Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Lisa

io “stò” con lui da 9 anni mi son trasferita lontano dalla mia famiglia per stare con lui dopo 6 mesi che vivevamo assieme ho scoperto che mi tradiva (causa del mio lavoro che ero e sono tuttora troppo assente premetto che lavoro spezzato e anche di sera secondo me)ho deciso di perdonarlo e siamo andati avanti bene poi dopo 4 anni sono rimasta incinta e quasi al terzo mese scopro che lui ha un altra e nn solo pure lei è rimasta incinta sembra di lui ma nn con assoluta certezza perche aveva altri sono stata male male da morire ma portavo sua figlio in grembo l ho buttato fuori di casa per 2 mesi poi ero sola senza amici in una città che nn era la mia, famiglia lontana provavo vergogna a chiedere aiuto orgogliosa come sono quindi lo ho ripreso cn me un po per il figlio che aspettavo che nn volevo crescesse senza un padre un po che quando si è incinte si è molto fragili per certi aspetti e aguerrite in altri io son stata sciocca pensavo di fargliela pagare ma a pagare son sempre stata io cmq poi la fiducia ha fatto fatica a riguadagnarsela ma ce l ha fatta poi di nuovo quest anno mi ha tradito e poi se ne è andato di sua spontanea volontà dal 1 di novembre insultandomi pure ma si è pentito già a fine mese ora vorrebbe tornare e io nn sò cosa fare soprattutto peer mia figlia quindi ho deciso di mandarlo da uno psicologo e lui a accettato ma lo psicologo ha coinvolto me e ora mi ritrovo a dover fare una terapia di coppia grazie atutte per lo sfogo concesso voi che avreste fatto?????????????? Creamy tu che mi consigli????????????’

  1. Chiara02-11-2013

    Cara Lisa,
    la tua storia mi ha colpito molto, come tutte le storie in cui ci sono dei bimbi piccoli.
    Come ho già detto in altre occasioni, non è facile neanche per me dare un consiglio a una mamma perchè già quando siamo “solo” Donne, mogli o compagne ci diamo mille alibi per rimandare decisioni dolorose….quando diventiamo anche mamme la situazione si complica ulteriormente perchè ci sentiamo responsabili anche verso nostro figlio.
    Mi sono chiesta: “Cosa le consiglieresti se non ci fosse una bimba in questa storia?”
    La mia risposta è stata immediata: “Le consiglierei di trovare il coraggio per ricominciare senza un uomo del genere accanto”.
    Mi ha colpito molto quel tuo “sto” con lui da 9 anni tra virgolette… perchè? evidentemente non lo senti o forse non lo hai mai sentito veramente vicino a te…
    L’amore non può essere ridotto ad uno “stare” con qualcuno. Il tradimento si potrebbe perdonare se nel rapporto ci fosse qualcosa di più forte o quando il tradimento è stato solo uno sbaglio dettato da impulsi “incontrollati”….non consiglierei mai ad una mia amica di perdonare un deficiente che intratteneva una relazione con un’altra mentre lei era incinta o che non ha avuto riguardi per la sua situazione di svantaggio dovuta al trasferimento in un’altra città e che non ha pensato alle conseguenze delle sue decisioni sulla vita della sua compagna…
    No! Essere diventato padre non fa di questa persona un Uomo..non possiamo perdonare chi ci ha messe da parte in un angolo sapendo di trovarci sempre lì ad aspettarlo.
    E’ questione di rispetto, di dignità e di altri valori che anche tua figlia dovrà fare propri e tu, come madre, dovresti darle il buon esempio.
    Un’altra cosa che mi ha colpita è stato : “ho deciso di mandarlo dallo psicologo”..
    ti capisco perchè l’ho fatto anch’io nella speranza che qualcun altro potesse far rinsavire il mio deficiente nonostante, da psicologa, sapessi che nessuna terapia può funzionare se non è cercata da chi ha il problema perchè dallo psicologo ci vai quando sei consapecole di quello che sta succedendo e che hai bisogno di aiuto.
    Andarci è stato per lui un ennesimo accontentarti ma non è detto che funzioni perchè, infatti, la userà per colpevolizzarti ancora di più facendoti “capire” che magari anche tu hai sbagliato.
    Certo che hai sbagliato anche tu, sicuramente hai la tua parte di colpa ma nulla può giustificare una doppia vita al di fuori della coppia… per il tradimento non possono esserci alibi.
    Quindi, cara collega, ti consiglio di prendere le distanze emotivamente e fisicamente da quest’uomo perchè tanto questo non toglierà un padre a tua figlia ma, di sicuro, le restituirà una madre coraggiosa che ha rispetto per se stessa e che le potrà insegnare che al mondo niente e nessuno deve costringerci all’infelicità perchè noi possiamo scegliere. Hai un cuore e un cervello, è tutto quello che ti serve.
    Le difficoltà pratiche si risolveranno una alla volta, basta prendere una decisione e portarla fino in fondo.
    Se quello che ti preoccupa sono le cose pratiche scrivimi pure qui o privatamente per consigli più mirati perchè non so se siete sposati e non conosco altri particolari che possono essere importanti per decidere come agire.
    Intanto ti abbraccio,
    tua Creamy.

Leave a Reply

*