Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Da dove ripartire-Broken

Ho già scritto un po della mia storia tempo fa.. mi collego con il cell adesso è non ricordo più la password per entrare. Mi scuso già da ora per gli errori..
Io ho bisogno di conforto.  Ho fatto tutto ciò che c era da fare ma adesso mi sento una donna annullata. Guardo i pezzi di me stessa e nn so da dove ripartire per rimettere almeno insieme qualcosa di me..
Tutto inizia due anni fa.. lui mi tradisce e me lo dice. Sostiene poi di non avere più nulla a che fare con l altra se non un rapporto di amicizia.  Ovviamnete nn me la bevo e dopo poco tempo scopro che i due stanno insieme.. non lo so quante volte l ho riaccettato nella mia vita.. ho perso il conto di quante volte l ho cacciato x poi riprendermelo come una stupida, aiutandolo a distruggermi. . Abbiamo un figlio e io lo amavo da morire. Mi sentivo persa senza di lui e ogni volta che mi cercava mi sembrava di respirare di nuovo. Ma puntualmente scoprivo che la vedeva ancora. .. due anni passano così. . Tra le sue promesse d amore infinito x me è la sua vita parallela che mi uccideva. Torna a casa l ultima volta.  Ho avvertito di nuovo immediatamente quel senso di lontananza che sempre mi dava ragione.. vabbe. Ho spiato il suo whatsapp e ho scoperto x l ennesima volta i suoi “altarini”. Ho affrontato lei e mi sono ritrovata di fronte un fiume che mi ha travolta e affondata. Parole identiche x entrambe.. l ho cacciato come un cane. Gli ho urlato contro tutta la rabbia del mondo . E lei se l è  ripreso… la Buon samaritana non poteva lasciarlo in meZzo a una strada.. ma va bene . Non ho più niente contro di lei senon il fatto che cnq nn la considero una buona persona. Anzi nn la considero punto… era lui a dovermi del rispetto.  Non sono pentita di cio che ho fatto.. no.. ma mi sento vuota e c è  una parte di me che disperatamente continua a chiedere di lui e mi fa sentire un cane bastonato.  Abbiamo un bambino meraviglioso. . E 10 anni di vita condivisa.. la delusione che provo è  così prepotente che non mi lascia spazio x vivere.  Passata la rabbia sento solo questo vuoto e questa fragilità. . Vorrei che strisciasse ai mE in piedi. .x dirgli di no. Ma almeno non mi sentirei così inutile. Ho amato x dieci lunghi anni senza condizioni questa persona.. l ho amato con ogni parte di me. Mi sono presa cura di lui.. e non è  servito a nulla. Tutto il mio amore e tutto quello che sono è  stato buttato nel cesso e adesso vive l idilliaca storia d amore con quella brava ragazza che dopo avermi ammazzata insieme a lui ha colto la palla al volo x riprenderselo. . Io sono solo una stupida… l ombra brutta e trasparente di una donna ridotta in frantumi. Ditemi che passerà. .. io lo so che passerà. . Ma vi prego, ho bisogno di certezze.. io ne ho più. .

  1. Anais09-23-2015

    Broken,
    molti uomini fanno così. Raccontano ad entrambe le stesse cose o a volte cose completamente opposte. A volte amano entrambe, a volte raccontano di odiare la moglie ed amare l’amante finché non vengono scoperti: improvvisamente poi si ricordano di quanto amano la moglie e che l’amante non rappresenta nulla per loro e lo chiamano errore (chissà perché però non si rendono conto che l’errore è quando tradiscono, non solo quando vengono scoperti). Mi chiedo solo perché hai chiamato lei. Per vederci chiaro? Per sapere se l’amava? Per capire cosa c’era tra loro? Si sente spesso il bisogno di sentire l’altra, di avere un contatto con lei ma la maggior parte delle volte fa solo male, davvero male. Anche se è molto difficile, bisognerebbe evitare di mettere in mezzo l’amante perché, come dicevo ad un’altra ragazza che ha scritto qui la sua storia, le si da un’importanza che non ha. Ti chiedo solo una cosa… se stai così male perché non te lo riprendi? Lui, dopo essere stato cacciato da te è andato subito da lei per non rimanere solo. Dove poteva andare secondo te? Lei se lo è preso perché non aspettava altro, magari si è anche innamorata ed ora è felice. Tuo marito, una volta cacciato, non ha provato a far nulla per farsi riprendere in casa?
    Un saluto
    Anais

  2. Broken09-25-2015

    Ciao Anais. . Grazie per avermi risposto. Mi chiedi perché ho chiamato lei.. è una storia che va avanti da due anni. L ho chiamata perché ero e sono stanca morta. Io ho avvertito il bisogno di vederci chiaro e di scoprire ogni verità, in realtà perché volevo (e vpglio) liberarmi da tutta questa storia. Per due anni l ho riaccettato perché mi sono sempre nascosta dietro al “dito ” del dubbio. Vivevo nelle bugie che lui mi raccontava. Sapevo, lo sentivo, che erano bugie. Ma puntualmente luu giocava con i miei sensi di colpa “tu non rifletti mai, non hai nessuna certezza. Solo le tue intuizioni. Io volevo stare con te”. Questo era diventato insopportabile. Allora sono andata a scovare, a discapito del mio cuore, la verità. Il dubbio ammazza di più. Di fronte a tutto quello non potevo tenerlo ancora in casa. Lui le “sue scuse” le ha sempre pronte. Ancora oggi… “io lo facevo per questo è per quello”. Ma chi gli crede più. .. e in ogni caso, non c è mai una giusta motivazione per un tradimento. Soprattutto per una storia così brutta come quella che mi ha fatto vivere per due anni. Adesso sta con lei perché proprio come dici tu, lui mi dice che non sapeva dove andare e lei lo ha “accolto “. Ancora insiste sulla questione che questa sia più furba do me perché nn lo fa arrabbiare. Io a volte sorrido di fronte a tanta ignoranza, a volte mi sento invadere dalla rabbia. Vorrei poter dire di stare bene senza lui. Vorrei poter dire che non mi manca. Che non vorrei vederlo strisciare ai miei piedi. Ma non è così. Però. .. credo che la mia dignità vale di più. Anche più dell amore che provo x lui. Devo amare me stessa innanzitutto. Il mio non è orgoglio… io voglio semplicemente imparare ad amare e rispettare me stessa. Solo così il mio futuro (e quello di mio figlio) sarà migliore… con o senza di lui. Per me ormai è un mantra. …questo dolore passera. Speriamo…

  3. Anais09-28-2015

    Cara Broken,
    la mia, più che una domanda, era un’affermazione. Anche se si sbaglia (a chiamare l’amante) lo si fa per cercare una verità che non si riesce a trovare. Fa malissimo ma a volte è l’unica soluzione. Tuo marito ti ha confermato che sta con lei perché non sa dove andare (è un classico!) ma anche lui ha un forte orgoglio che gli impedisce di chiederti di tornare a casa e riprovarci. E’ addirittura arrivato al punto di dirti che lei è più furba di te perché non lo fa arrabbiare. Non cadere in questo gioco assurdo. Lo fa solo per farti ingelosire e farti arrivare al punto di pregarlo per tornare da te quando invece è lui che dovrebbe pregare te. Per quanto possa elogiarla lei non sarà mai quello che puoi essere tu. Tu sei la moglie, la madre di suo figlio e questo non puo’ equiparare nessun’altra donna al mondo.
    Prenditi altro tempo e rifletti su quello che vuoi. Tanto se te lo vuoi riprendere basta solo che tu glie lo dica e torna da te.
    Un forte abbraccio
    Anais

  4. Silvia09-29-2015

    Cara Broken, ti scrivo perché vorrei davvero tranquillizzarti e se riesco, riuscire a farti sentire un po’ di pace leggendo le mie parole. Anche io ho vissuto la tua stessa storia: esattamente due mesi fa tutto il mio mondo mi è crollato addosso, proprio come è successo a te. Ho amato il mio uomo così intensamente per tre anni, ho fatto di tutto per lui, al punto da arrivare a rinunciare ai miei sogni per far si che si realizzassero i suoi. Quando l’ho cacciato di casa dopo aver scoperto il suo tradimento, ho sofferto così tanto che pensavo davvero che non sarei più stata in grado di riprendermi. Ho pianto disperatamente ogni lacrima che potevo. Non credevo nemmeno potesse esistere un dolore così distruttivo. Ho smesso di ridere, di mangiare, di sognare. Non dormivo, crisi di ansia, depressione. Sentivo un costante bisogno di sentirlo, perché non potevo credere che tutti i momenti passati insieme potessero non valere nulla per lui. Ma ogni telefonata mi faceva solo stare peggio. Lo cercavo perché volevo scappare da tutto quel dolore e erroneamente pensavo che, riaverlo nella mia vita, avrebbe placato la mia sofferenza. Oggi invece ti posso dire con assoluta certezza che tutto il dolore che provi passerà. Non combatterlo. Lascialo fluire dentro di te e vedrai che ti cambierà, rendendoti più forte. Accetta quello che ti è successo ma non cercare di dargli un senso perché non puoi. Capisco ciò che si prova a sentirsi inutile. Tu hai dato così tanto valore alla vostra vita insieme, mentre lui non ti considera, non ti apprezza. Tu piangi, ti disperi, lo pensi continuamente, mentre lui ora è felice con lei. Capisco anche il dolore che provi pensandolo con lei. Io ho avuto incubi per settimane. Non riuscivo a passeggiare in mezzo alla gente. Li vedevo dappertutto. Però credimi, ad un certo momento, ti sveglierai una mattina e sentirai di respirare in modo diverso. Comincerai a fare timidi sorrisi e poi un giorno esploderai in una risata contagiosa. Mi ci sono voluti due lunghissimi mesi di sofferenze senza limite ma oggi sento che ne sto uscendo. Tu sola hai la forza e il potere di farlo. Riprenditi la tua vita e la tua felicità. Non smettere di credere che passerà. E ricorda che è lui che perde una persona bella come te, non il contrario. Cerca per te un uomo che ti ami e ti rispetti come meriti e lascia che lui rovini la vita di qualche altra donna. Non la tua. Due mesi di sofferenze, per quanto profonde, non sono niente in confronto alla vita di infelicità che avresti avuto con lui. Lui ti avrebbe sempre fatta sentire insicura, la parte rinunciabile della sua vita. Avresti sempre sentito di non essere amata abbastanza. Hai fatto bene a cacciarlo e non tornare mai indietro. Guarda sempre e solo in avanti. E ti prometto che passerà. Io ne sono l’esempio! E mentre tu sarai di nuovo felice un giorno, perché sei una persona vera e capace di amare, lui si ritroverà senza nulla, perché non è in grado di provare sentimenti profondi. Ma non smettere di credere in te stessa. Un abbraccio forte

  5. Broken10-01-2015

    Care Anais e Silvia. .. grazie grazie e ancora grazie… le vostre parole muovono in me un po di forza. Io lo so che ce la farò. .. lo sento. Ma spesso il dolore mi assale e schiaccia tutto. Forza e volontà comprese.. vivo a giorni alterni. Uno sto bene, mi sento forte e unica. L altro riaffondo. Cado giù in un baratro senza possibilità di luce.. ma, proprio come mi avete scritto, cerco di vivere al 100% tutto. Anche questo dolore. Non voglio rinnegarlo perché c è ed è giusto che sia così. . Forse viverlo adesso mi aiuterà in futuro a non ricommettere errori, soprattutto con me stessa… cerco però di farmi forza. Vorrei avere un obiettivo diverso ogni giorno. Seppur piccolo… due giorni fa mi sono sentita una potenza (e adesso faccio fate una risata anche a voi) solo perché ho rimesso a posto da sola lo scarico del bagno… non so se ridere di me o piangere. .. sentirmi utile al cesso … ma intanto ce l ho fatta da sola a dimostrazione che non ho bisogno di nessuno e che se mi va sostituisco pure l idraulico

Leave a Reply

*