Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Il buio del giorno-Melly

Mi sono sempre ritenuta una ragazza abbastanza capace di leggere gli occhi delle persone, di capire quando qualcuino mi dice la verità o quando no, mi sono sempre ritenuta all’altezza, pronta, perfetta. Questa volta invece no, mi sento sotto la sua anima, sotto i suoi piedi, sotto questa situazione, e me ne sento schiava. Voglio uscirne in qualche modo, qualsiasi esso sia purchè mi consenta di essere libera; libera da queste insicurezze, libera dal mio umore che cambia per ogni espressione che non riesco a decifrare, per ogni atteggiamento che mi sembra insolito. Vorrei e desidero ardentemente essere libera da questa tristezza che mi percorre ogni volta che immagino lui che pensa a qualcuna che non sia io, che desidera qualcuna che non sia io, che voglia cio’ che ha con me con qualcun’altra.
La mia storia è assai complessa, ma quale non lo è? Tutto nasce l’anno scorso, a luglio quando io decido di cambiare lavoro. La mia vita era perfetta, convivevo da 2 anni quasi con un bellissimo ragazzo, pensavo fosse amore, era la luce del sole dopo la tempesta della mia triste infanzia e sconsolata adolescenza. E poi incontro i suoi occhi.
Era il titolare di quell’azienda, il lavoro non mi convinceva neanche ma sarei tornata il giorno dopo per rivederlo, per incontrare ancora i suoi occhi. Avevo gia’ tradito il mio ex ragazzo 100 volte con il pensiero in una sola notte, era un desiderio passionale, carnale, LO VOLEVO.
Cosi’ iniziai a lavorare per lui, per due mesi tutti i giorni la sola e unica motivazione che mi spingeva ad andare a lavoro erano i suoi occhi e la scia di profumo che lasciava la mattina, come se mi dicesse “ecco, annusami” .
In agosto si organizzò una vacanza, e lui invitò me  ed altre 3 persone. Ne fui immensamente felice, proprio io, proprio me?
Durante il viaggio, durato diverse ore, lui mi invitò a percorrerlo nella sua auto, cosi’ì per stare in compagnia, Ero emozionata come non mai. Chissenefregava se dovevo trascorrere ferragosto lontana dal mio ex compagno se avevo la possibilita’ di stare una settimana al fianco del mio piu’ segreto desiderio?
E cosi’ dietro, seduta imbarazzata gli fissavo il collo, le orecchie, immaginando le mie labbra li attorno, immaginando il suo sapore.
Una settimana senza alcun risultato, perchè non mi calcolò. Pensai davvero che fosse impossibile avvicinarlo, manco mi guardava e le provai tutte, le piu’ pazzie possibili, perfino girare in culotte davanti agli altri colleghi per far si che lui mi notasse, ma nulla.
Al viaggio di ritorno però…. lui si mise dietro in auto con me, perchè desiderava dormire, e si addormentò. Cosi’ come l’ultima settimana trascorsa passai quella mezzora a fissarlo, a sentire il suo profumo sotto il mio naso che mi tentava, i miei colleghi davanti che guidavano, ed io dietro, ad immaginare. Cosi’ assonnato, d’impulso disse solo “Posso?”, e si poggio’ sulle mie gambe. Mi venne la pelle d’oca e in testa mia dissi solo “è fatta è mio” – Mi addormentai.
Al risveglio imbarazzatissimi entrambi non aprimmo bocca, e niente fu piu’ tirato fuori, passò qualche giorno e per una mia questione famigliare mi licenziai con il rimpianto di non vederlo mai piu’,
A settembre si fece sentire, con uno stupidissimo messaggio, che disse di avermi inviato per errore. Da quel venerdi’, da quella sera , continuammo a sentirci tutte le notti, tutte le mattine, tutti i pomeriggi e le sere. Avevo il mio compagno in casa ma io mi rintanavo in bagno per scrivergli cosa stessi facendo, cosa avessi fatto durante la mia giornata, cosa avessi mangiato e quant’altro.
Cosi’ una mattina, di nascosto ci incontrammo. Ricordo che scelsi cosa indossare a fatica, ero emozionatissima, lo avrei rivisto dopo un mese e mezzo, dopo quel giorno che lui si poggio’ sulle mie gambe, e tutto si fermò. Volevo riprendere tutto da li, e ci provai.
Lo andai a prendere dal centro della citta’ perchè lui curioso, desiderava vedere casa mia situata in pieno centro.
Aveva dei pantaloni blue, una t shirt e un maglioncino, occhiali da sole e addosso il suo immenso sorriso raggiante di sempre e quella scia di profumo che mi pervase il corpo e la mente. Lo salutai con un 3 baci, emozionata gli dissi “che imbranato , manco sai girare da solo, seguimi non è lontana casa”. Aveva in mano una sportina con dei dolci, mi aveva preso la colazione.
Entrammo in casa, non avevo neanche timore che magari potesse arrivare il mio compagno, per me tutto era nullo.
Iniziò a gironzolare per casa con fare curioso, toccando tutto aprendo tutto, “è colorata, mi piace, sa da casa” , “profuma qui” e annusò le candele. “vuoi?” – sembravo muta, non sapevo cosa dire e cosi’ lo ascoltavo, lo studiavo. Ci sedemmo sul divano a parlare, del suo lavoro, di me, di lui, di me…di lui…. Si alzò, “devo andare ora”… rimanemmo in silezion, mi abbracciò , e andò.
Ci sentimmo a seguire nei giorni, mi invitò nel suo ufficio di sera, dove trovai candele per terra accese ed una coperta, ci fermammo a parlare per ore ed ora, finchè vogliosa delle sue labbra non lo baciai di prepotenza portandolo a me, assaggiando finalmente la sua lingua. Sentii le piu’ grandi e belle emozioni mai sentite prima, e pensai che stessi morendo. Il giorno dopo mi invitò a casa sua, non andai a lavoro, presi un taxi e ci andai.
Scelsi con cura la mia biancheria, sapevo cosa volesse fare, sapevo che era il momento, per noi. E cosi’ ci spingemmo oltre al bacio, oltre al desiderio e facemmo l’amore. Mi sentii, una DEA. Era mio diavolo, dopo mesi,. ERA FINALMENTE MIO.
Da li a poco seguirono altre sere ed altre mattinate dove ci incontravamo segretamente per fare l’amore, per mangiarci per assaporare l’essenza l’uno dell’altro. Solo spogliarmi davanti a lui era impossibile, m’invadeva un imbarazzo incredibile, lui era LUI.
Lasciai il mio ex compagno, e mi dedicai solo a lui, volevo essere sua, ma volevo essere anche certa che non stesse giocando.
Passarono mesi, e a marzo per varie situazioni createsi prima lo lasciai.
Mi raccontò mentre stavamo assieme, nei nostri weekend di passione prima a Venezia, a Verona, a Bologna Firenze…di una sua ex ragazza a cui aveva tenuto moltissimo, l’unica che per davvero lo aveva capito lo avevo amato, l’unica.
Non fui mai gelosa di lei, perchè+ anche per me il mio ex compagno pur avendolo tradito era una persona importante dopo tutto. Ex che ormai aveva un figlio con un altro uomo, quindi anche fuori dalle probabilita’ di ritorno.
Avevamo superato il timore che aveva di dormire in camera dove dormiva con lei, dove per notti insieme consumavamo le nostre energie intrecciandoci.
A marzo insomma lo lasciai, per vari motivi, fino a fine maggio inizio giugno dove sentii la sua mancanza piu’ che mai e mi tornò la voglia di lui, forse mi tornò il pensiero di quanto lo avessi desiderato, e di quanto con gli altri mi trovavo fuori posto.
Cosi’ stupidamente sbloccai tutti i suoi contatti e lui mi contattò dicendomi che stava assieme ad un’altra, e chiedendomi come potessi stare…cosi’ì iniziammo a sentirci, ci rivedemmo e ci baciammo, da li ricominciò tutto fino a che lui non lascia questa sua nuova fiamma per me, come passi decidiamo di andare a vivere insieme.
Tutto qui bene e ok, litigi soliti di coppia ma sempre risolvibili.
Un mese fa circa mi dice che la sua ex storia si fa sentire chiedendogli un informazione su un posto di lavoro, e mi dice da li a una settimana dopo che lei scrive nuovamente  a lui indicando che secondo lei lui non era felice e le solite cazzate da ex. Io in silenzio ad ascoltarlo, credendo alle sue parole ferlice che comunque me ne stesse parlando.
Passiamo 2 settimane strane, lui distante, dice  di essere stufo di tutto, non facemmo neanche l’amore che tanto ci piaceva fare, diceva di essere stanco per il lavoro, che se avesse avuto ostacoli avrebbe mandato a cagare tutto per seguire il lavoro che quello che io vedevo mesi prima preso di me non c’era piu’ e che dovevo adeguarmi…………..
Non capendo ilt utto dopo qualche giorno gli dico la tipica frase “so tutto, ho parlato con lei” , cosa non vera, era solo per spingerlo a parlare. Cosi’ si veste e si prepara per andar fuori, al che io faccio la stessa cosa per mostrarmi piu’ forte. Lui inizia a dire che non vuole stare con me, che devo andarmene e chE GLI MANCA. A quella frase gli tiro una sberla seguita da gesta sue violenti e mie peggio. Tutto questo finisce con la sua frase “è una cosa mia…come tu hai un bel rapporto con il tuo ex… io con la mia, non puoi entrarci cosi’ veloce, non puoi entrare nella mia testa tu non sai niente, tutto questo io potevo averlo con lei ma mia madre non volle ed ora che sto con te mia madre è felice, io non le capisco queste cose… e comunque è una cosa mia stanne fuori, non addossarti non soffocarmi”, facemmo pace perchè era troppo tempo che non lo abbracciavo. Non mi diceva “ti amo” da giorni… me lo disse qualche giorno dopo a casa di sua mamma ” se volessi lei andrei a riprendermela, se voglio qualcosa me la prendo, a prescindere se è sposata con un figlio, invece sto con te, ti amo” – ….
Dopo le ferie di ferragosto gli spio il telefono che era collegato contemporaneamente su fb….scriveva a lei “oi buongiorno, quando ci sei rispondi” e altri messaggi con “non voglio disturbare , volevo solo chiederti una cosa”  lei leggeva e non rispondeva… fino a che non risponde “ciao dimmi” e lui scrive “come stai? volevo saperlo cosiì’ se ti va” e lei risponde “dovevi chiedermi una cosa, che c’è?” , e lui non risponde piu’ dato che stava rientrando da lavoro, noto poi nel registro attivita’ di fb che da li ad un mese cercava e guardava SOLO ed esclusivamente il suo profilo e quello dell’attuale compagno ovvero padre del figlio… Al che io faccio finta di niente, e qualche giorno dopo gli chiedo per sms mentre è a lavoro “amore va tutto bene? ” e lui arrabbiandosi mi dice che sono un peso che devo smetterla, poi torna a casa, e fa finta di niente.
Sabato scorso litighiamo perchè io gli dico che gli avevo guardato il telefono e lui arrabbiandosi dice fai quello che vuoi, non starmi addosso, mollami, trovatene un altro. Quando è arrabbiato dice sempre cose cattive ma io ORA non so piu’ distinguere.
Da sabato scorso ad oggi le ricerche del suo profilo sono diminuite e alla domande che gli ho posto “perchè?” lui mi ha detto che non posso capire, che voleva chiederle solo se era vero che io e lei ci eravamo sentite. Da quel giorno loro non si sono piu’ sentiti e ripeto le ricerche sono diminuite… ma NON so piu’ cosa pensare. Perchè fa cosi’? Non mi ama? Vuole lei? SONO SCHIAVA DEI SUOI E DEI MIEI UMORI. SONO STANCA.

  1. Creamy08-27-2014

    Sei stanca? Ci credo! Ma quanti anni ha lui? 10? Mamma non ha voluto…potevo stare con lei…mi manca… Ma lascia che vada uno così! Scusami sai se sono così dura però l’incertezza, il senso di insicurezza..sono tutte cose che ti annientano giorno dopo giorno. Mentre tu ti logori scervellandoti sul perchè e sul per come, lui ha la testa da un’altra parte.
    E sai perchè? Perchè tu sei lì con lui, sei presente, gelosa e innamorata e lui non ti “vede” più. Stai diventando trasparente ai suoi occhi perchè lui sa che sei sempre lì che lo controlli, che lo aspetti, che lo cerchi…
    Prima di mandarlo definitivamente a quel paese..prova a cambiare strategia: inizia a trattarlo con moderata indifferenza, esci da sola, senti qualche vecchia amica e torna ad uscire con lei….iscriviti ad un corso di qualcosa che ti piace ma senza coinvolgerlo….insomma devi ricominciare a farti desiderare perchè altrimenti rischi che lui si fissi con il pensiero della ex (che non riesce ad avere e ormai rappresenta tutto quello che è desiderabile proprio perchè non può averlo).
    Lascia che si renda conto da solo di quello che vuole..non stargli addosso..non domandargli…osserva pazientemente da lontano e cambia atteggiamento.
    Poi scrivici se noti qualche cambiamento..
    Intanto ti abbraccio
    Creamy

  2. azzurra08-29-2014

    Cara sono assolutamente d accordo cn creamy…innanzitutto un uomo ke sta ancora sotto la gonnella di mamma e’ da scartare a priori…sn stata 10 anni cn mio marito k anke x fare un figlio ha kiesto il permesso alla madre…seconda cosa..lui e’ ancora preso dalla ex?????…mandalo a pascolare le pecore!!!!!!
    Fagli sentire la tua mancanza..e se ci tiene tornera…altrimenti “ciaooooooo”
    Ma ke ti manca?…inizia ad uscire cn amike…fatti bella..pensa alla tua vitaaaaaaa…..facci sapere!!!!un abbraccio

  3. Tory09-21-2014

    Ciao cara,
    sono d’accordissimo con le precedenti risposte ma…perchè sprecare tante energie per una persona che tratta in quel modo?
    perché????
    certo che ritornerebbe se tu mettessi in atto le strategie proposte, non ho dubbi…ma vale davvero la pena?

    concentrati su te stessa e risponditi

Leave a Reply

*