porta chiusa ecc…. mai una volta mi ha chiesto una spiegazione a tale comportamento, sembrava che fosse scontato. Lui aveva paura di me e di ciò che potessi scoprire e così soffrivamo entrambi. Cara collega, la tua situazione è diversa, lui dice di amarti, vuole continuare a vivere con te ed è pentito di ciò che ti ha fatto. Capisco, credimi la tua frustrazione ma, dagli questa possibilità, metticela tutta per sconfiggere i demoni che ti rendono triste e insicura. Provaci con lo spirito di chi vuole vincere questa battaglia e vedrai che tutto sarà più andrà bene. Avrai ancora giornate no ma, tu dovrai cercare aiuto a lui per trasformarle in giornate positive. Dovete supportarvi a vicenda e, nessuno può assicurarti che funzionerà ma, almeno ce l’avrete messa tutta e non dovrai vivere di rimpianti.
        Spero di cuore che tu possa uscire presto dal tunnel della sofferenza e possa ritornare a sorridere di cuore!
        Ti abbraccio forte e considerami a tua disposizione, a presto Linda

    • Sara05-14-2015

      Grazie Linda,
      Anche io come Situazione Disperata cerco conferme che può accadere il “miracolo” del perdono. Io vorrei tanto perdonarlo, anche perchè lui mi ha detto che vive solo aspettando quel giorno e oggi siamo innamorati anche più di prima che questa bufera devastasse le nostre vite.
      La tua storia è stata per me molto preziosa. Grazie davvero
      Sara

    • monica02-04-2017

      Tua madre non ha lottato con le unghie e con i denti per riportare a casa tuo padre per AMORE….ma per soldi..per la posizione che occupava, permettimi…E quello che tuo padre ha fatto a quell’altra donna e quello che tua madre ha accettato…e come l’hanno “liquidata’” e’ riprorevole! C’e’ poco da esserne fieri…E altro che pensava solo a una storia di sesso e basta, visto che chissa’ quante volte si saranno visti..E lui l’ha rinnegata solo perche’ divenuta un “problema” dopo che se l’e’ spassata e chissa’ quante bugie ha raccontato a lei come a tua madre…che per comodo gli ha voluto credere…Altro che felici altri 50 anni…A tuo padre e’ presa la ‘strizza” dopo il fattaccio..se no COME TUTTI I TRADITORI PERDONATI per debolezza o convenienza altrui…lo avrebbe rifatto…So che fa male sentir parlare dei genitori cosi’, ma bisogna pur dire le cose come stanno…Fra molte coppie le cose vanno cosi..ma non per amore…Per altre questioni!

  5. Azzurra03-23-2015

    Sono assolutamente d’accordo con Linda: anche io ho provato in tutti i modi a tenermi mio marito….a ricucire il nostro rapporto, ma lì (oltre alla chat scoperta) c’erano altri problemi…diciamo “familiari”, per cui ad un certo punto mi sono resa conto che tutto ciò che facevo per cercare di “salvare il salvabile” era totalmente inutile….
    Credo nel matrimonio…credo nel Sacramento…e ti dico: PROVACI!!!!cercando di non rivangare il passato…buttandoti alle spalle tutti i momenti tristi ed i brutti pensieri…cercando con LUI di trovare un sano equilibrio e nuove energie per andare avanti felici più di prima!
    Solo il tempo potrà darti ragione e alleviare le tue ferite!
    In bocca al lupo!!!!

  6. Lullamy03-27-2015

    ciao collega disperata.. siamo in due perché anche io sono nella tua stessa situazione ormai da due mesi, solo che il mio deficiente non si sbatte più di tanto a urlarmi in faccia che mi ama, a parte le prime settimane dopo la scoperta.La sua era una relazione sentimentale (dice di averla chiusa) che va avanti da circa 2 anni (siamo sposati da 7….). Ho due bimbi piccoli e spesso non riesco nemmeno più a fare la mamma… al momento lui l’ho “buttato fuori casa” e vive dai suoi anche se ci vediamo regolarmente, soprattutto per i bimbi ma anche perchè stiamo cercando di ricucire il rapporto.
    Mi dicono che devo prendere una decisione.. che devo capire se posso perdonare e andare avanti oppure no.. che ho due bambini.. di pensarci bene.. che chi fa del male lo farà ancora..Ma come è possibile farlo?Come si può stabilire se si riuscirà a perdonare?
    La paura è paralizzante.. ma anche l’amore che purtroppo provo ancora per lui.. E più io sono indecisa e arrabbiata, più lui si abbatte e si allontana. M;a è giusto questo? O devo semplicemente arrendermi e lasciare che con molta probabilità torni con lei?
    Sigh…

  7. Nenè03-30-2015

    Ciao anch’io sono una donna disperata. Sto cercando di rialzarmi ma lo sai non è facile. Lui..sembra pentito mi ha giurato su ciò che ha di più caro che non l’ha più vista nè sentita che ama solo me. Quando ne parla non sento quasi più quel velo di malinconia, non dice più che è una brava ragazza, ma anzi. Io, però, ho tanti dubbi. In realtà c’ero già passata ma tra i figli piccoli , mia madre malata e il lavoro fù più facile dimenticare. Ora è tutto più complicato; Forse ho solo meno cose da fare e troppo tempo per pensare.Mi sento vecchia, forse perchè in un momento di sincerità mi ha confessato di averla amata dal primo istante che l’ha vista, che non è stata una sua decisione interrompere la relazione ma solo una conseguenza data dal fatto di essere stato scoperto. forse perchè lei gli era entrata nel sangue: che è più bella di me e più giovane. Poi però le cose sono cambiate è come tornato in se (o forse mi piace pensarlo) e tra noi sembrano andare meglio stiamo tanto insieme, è più presente. SO che ce la faremo, lo vogliamo a tutti i costi. Dice che si è pentito che non lo farà più (magari solo per dormire Tranquillo visto che lo sveglio tutte le notti in preda agli incubi!!.) Aspetto con ansia il giorno in cui questo sarà solo un triste ricordo ma so che quesl giorno arriverà., stanne certa sarà così anche per voi. Un saluto NENè

  8. Situazione disperata03-30-2015

    Innanzitutto grazie…grazie a voi donne diverse da quelle che sono stare protagoniste di questi eventi. …
    Mentre vi leggo assorbono il vostro disorientamento e dolore. ..per un attimo ho pensato che bello sarebbe potervi incontrare e leggere nei vostri occhi lo stesso smarrimento e paura che si sono impossessato di noi…
    Mio marito continua a chiedere perdono e asserisce di essere certo di volermi…Non per ripiego ma perché sente un trasporto enormè. ..forse si era smarrito…
    Mi chiede di DIMENTICARE…già. …dimenticare…
    l uomo che amavo e che amo chiede che io cancelli la loro immagine insieme….
    È inoltre l inganno, le bugie , le falsità, il suo spergiurare iniziale che non era vero niente…
    Ho tanta paura, mi ha spento il sorriso, la luce…
    Eppure chiede di smettere di essere triste…
    Dobbiamo ridere…
    È rideremo….a comando…Senza una vera gioia dentro e con la morte nel cuore…
    Se avete figli piccoli cercate di essere forti : cresceranno velocemente e questo trauma non vi farà ricordare le loro crescite…
    Piccine voi, piccina io…Soffro tanto eppure vorrei accarezzava tutte…
    Una carezza a voi Donne diverse, donne sincere, dall altra parte…

    • Lullamy03-30-2015

      Hai ragione.. rischiamo di perderci quello che in fondo conta davvero.
      E comunque.. lui ti chiede di smettere di essere triste, come se la luce si riaccendesse come un interruttore. A volte anche io mi guardo allo specchio e mi chiedo che fine ho fatto. sento che niente sarà più come prima. Ci sarà sempre quest’ombra in più a farmi compagnia.
      in ogni caso.. oppure no?oppure l’ombra l’avrà lui? I figli crescono, è vero, ma le mamme sono anche donne. Donne ferite, umiliate, “prese a calci”. E ora non dovremmo più essere tristi perchè “basta adesso”? O perchè così per loro è più difficile fare finta di niente?
      I mariti sono esseri umani, e come tali sbagliano. Ma sono in grado di starci vicino nei nostri momenti bui?E ce ne saranno, tanti purtroppo.
      Può capitare che aprano gli occhi. Può capitare.. e forse una di noi è davvero amata. altre no.. ma non lo sapremo mai. Certo non dobbiamo farci bastare la vita perché abbiamo figli piccoli. Loro non li avevano forse? Se avessimo fatto noi come loro saremmo additate come cattive madri? di sicuro.. Ad ogni modo, è l’amore che conta e cosa c’è nel nostro cuore.Solo noi possiamo sapere davvero se c’è il perdono..
      Non sei piccola, non siamo piccole, siamo grandi, grandissime se siamo in grado di perdonare e andare avanti.. o se siamo in grado di perdonare noi stesse e andare avanti senza di lui. Ti abbraccio forte e grazie per la carezza!

  9. Situazione disperata03-30-2015

    N.b. anche il mio si è fermato SOLO perché è stato scoperto…
    Altrimenti ….

  10. Situazione disperata04-10-2015

    Aggiornamento:
    Nel frattempo ho dovuto ricorrere a cure mediche perché il dolore è stato talmente forte che mi ha annientata.
    Ho sbagliato tutto…

  11. Lullamy04-11-2015

    Cara amica disperata.. ti capisco.. sono sull’orlo anche io … ma ho paura di aiuto medico poichè ho paura mi portino via i bimbi…

    Non so a che tipo di cure mediche ti riferisci, ma se ce la fai prova da sola… circondati di amici.. non rimanere da sola quando senti di non farcela. Io sto provando cosi..
    ti abbraccio, forza!!!

  12. Azzurra04-13-2015

    Ragazze!!!!!!!!!forzaaaaaaaaaaaaaaaaaaa…serve a qualcosa stare tutti i giorni male?serve a qualcosa piangervi addosso?e allora????…cercate di recuperare energie, spostate la vs attenzione su altre situazioni (i bambini, il lavoro, gli amici).
    So perfettamente (perchè ci sono passata anche io!) che non è semplice…ci vuole tempo…ma il vs tempo lo dovete utilizzare nel modo migliore…ossia cercando di volervi bene!
    Tanto il passato ormai è andato…quallo che è successo, è successo e non potete tornare indietro!…in questa vita bisogna andare avanti…con determinazioni e pronte a superare ogni difficoltà!
    Io non ho avuto la possibilità di recuperare il mio matrimonio…mio ex marito era evidentemente deciso a lasciarmi…ma se avessi potuto scegliere, avrei deciso per PROVARCI!!!!
    Capisco ogni dibbio, ogni perpelessità, ogni amarezza e delusione, ma affrontate le vita per le corna…prendete la vs decisione con la consapevolezza che la vita è imprevedibile!!!!
    Basta stare chiuse in una stanza, basta medicine, basta lacrime….basterebbe pensare a quanta gente lotta per vivere, che ogni ns paturnia svanirebbe.

    P.S.: con questo discorso non intendo sminuire i vs sentimenti…vorrei solo incoraggiarvi a guardare oltre,,,,perchè c’è la possibilità per tutti di rinascere!

    Un abbraccio a tutte voi!

  13. Nenè04-13-2015

    Oggi c’è il sole e splende alto nel cielo, mi mette allegria. Oggi mi sento così!
    Sto aspettando che torni dal lavoro e ho una voglia pazza di corrergli incontro e di baciarlo. Lo farò! Stiamo insieme non per dovere, non per i figli ma perchè ci và. E’ questo che ho sempre voluto: stare con LUI.
    Mi sento come un’adolescente; le emozioni sono forti è come se si svegliassero dal letargo.
    Ieri ho avuto un momento di smarrimento se ne è accorto e mi ha baciato delicatamente la fronte, come per scacciare via i cattivi pensieri, più tardi ha voluto che mi sedessi più vicina a lui e mi ha di nuovo baciata con delicatezza. Pochi giorni prima era al bar con un cliente e sapendo che ero nelle vicinanze si è nascosto dei salatini in tasca in caso avessi fame.
    Piccoli gesti che apprezzo più di un diamante.
    Spero che il sole continui a restare in alto nel cielo, e che le nuvole siano piccole e non lo oscurino più. Ho ancora paura, la paura di illudermi e che Lui possa farmi ancora del male. MA per ora posso solo godermi la luce del sole e se mai tornerà il buio lo affronterò.
    Nenè.

  14. Azzurra04-14-2015

    Bravissima Nenè….sono felice per te!!!!!

  15. Situazione disperata04-24-2015

    Vi ringrazio….sono felicissima Nena…io son entrata in depressione…Il tradimento è stato il colpo di grazia ricevuto dopo una vita costellata di dolori….
    È come un brutto virus…ti salvi se sei sano…se hai una salute già cagionevole ci puoi anche morire…

  16. Sara04-25-2015

    Ciao Nenè,
    Ho letto il tuo grido di aiuto e tutti i commenti successivi, e mi sono immedesimata in te in tutto e per tutto: l’umore altalenante è un passaggio credo indispensabile, io ho – rispetto a te – 3 o 4 mesi di “vantaggio” (ho scoperto tutto 6/7 mesi fa) e noto che pian piano i momenti bui si diradano per dare spazio a una ritrovata felicità. Anch’io, come te, sento che lui ha capito di amarmi più di prima e non vuole perdermi assolutamente: questo mi dà una forza incredibile. Anche lui mi dice che questa vicenda lo ha fatto crescere e che è sicuro che mai più potrà succedere ancora. E che sono tutta la sua vita. Dobbiamo credere nei nostri mariti e nell’amore che ci unisce: con il loro aiuto possiamo ritrovare una felicità e una serenità che non sarebbe mai stata così limpida se tutto fosse finito tra lui e l’altra e noi non lo avessimo mai saputo. Il muro nella coppia sarebbe stato sempre alto e il rapporto ne avrebbe risentito. Dunque, il dolore che si prova è il prezzo da pagare per ritrovare un amore che dopo il dolore dei primi mesi sarà più bello di prima. Ti abbraccio e ti sono vicina!

    • Sara04-25-2015

      Scusami, ho sbagliato il tuo nome, l’ho confuso con quello di un’altra testimonianza! Ma la mia lettera era indirizzata proprio a TE. Perdonami ;)

  17. azzurra04-27-2015

    Capisco perfettamente cosa si prova dopo un tradimento…l ho vissuto piu volte sulla mia pelle…ma la vita e’ unica e non dobbiamo dare a nessuno il potere di distruggercela….ci sono persone malate di cancro…ci sono bambini piccoli malati di malattie incredibili…basta farsi un giro x ospedali che subito si capisce ke il nostro dolore…se pur forte e lacerante…nn deve sopraffarci.
    Alziamoci e affrontiamo il dolore e la realta con coraggio e forza.
    Qllo ke nn uccide…fortifica!
    Vi abbraccio

    • Linda04-28-2015

      Buongiorno, ho letto in silenzio ogni vostro commento perché pensavo di non avere nulla da aggiungere ma, non è più così… Cara Azzurra, apprezzo molto il tuo modo di cercare di tendere la mano ma, non sono d’accordo sui paragoni a cui fai riferimento. Non è possibile generalizzare, siamo tutte d’accordo sul fatto che in giro c’è tanta gente che soffre più di noi e in modo differente ma, pensarci non ci fa stare meglio. Almeno non a me. Tante volte(troppe) mi sono sentita fare certi ragionamenti e questi mi facevano stare ancora più male. Ogni dolore ha il il suo peso per chi soffre. Io provavo la sensazione che chi mi ascoltava e replicava era come se sminuisse il mio. Sono certa che queste non erano affatto le tue intenzioni ma, se può essere d’aiuto ti dico che nella mia esperienza non sono servite a nulla, anzi… Vorrei adesso rivolgermi alla nostra “amica disperata” : Devi trovare la forza di reagire, non puoi stare più così. Hai fatto una scelta(che per altro condivido) ti sei leccata le ferite ma, adesso è ora di ricominciare a vivere. Prendi in mano la situazione e dimostragli che la forte sei tu, che questo incidente di percorso ti ha provata ma, non distrutta. Coraggio ce la puoi fare!
      Un abbraccio a tutte
      Linda

      • Lullamy04-28-2015

        Linda sono d’accordo con te.. ho pensato la stessa cosa. E’ difficilissimo ricominciare, forse impossibile. Ma non provarci ci farà stare ancora peggio. Io mi ripeto ogni giorno “il mondo non gira intorno a lui” ed è ormai il mio mantra per cercare di farlo girare intorno a me!!
        Il dolore di una donna che ama e viene tradita è un dolore che strazia l’anima comunque.. e onestamente in questi momenti sappiamo bene non essere il peggior dolore che potrebbe capitare, ma per noi ora E’ IL PEGGIOR DOLORE purtroppo… Io addirittura “lei” la vedo ogni giorno. E ogni giorno loro stanno insieme nello stesso posto di lavoro.. dove ahimè ci sono anche io. Credetemi.. è disumano… ma cerco di andare avanti… Forza donne! il mondo non gira intorno a loro!!!

        • Linda04-28-2015

          Ciao Lullamy, so bene cosa vuol dire vivere questa situazione. Io con il deficente ci lavoro. Purtroppo gestiamo un azienda insieme. Questo fa si che lo debba incontrare ogni giorno. La cosa che mi stressa è che debba sempre gestire lui il rapporto, in base all’umore della giornata. A volte mi sento impotente altre reagiscono maledetto ci discuto a muso duro e altre lo ignoro . Insomma è impegnativo,soprattutto perché abbiamo due ruoli distinti ma per far funzionare le cose,si rende necessario confrontarci. Pazienza, spero che durerà ancora poco perché sto lavorando ad un progetto che a breve dovrebbe decollare. Questa speranza mi è indispensabile per accettare certe condizioni. Ma tornando alla situazione della nostra amica… Sono d’accordo che il dolore provocato dal tradimento sia devastante ma, se hai deciso di dargli un’altra possibilità devi farlo concretamente. È inutile rimuginarci perché secondo me, continuando con questo atteggiamento(per carità, assolutamente legittimo) rischi di perdere definitivamente tuo marito. Gli uomini non amano vederci tristi o pensierose ne trascurate o depresse. Loro ci vogliono sempre sorridenti e di buon umore… Dai, a parte gli scherzi o l’ironia, dico sul serio, trova l’energia dentro di te e vedrai che andrà tutto bene.
          Baci a tutte
          Linda

  18. paola10-12-2015

    Ciao a tutte ho trovato questo sito navigando su internet alla ricerca di risposte….Anch’io faccio parte della categoria donne tradite. Ormai è un anno e mezzo che ho scoperto la tresca, mio marito da subito ha troncato i rapporti con lei e si è buttato a capofitto nella nostra relazione facendomi capire in ogni momento che mi ama e che è presente…ma io dopo tutto questo tempo non riesco a dargli fiducia. Ho bisogno di controllare il tel.i mess. alla ricerca di non so cosa….è come se a tratti vivessi nel passato! !mi faccio del male da sola! Mi sono creata un vortice che mi risucchia di continuo. Dove sarà, costa farà, perché ritarda…e lo chiamo e ho bisogno di certezze che lui mi dà per carità. .ma sono tranquilla fino alla prossima. . Non ne posso più! Come faccio?? Qualcuna ha esperienza? ? Grazie a tutte

  19. Sara10-13-2015

    Ciao Paola,
    Io non ho più esperienza di te, io la tresca l’ho scoperta un anno fa di questi tempi. Ma sento di essere un passettino più avanti perchè oggi ho di nuovo fiducia in lui. E’ il passato che a volte ancora mi squarcia il cuore con un dolore immenso, che fa capolino quando meno me lo aspetto. Ma oggi lui è con me e – come tuo marito – ha troncato da subito ogni contatto con l’altra, pentitissimo di essersi fatto travolgere dal sesso. Dobbiamo credere nel futuro, altrimenti essere rimaste non è servito a nulla. So che non è facile, anch’io ho ancor’oggi delle ricadute, ma con il suo aiuto e con tanta volontà da parte mia riesco ad alzarmi e mi sento ogni volta un po’ più forte. Cerca di guardare avanti, pensa che se tutto questo non fosse accaduto, probabilmente la noia di un rapporto che si era ormai spento avrebbe avuto il sopravvento. Invece questo scossone ti ha messo di fronte a una scelta: salvare o meno il tuo matrimonio.
    Io comincio a credere che i momenti di dolore non scompariranno mai, perchè la ferita nel cuore è troppo grande. Ma bisogna imparare a conviverci e cercare di apprezzare i momenti di felicità ritrovati.
    Prima di salutarti ti dò un consiglio “tecnico”: se vuoi, inserisci la tua storia nelle pagine “Le vostre storie”, così avrai uno spazio tutto dedicato a te. Spero di averti dato un minimo di conforto. Ti abbraccio. Sara

    • Situazionedisperata11-12-2015

      Ed eccomi qui….il tempo si è contratto e ormai festeggio un anno da quel famoso giorno….
      Lui, nonostante il mio dolore travolgente e desiderio, talvolta,di distruggere tutto è ancora qui…
      Ha avuto momenti in cui non resisteva più, ma poi è sempre rimasto….
      Io non sto bene, non ancora….e lui non comprende perchè.
      Ha subito rotto i ponti con l altra, è paziente, dolce, attento, mi ha chiesto scusa, era (dice) unica volta in cui mi aveva tradita ma……..
      io sto male….non riesco a dimenticare la loro immagine, i suoi inganni, le loro mani che si cercano, il giorno in cui mi ha confessato il tutto….
      Il tempo si fermò…..tutto è divenuto irreale…
      Ci sono giorni in cui sto meglio, ma la maggior parte delle volte convivo con i crampi allo stomaco, con un dolore che mi annienta….
      E mi sento invisibile, brutta, vecchia, inutile….
      Vorrei poter aver nuovamente la gioia di aspettarlo la sera, la leggerezza di amarlo senza sapere che ti può accoltellare, vorrei mai essere stata tanto umiliata….
      Vorrei amarlo con trasporto, con il sorriso, con tanti progetti…
      Ha fatto una cosa schifosa con me che non me lo meritavo e che avevo avuto già un trascorso importante, ma è anche vero che mi chiede di amarlo, di dargli fiducia, di reinventare questo amore.
      E se lo merita, poichè non ha più sgarrato, anzi….
      Vi prego, aiutatemi, così finiro’ per perderlo….
      Ditemi come avete fatto a ricominciare….a riamarlo, a sorridere di gusto , a fare in modo che questo buio si faccia luce…….io questo dolore non lo sopporto più…non lo contengo…..
      Grazie

  20. Sara11-14-2015

    Ciao amica,
    Vorrei poterti scrivere che io ci sono riuscita. Vorrei poterti dire che è solo questione di tempo e poi ce la farai. Vorrei, perchè sarebbe bellissimo anche per me. Ma oggi, a distanza di un anno e un mese dalla terribile scoperta, il dolore fa ancora capolino. E’ vero, non è costante come prima, ma non è sparito, e all’improvviso, come per esempio stasera, mi squarcia il cuore e mi fa venire questo desiderio irrefrenabile di strapparmi la pelle di dosso. Nessuno, se non lo ha provato, può capire quanto sia grande la sofferenza di chi è stato tradito. Lui oggi è pentito, come dici tu, oggi mi ama e non si perdona il male che mi ha fatto. Non sa più come dimostrarmi il suo amore, ultimo mi ha regalato un viaggio meraviglioso che faremo a Natale tutti e 4 e che sarà pieno di emozioni per mille motivi. E io oggi vorrei solo godermi la vita con lui….ma ci riuscirò, vedrai. E ci riuscirai anche tu, perchè ce lo meritiamo e perchè non avrebbe nessun senso aver scelto di rimanere per poi crogiolarsi nel dolore.
    Tutti possono sbagliare una volta…e dobbiamo cercare di trarre una lezione da quello che è stato. Noi e i nostri mariti, che di sicuro hanno capito di aver sbagliato tanto. Diamo loro una possibilità, altrimenti tutto l’amore che predichiamo in realtà non lo dimostriamo….Ti abbraccio e spero che presto potremo gridare al mondo che ce l’abbiamo fatta!

  21. sheila01-29-2016

    Ciao Situazione Disperata…mi sono trovata a leggere la tua storia molto molto simile alla mia……vorrei esserti di aiuto….perche’ anche io ho bisogno di aiuto….sono passati 4 anni da quando ho scoperto tutto…e nel corso di questi anni ho sofferto tantissimo..psicologicamente e di conseguenza fisicamente…tuttora non ne sono ancora fuori però posso dirti che con il tempo il dolore si affievolisce….ti racconterò la mia storia….anche se quello che e’ piu’ importante e’ cercare il modo per superare il trauma e uscirne piu’ forti di prima….e’ difficilissimo..deve essere un obiettivo da raggiungere….vivo tuttora di alti e bassi…ma la tenacia non mi abbandona…vorrei poterti abbracciare e poter abbracciare tutte voi che ogni giorno combattete come me!!!!

  22. elisa02-15-2016

    “Come mi tratti ti tratto anch’io”

  23. elisa02-15-2016

    Solo cosi riesci ad andare avanti..io ci sono riuscita

  24. situazionedisperata02-21-2016

    Grazie grazie e poi grazie….
    Son ancora con lui ma ……
    Non è più come prima…
    Non riesco a baciarlo, a far l amore con lui….sono come un animale sdegnato.
    E per giunta mi sento pure in colpa perché lui ora è perfetto…
    Ci son momenti in cui lo guardo è sento di amarlo tanto.
    Altri in cui lo guardo e lo immagino a corteggiare ed ad adulare l altra e, come una bestia , mi repelle.
    Ero titolata a pensare che lui fosse diverso, era lui ad elevarsi e a fare grandi e importanti discorsi sul tradimento.Era lui a dirmi : chi ama non tradisce .Era lui o non era lui?
    Già….

  25. without name06-14-2016

    Non credo più a nulla, l’uomo non si pente, fa finta di pentirsi, per comodo, per vigliaccheria. Sono vittima di un manipolatore di prima categoria che mi ha diffamata pur di conquistarsi la parte della vittima di fronte agli altri e io di scuse non ne ho mai ricevute, perché io ero la sbagliata. Lui era un uomo DOPPIO che aveva una doppia vita e io l’ho saputo troppo tardi. Storia lunga, non ho voglia di raccontarla. Il fatto è che e questa è la mia modesta opinione: ci vuole coraggio ad aprire gli occhi, ci vuole forza per affrontare la verità, è più facile continuare ad illudersi. Lo avrei fatto anch’io se improvvisamente la vita stessa non lo avesse messo di fronte all’impossibilità di continuare, perché nascondeva chi era a me e non solo. Almeno voi avete avuto un scusa, almeno voi non siete state diffamate ingiustamente. Ora ho capito per esperienza che non c’è mai da fidarsi di ciò che un uomo ci racconta di un’altra donna, che noi non possiamo giudicare nessuno sulla base di un racconto di un uomo che te la sta raccontando, sapendo che tu ci crederai ciecamente, perché sa perfettamente ciò che vuoi sentirti dire. Scusate so che sono dura, ma penso che solo dove c’è verità c’è vero amore…

    • ebbbasta07-09-2016

      Ma questo sito è frequentato da belle addormentate? Cioè dico…dopo una certa età…si crede ancora alla favoletta? Nella vita TUTTO CAMBIA …tutto è EVOLUZIONE..TUTTO. Tradite? su cosa? dalla vs idea di coppia adsolutamente avulsa dalla realtà? Perchè non fate un serio percorso culturale storico sociale psicologico sulle dinamiche umane? Avreste tutte le risposte. Vi ha “tradito”? È pentito…che poi…pentito di cosa? Di aver sentito attrazionedesiderioetcetc per unaltra? Come fa a pentirsi di unqualcosa che ha “sentito”? Donne smettetela…siete patetiche…svegliatevi . O accettate e nel caso ricambiate…..se è il caso…o fanculizzatelo. IL TRADIMENTO ESISTERÀ SEMPRE CAPITO?sempre! nessuno ne è indenne! E sarebbe inumano non succedesse….stessa partner stesse passioni stesse cose per tot anni…che rincoglionimento cerebrale!

      • Situazionedisperata07-12-2016

        Grazie, nonostante il male che ho sentito nel leggerti, ti ringrazio Ebbasta.
        E’ tutto vero…lui l ha desiderata, voluta, corteggiata…
        Io ero una ebete….e lo sono ancora.
        Cos’è quindi per te respirare la vita insieme?
        Vuoi significare con il tuo scritto, che permetti sembra carico di rabbia, che per te amare e tradire devono alla lunga andare di pari passo?
        A te ti rende ‘non triste’ sapere che chi ami ti possa sovrapporre, mancare di rispetto, odorare un’altra donna?
        Insegnamelo per favore…
        Lo considererei un grande dono…

        • ebbbasta07-13-2016

          Certo che ti rispondo…io mi arrabbio perchè le donne continuano a infarcirsi la vita di….favole. Amare ha un tempo… avolte lungo…altre lunghissimo…a volte lineare…a volte no. Mi chiedo come raggiunta una certà età e viste le prove e i conti che la vita ci prospetta si possa pensare che un uomo o una donna passino 30 anni…per dire…di vita assieme….SENZA… mai venire meno a una promessa fatta ANNI PRIMA che di fatto è IMPOSSIBILE mantenere e non perchè lo dico io che non sono nessuno ma perchè la MATURITÀ porta a vedere al di là delle favole e a calarsi nell’umano e reale. Ora…. ti ha tradito etc etc etc però è rimasto con te…ok? mi dici cosa ti impedisce di far fagotto visto che sembra per te un dramma cosi insuperabile? Perche è questo che si fa,,,dopo il primo momento di “choc” e di svegliata verso la vita reale o si si va avanti e si elabora ciò che è successo per ridefinire valori , mete, aspettative di entrambi E SI CRESCE…uhhhh come si cresce…..o si TAGLIA. .., e credimi..si cresce ANCHE TAGLIANDO CIÒ CHE NON HA PIU SENSO DI ESISTERE. ..e si impara…per la prossima volta …perche entrambi cmq si ha responsabilità verso queste cose…entrambi…anche chi rimane vittima dei soliti narcisi per cui il discorso coppua non esiste e che continua imperterrita a sceglierli senza chiedersi un momentino se magari pure lei ha qualche problemino che la infice a dare tali scelte.. ….Piangersi addosso, far scontare per anni la pena…crogiolarsi nel ruolo della vittima ,( e tutte le pecore dietro a frignare e lanciare strali ma che sotto sotto, fidati, pensano: mal comune mezzo gaudio) , perchè di fatto èquello che emerge dai tuoi scritti, pensi sia la soluzione ? Guardati…un anno a star male….per cosa? per qualcosa su cui non si può tornare indietro? Decidi cosa vuoi essere. Auguri.

          • Ushiro07-21-2016

            Buonasera Ebbasta
            Penso che il piangersi addosso sia una normalissima reazione umana…chi più chi meno…lei si spazientisce a volte anch’io ma….ok non è il modo migliore per affrontare i problemi ma ognuno di noi ha carattere e tempi diversi per metabolizzare e uscire dalla sofferenza atroce inflitta da un tradimento….. voglio dire ci sta una richiesta d’aiuto e di conforto in una simile situazione…quel che non ci sta è la sua opinione cinica di attrazione,visione del legame di coppia e matrimonio….mi vengono i brividi alla schiena….un senso di repulsione mi perdoni…. misto pena per lo spreco….gran fastidio….sicuramente nel suo petto tempo fa batteva un cuore….ora è un pezzo di ghiaccio…..

            • ebbbasta07-24-2016

              Non faccia un uso strumentale del ” cuore” … chi tira fuori il ” cuore” di primo acchito è il primo\prima a disinteressarsene diquello degli altri

              • Ushiro07-25-2016

                Buongiorno Ebbasta….il mio cuore si disinteressa a quello degli altri? Bon dai…. poco male…..c’è già il suo a pensare a quello di tutti noi

  26. linda07-22-2016

    Buongiorno, mi associo ad Ushiro e aggiungo che è assolutamente legittimo reagire come la nostra amica “situazione disperata”, certo una volta metabolizzata la situazione(ognuno ha i suoi tempi) è necessario prendere in mano le redini della propria vita e iniziare un percorso nuovo. Ovviamente è tutt’altro che semplice ma, è una strada obbligata. Alla ns. “collega Situazione Disperata” vorrei trasferire ciò che ho appreso durante un percorso di analisi. Impara ad essere più egoista, vivi la tua vita in funzione di te e non di chi ti sta attorno. Cerca di crearti delle situazioni solo tue e non anteporre mai il bene degli altri al tuo! Insomma, Tu al centro del tuo mondo! Io ho iniziato a farlo da un pò e ti assicuro che dopo un pò di perplessità e stupore da parte di tutti coloro che conoscevano la Linda precedente, adesso si sono abituati e non mi rompono più le scatole. Vorrei dirti che sarà facile ma, non lo è, ciò che mi sento di dirti è che oggi vivo decisamente meglio.
    Un abbraccio a tutte
    Linda

  27. Situazione disperata07-26-2016

    Ringrazio tutti voi.
    Ringrazio a prescindere.
    Ringrazio anche il mio cuore che ha deciso di piangere tanto a lungo e sapete perchè?
    Perchè sono stata ingenuamente in grado di amare tanto.
    E sopratutto perchè, è vero, avrei potuto fargli fare fagotto e ricominciare, prendere una decisione netta e irrevocabile….ma chi sarei io oggi davanti allo specchio?
    Una donna che ha l’orgoglio vendicato e rispettato, ma non avrei mai saputo che un uomo può evolvere, migliorare…
    Ho pagato, sì….assumo tuttora medicinali…ma oggi vedo la mia immagine, con tanti segni in più, riflessa nello specchio, ma so di non essere una persona che ha messo a tacere i suoi sentimenti.
    Sentimenti…quindi, medicine o no, sono ancora viva, sono ancora integra….

    • Cleo11-07-2017

      ciao Situazione disperata, è passato del tempo da quando hai scritto questo post e vorrei sapere come è andata, come stai ora. Perchè io ho letto tutti i tuoi commenti ed è come se fossero usciti dalla mia testa. Anch’io vorrei abbracciarlo quando torna a casa e lo faccio, di impulso poi mi fermo e penso “ma lui mi cosa ha fatto?” , e ancora “come ha potuto”, Perchè e altre centomila domande che mi fanno dire cosa resto a fare qui. Come si può rimanere una vita insieme ad un uomo che ti ha fatto così male … io ho 38 anni, devo vivere spero almeno altri trent’anni e anche più con lui? che mi ha mentito e ha pensato solo al suo impulso, a togliersi una soddisfazione? ma perchè? non lo so … sto ancora qui però.

Leave a Reply

*

© 2008 Donne tradite