Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Dolore-Serena

Carissime anche io voglio raccontare la mia storia di donna tradita che va a sommarsi alle altre storie fotocopia che ho letto in questo sito a noi dedicato.
Erano 9 anni che convivevo con questa persona, un uomo favoloso, carino,premuroso insomma uno di quegli uomini che ti mettono su di un piedistallo, tra l’altro una persona con una malattia neurologica molto importante che necessitava se pur minimamente del mio aiuto, aggravato dal fatto che io sono un medico e che l’aiutare le persone è il mio lavoro.
Non mi ero accorta di nulla, solo a posteriori mi sono tornati alla mente i suoi continui ritardi nel rincasare dopo il lavoro, avere sempre il computer acceso specialmente dopo che stanca dopo una giornata di lavoro me ne andavo a letto prima di lui, il cellulare sempre in mano al quale arrivavano in continuazione messaggini, ma purtroppo quando ci fidiamo cecamente della persona che abbiamo accanto non diamo importanza a tutto ciò…, ci fidiamo e basta.
Era il Giugno del 2014 quando un suo amico mi chiama per sentire come stavo e mi mette la fatidica “pulce nell’orecchio”…., non volevo credergli ma comunque ho iniziato a cercare un qualcosa che mi portasse a capire …, ma cosa!? Ho guardato in tutte le tasche dei pantaloni, giubbotti alla ricerca di un bigliettino, ho controllato la sua posta elettronica ma ancora niente, non avevo niente in mano che mi conducesse alla verità se davvero lo fosse stata cioè che il mio compagno avesse un’amante……
Mi sono fatta coraggio e così un giorno lui è rientrato da lavoro e gli ho semplicemente detto mostrando una chiavetta di memoria del pc “in questa chiavetta ci sono messaggini, foto, e conversazioni via skype… vuoi che l’apra o mi dici tutto?” Molto candidamente mi ha detto “si è tutto vero” ed ironia della sorte questa bravissima signora rovina famiglie si chiama come me, già Serena ed è una sua cara collega di lavoro. Mi è crollato il mondo addosso, il mio cuore batteva così forte che non riuscivo a respirare…., lui molto tranquillo mi ha detto che era il suo amore che lei aveva bisogno di lui mentre io ero una donna forte che anche a casa indossavo il mio camice nei suoi confronti che mi voleva bene come ad una sorella e che la loro relazione durava da sei lunghi mesi…
L’ho invitato a scegliere con quale delle 2 Serene avesse voluto stare …. E lui ha scelto, eccome se ha scelto ….
E’ tornato a stare a casa sua convinto che di li a poco gli si aprissero le porte delle ville di questa persona (molto ricca), ed invece le cose non sono andate come lui pensava, questa cara signora è una persona egoista e viziata che ha giocato tenendolo sempre sul filo di lana, lui è una persona non solo con una grave patologia neurologica ma senza una laurea, cosa di fondamentale importanza per accedere in quel contesto familiare, senza un patrimonio e quindi secondo questa brava persona inadatto al suo ceto, pertanto non avrebbe mai potuto essere presentato ne alla sua famiglia ne ai suoi amici.
Con me era diventato freddo, io avevo bisogno di lui come l’aria per respirare, lo chiamavo e immediatamente si metteva ad urlare negando addirittura che loro stessero insieme, anzi mi diceva che Serena (l’altra si preoccupava per me ), che erano solo amici.
I mesi passavano io avevo difficoltà anche a lavorare, i miei pazienti si erano fatti dare il numero del mio cellulare e il mio indirizzo dalla mia infermiera che è stata una sorella insieme ad un’altra collega che anni prima aveva subito lo stesso trattamento da suo marito , ho ricevuto talmente tanto affetto dalle pazienti che mai avrei immaginato, pensate io che al di fuori dell’orario di servizio restavo in ambulatorio per aiutare le persona che ave vano bisogno di me, in quel baratro buio nel quale ero caduta non mi importava niente di loro.
Le mie giornate trascorrevano con il pensiero a lui, cosa farà, dove sarà, ma a lui non importava nulla della vecchia Serena , anzi ero un intralcio sulla sua strada …
Nonostante tutto ho accettato di vederlo con il contagocce, ho accettato di ascoltare le sue conversazioni con l’altra persona, ho accettato di essere scaricata davanti al cancello di casa nostra per poi ripartire a gran velocità con un sorriso smagliante verso casa della sua amata…. E’ stato un oceano di bugie di sotterfugi, ha negato (facendomi passare per una pazza isterica) a suo fratello e a due suoi amici/fratelli che non era vero che si sentivano ancora e tantomeno si vedevano, che la loro storia era finita nel giugno dell’anno successivo, ma invece ero certa che le mie paure non erano frutto della mia immaginazione , infatti la mia città è piccola e a volte i casi della vita esistono … ,per caso ho scoperto che una persona di mia conoscenza era legata alla famiglia di lei per cui avevo tutte le informazioni inerenti la loro storia e quindi sapevo che si continuavano a vedere , a scrivere , anche se sapevo benissimo che per i motivi che detto pocanzi la loro storia non si sarebbe mai coronata con un lieto fine…
Sono passati due anni e mezzo da quel lontano giugno 2014 , la loro storia è finita ma l’ombra di questa brava signora c’è sempre, per me adesso è un amico, se fosse per lui tornerebbe con me, ma in me è scattato un qualcosa per cui invece che dimenticare mi tornano alla mente tanti frammenti dolorosi e non riesco a scancellare il male che mi hanno fatto, questo trascorso doloroso che solo chi ha provato capisce fino in fondo cosa vuol dire….., notti passate a piangere, giorni senza mangiare (ero dimagrita 18 kg), la voglia di chiudere gli occhi per non riaprirli mai più..,ma purtroppo di dolore non si muore, il tempo a volte è amico ma a volte è il tuo peggior nemico, comunque questo percorso tempestato di dolore mi ha cambiata, ero una donna tanto dolce per le mie pazienti e altrettanto spietata se qualcuno faceva del male a me o alla mia famiglia…, pensate nonostante i primi giorni cercavo vendetta nei confronti di quella persona che aveva portato disperazione nella mia vita non ho mai fatto niente, so che prima o poi il male che lei ha fatto a me e ai miei cari le si ritorcerà contro.
Mie care non so come certe persone che sanno benissimo che gli uomini sui quali hanno messo gli occhi sono sposati, fidanzati e comunque hanno una relazione di coppia non si mettano una mano sulla coscienza e se davvero sono donne con la D maiuscola si tirino indietro dallo sfasciare una relazione.

Leave a Reply

*