Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Il dolore dell’anima-Monica

Riassumo tutto così…Qualcosa che non vedi ma c\’è,ti uccide a poco a poco,cancellando i tuoi sogni,i tuoi valori,le tue certezze.Ti illudi di essere l\’unica,perfetta perchè respiri la sua stessa aria.Cammini sospesa tra realtà e bugie,chiedendoti cosa sia giusto e cosa no..Ami incondizionatamente,sapendo che prima o poi consumerai questo dolore fino a bruciarti l\’esistenza.Resisti perchè forse così dev\’essere,ma poi ti accorgi di non avere più armi.Ti senti in competizione con tutto il mondo anche con te stessa e con lei,che non sa o non vuol sapere quanto dolore può aver recato ad un \’altra donna.Poi c\’è lui per il quale moriresti ma che ora non ne sei più sicura.E\’ qualcosa che non si vede e che c\’è ma non hai la cura.Monica 47 anni 23 di matrimonio 6 di fidanzamento un figlio di 22 e quasi 10 anni di Elisabetta che ancora non molla

  1. Azzurra07-24-2014

    …..”Elisabetta che non molla”…..questa frase mi ha molto colpito!
    Ciao Monica….che strana sensazione che mi hai fatto provare…un senso di grande dolore e e avvilimento.
    Non immagino cosa significa opportare una situazione del genere…..se ho capito bene la situazione naturalmente!!!!!!

  2. Antonella807-25-2014

    Carissima Monica stessa età stessa storia stesse bugie, vivo nella speranza che qualcosa intervenga a rompere l’equilibrio delle sue giustificazioni, per me irreali , per uscire definitivamente da questa situazione. Comprendo a pieno il tuo dolore quasi lo percepisco ma non dobbiamo farci sopraffare, io sto imparando a conviverci, quando mi accorgo che sta prendento il sopravvento non cerco di mandarlo via , al contrario, lo vivo intensamente così giorno dopo giorno spero diventi sempre pìù debole da soccombere. Non piace neanche a me vivere in questo modo, quasi non mi riconosco, ma sono certa che un giorno ritorneremo a sorridere non solo con le labbra ma con il cuore pieno di serenità. Un abbraccio Antonella compagna di sventura.

    • Simona07-27-2014

      “Elisabetta che non molla … ” vivo da ormai diversi anni anch’io un tormento simile, e so cosa si prova. Divisa tra il desiderio di salvare la mia famiglia, il mio sogno d’amore, e il bisogno di difendere la mia dignità di donna mollando tutto e tutti, mi son resa conto tardi di vivere un’apparente normalità, fatta di bugie, sotterfugi, viaggi di lavoro sempre più frequenti … Come ho fatto ad essere così cieca, così stupida ? Semplice: mi fidavo. Non so ancora come faccio a reggere, credo di essermi costruita una corazza che indosso quotidianamente ma che pesa ogni giorno di più e della quale mi disferei volentieri in cambio di un abbraccio sincero .

    • monica07-29-2014

      Grazie di cuore non sapevo potessero esistere storie simili alla mia…..anche se ho raccontato poco avete capito alla perfezione il mio stato d’animo….sono 10 anni e da solo 2 che so,che questa donna se così la voglio chiamare, lavora con mio marito tutto il giorno…la prova una lettera d’amore trovata per caso 1l 26 agosto del 2012 ora convivo con bugie con dolore e senza quel sorriso che mi è stato tolto.non serve essere bella e soddisfare il proprio uomo sotto tutti i punti di vista e dico sotto tutti i punti di vista perchè è così….forse dopo tanta ingenuità cosa, che l’altra non ha ho capito che chi non ti ama ti fa del male.
      Vivo ciò che ricevo ma ho le mani legate non ho avuto nessuna prova concreta solo quella maledetta lettera scritta da una donna poco colta che mette gli accenti dove non vanno e che voleva prendere il mio posto..non so se ci sia riuscita lui sta con me e giura amore eterno ma nella vita alle volte si fanno scelte sbagliate e la mia è stata quella di restare per amore,,se lo avessi amato un pochino meno avrei avuto meno difficoltà nel mandare tutto a rotoli,L’avrei data vinta all’altra ma in ogni caso lei c’è e io non ho la gomma per cancellarla dalla mia vita.. io non l’ho cercata è lei che c’è entrata ovviamente con un complice del quale io mi fidavo e respiravo la sua sua stessa aria come ho già scritto Grazie a tutte davvero grazie

Leave a Reply

*