Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Per più di due anni credo che mio marito sia impotente e invece….-Sara

Era Gennaio 2012 quando mio marito, all’improvviso, non è più riuscito a fare l’amore con me. L’ho catalogato come impotente e ho cominciato a trattarlo come un malato, tentando approcci non convincenti sempre più rari che nel 90% dei casi finivano in un mortificante epilogo. Così ho cominciato a rassegnarmi a vivere un matrimonio senza sesso, in nome dell’amore che mi legava a lui. A Ottobre del 2014 (avete letto bene: due anni e mezzo dopo) comincio ad avere dei forti sospetti su una relazione tra lui e una sua ex collega (che nel frattempo aveva cambiato lavoro). All’inizio caccio via i pensieri nella convinzione della sua impotenza, ma poi decido di affrontarlo e in pochi minuti la mia vita si stravolge: ammette che avevano avuto una storia nell’estate del 2012, pochi giorni dopo la “allunga” fino a tutto il 2013 e solo dopo le mie insistenze pazzesche di due lunghe settimane di discussioni finisce con il confessare che la storia è durata fino a quando non l’ho affrontato io con i miei sospetti. Due anni e mezzo di tradimenti, di menzogne, di sesso con l’altra e non con me. Lacrime, pianti, disperazione da entrambe le parti. Siamo riusciti a non dire nulla a nessuno, né amici e né parenti, perchè volevo tutelare le nostre bambine e volevo capire da sola cosa fare. Abbiamo optato per una terapia on line che è stata preziosissima, solo che oggi, a distanza di 6 mesi da quel maledetto 6 ottobre, io ancora non l’ho perdonato. Lui ha cercato di spiegarmi che il nostro rapporto era stanco ma che a modo suo mi ha sempre amata. Io ho fatto degli sforzi sovrumani e sono arrivata a capire perchè è cominciata (lui e la collega erano a 1000 km da casa e tornava solo per il weekend ogni 15 giorni, trovandomi stanca con le bambine e stressata). Quello che non capirò mai è perchè non è riuscito a smettere nonostante avesse continui sensi di colpa e nonostante le mie continue richieste di aiuto (volevo che vedesse un dottore per l’impotenza, gli confessavo quanto mi mancasse il sesso, gli chiedevo perchè stava cambiando). In questi anni abbiamo sempre avuto bei momenti, sia da soli che con le nostre bambine, e non sopporto l’idea che lui ha sempre avuto una doppia vita. L’altra era solo sesso, mi dice sempre adesso, quel sesso che non riusciva più ad avere con me. Adesso il sesso tra noi è tornato fantastico, anche meglio di prima, ma io non riesco ad accettare le menzogne e la mancanza di coraggio di chiudere con l’altra. E in più mi sento scoppiare perchè non ne ho mai parlato con nessuno. Vi prego, aiutatemi. Grazie a chi vorrà rispondermi.

  1. Nene'05-09-2015

    Credo che sia quella la parte più difficile, accettare e metabolizzare le bugie, Le immagini di loro insieme ,Capire il reale perché hanno avuto bisogno dell’altra. Io nn ci sono ancora riuscita completamente. So che voglio stare con lui ma ho ancora in testa lei. Se mi sveglio Durentela notte il mio pensiero va lì , mentre guido , mentre stiro o lavoro, il pensiero principale è quello. Anch’io nn ho parlato con nessuno e solo qui dietro un nickname ho trovato il coraggio di farlo e questo mi ha aiutata. Ho trovato parole che mi hanno confortata e altre che mi hanno fatto riflettere. So che ci vorrà ancora molto tempo ma anche grazie all’aiuto delle nostre colleghe e dei nostri compagni ce la faremo.
    Un abbraccio Nenè

    • Sara05-11-2015

      Grazie Nenè, grazie di cuore. Stamattina in modo particolare avevo bisogno di trovare una parola e ci sei tu. Non sai quanto mi hai aiutata: lui è partito per lavoro e ieri sera ho ritrovato per puro caso un mio vecchio telefonino che custodiva i suoi messaggi del 2012, all’inizio di questa brutta storia. Tutti i suoi “ti amo”, “sei speciale”, <3, mi hanno ferita. Come poteva dirmi questo mentre andava a letto con lei?
      Ma ora devo pensare al suo amore per me oggi, altrimenti divento matta. E il tuo "ce la faremo con l'aiuto dei nostri compagni" mi ha dato una sferzata di energia per affrontare questi 5 giorni senza di lui.
      Un abbraccio e buona giornata! Sara

    • Sara05-12-2015

      Ciao Nenè, è uno di quei momenti in cui le immagini di loro due non mi lasciano più. Sto cercando di distrarmi, di pensare ad altro, di guardare la TV o di leggere ma…credo che tu mi possa capire. Lui è lontano per lavoro e ha avuto una giornata molto stressante, per cui al telefono ho cercato di mascherare. Ma sto male pensando a loro. Proprio come dici tu: le immagini di loro insieme. Loro che si baciano, loro che ridono, loro che fanno sesso, loro che si sorridono in mezzo a tanta gente ignara, loro che non vedono l’ora di restare soli, loro che si sfiorano e si cercano. Oggi a differenza di altri giorni in cui è lontano lui mi ha chiamato pochissimo perchè incasinato, e il mio pensiero è tornato a quando nell’estate del 2012 lui era lontano da casa e lei viveva lì, a un passo da lui, e lavoravano insieme. Telefonate a me durante il giorno pochissime, come oggi. Solo che allora io lo attribuivo al lavoro e invece loro vivevano la loro storia calpestando me, i sacrifici che facevo stando lontana da lui, crescendo le bimbe da sola, cercando di accettare la sua “impotenza”. Chiudo gli occhi e rivedo il letto di quella maledetta casa che aveva lui in trasferta, e dove sono andata anch’io per due settimane per cercare di stargli vicino. E lì l’ho anche conosciuta, lei che faceva l’amicona con me e che cercava di conquistare la simpatia delle mie bambine! Quanta meschinità, quanto cinismo e quanta cattiveria nelle loro azioni. Quanta mancanza di rispetto. Ho letto una frase che ogni tanto, in momenti come questo, mi torna alla mente:
      “Hanno ragione tutti. Chi vuole tradire per noia tradisca. Chi vuole tradire per allegria tradisca. Chi vuole tradire per leggerezza tradisca. Chi vuole tradire per abitudine tradisca. Chi vuole tradire per troiaggine tradisca… Padroni … Ma ripeto e ripeto e ripeto ancora: chi ama non tradisce. (Mina)
      ….e non c’è altro da aggiungere….
      Lo so, devo guardare avanti. A noi due e al nostro amore oggi. Ma solo tu puoi capire quanto è dura. Grazie per avermi fatto compagnia in questa serata così triste. Sara

    • Gessica09-06-2018

      Ciao sono Gessica da 5 6 mesi il mio fidanzato.
      non riesce a raggiungere l’orgasmo dopo un’ora di tentati sforzi si masturba come se io non esistessi, lui si giustifica dicendo che fa fatica perché si masturba ore prime ma io ho sospetti che lui mi tradisca come faccio a capirlo siamo distanti lo vedo una volta a settimana vi prego aiutatemi

  2. Nenè05-13-2015

    Ciao Sara, sono felice di esserti di aiuto le “AMICHE”anche se virtuali servono a questo, soprattutto quando a quelle in carne ed ossa non sanno nulla dei tuoi guai.
    Spero che stasera tu ti senta meglio; hai la “fortuna” di avere due bimbe piccole che ti riempiono la giornata e che ti costringono a distrarti. Ma poi ci sono i momenti bui, quelli in cui tutto ti scorre davanti gli occhi e proprio non capisci perchè è toccato a te. Perchè ti ha potuto fare questo. Che cosa aveva lei più di te e vorresti solo correre via lasciare tutto e sparire., ma poi torni in te e ti accorgi che tutto il dolore profondo che provi non è nulla al confronto di quello che proveresti se lui non ti fosse accanto. Tra noi tutto sembra essere quasi normale ma lui vede i miei cambiamenti di umore e se ne preoccupa. Cerca di farti forza trovalo nelle tue figlie, ci sono passata loro aiutano molto (l’ho provato) e il giorno in cui starai megli arriverà.
    Spero che le mie parole ti siano state di conforto sappi che io sono qui. Scrivi se hai bisogno e qualcuna di noitroverà le parole giuste per aiutarti.
    Un bacio grande, Nenè

  3. Sara06-09-2015

    Stamattina ho visto un’auto uguale alla sua in giro mentre pensavo fosse in ufficio….e la mente ha cominciato a galoppare. No, non era lui, me ne sono accertata. Ma quanto è difficile ricredere in lui! In un attimo ho rivisto lui che correva da lei mentre io portavo le bimbe a scuola.
    Non mi è mai passato nemmeno per la mente che potesse essere in giro, a volte magari a pochi metri da me.
    Ci sono stata male.
    Ma oggi lui mi ama e devo lasciare il passato alle spalle. Ce la posso fare. Forse

  4. Nenè06-10-2015

    Ciao Sara, come ti capisco. La mia mente ormai galoppa come uno cavallo impazzito in riva al mare!!!
    Ogni squillo del telefono, ogni parola, ogni espressione mi mette in allerta. Ci sto pensando e capisco che non è normale, ma mi sembra che lui abbia avuto una doppia, tripla, quadrupla vita.
    Il dolore è sempre pronto a riesplodere: si è accucciato in un angolo ma appena può salta fuori e mi attacca.
    Poi basta un suo sguardo, quella rosa colta sul vialetto a farmi tornare il sorriso.
    Amore: una parola che vuol dire tutto ma dovrebbe dire anche e soprattutto rispetto.
    Loro non ne hanno avuto nei nostri confronti ma, come dici tu, si può ricominciare.
    Non voglio molto da lui solo il suo amore e la certezza di non dover soffrire più così. E’ troppo?
    Un bacio Nenè.

  5. Sara06-30-2015

    Ciao Nenè, ciao amiche virtuali, tutte lontane ma tutte vicine al mio cuore perchè unite a me dal comune senso del dolore.
    Sono appena tornata da una vacanza con il mio amatissimo marito e le nostre due figlie. Una vacanza indimenticabile, fatta dopo anni (guarda caso, negli anni rivelatisi poi difficilissimi non abbiamo mai fatto un vacanza così). E’ stato bellissimo scoprirsi e ritrovarsi in ogni momento delle nostre giornate. I momenti difficili non sono mancati, perchè i miei “bui” sono arrivati anche lì. Ma sono passati, e spero che siano sempre più rari. Sono determinata ad arrivare al perdono, anche se so che il vero perdono è difficilissimo, ma ci arriverò, perchè lui è con me ed è veramente pentito per tutto quello che ha fatto. Lei era solo sesso, era un mondo da cui mi ha esclusa perchè era un mondo malato. Ora quella frenesia è passata, noi siamo nsieme e l’amore che ci unisce è immenso, fatto anche di un fantastico sesso ritrovato ma anche di altre mille cose meravigliose. Voglio darvi la forza e la fiducia per guardare avanti: ce la possiamo fare, e il futuro può essere più bello di quello che è stato, perchè abbiamo attraversato un dolore immenso. Cerchiamo di trarre beneficio da questo dolore, è comunque una lezione di vita. Un abbraccio a tutte

  6. Nenè07-02-2015

    Ciao Sara bentornata! Ero in tripidante attesa di tue notizie, vi immaginavo felici sulla spiaggia e mi rallegra sapere che i miei sogni siano stati reali. Sono felice per te e mi stai aiutando molto con la tua positività. Mi trovo spesso a sorridere quando ti penso, perchè mi incoraggi ad andare avanti per quella strada che ho deciso di percorrere ma sulla quale ogni tanto inciampo. Devo dire che anche noi in tutto questo almeno abbiamo ritrovato il piacere di stare insieme sessualmente(ero io quella che aveva ceduto lui non ha mai smesso di cercarmi…quasi mai).
    A fine mese anche noi partiremo per una splendida isola della Spagna.
    Spero che fino ad allora tutto andrà bene, che non avrò ricadute. per ora va benino anche se è ancora il primo e l’ultimo pensiero del giorno. Al nostro ritorno sarà un anno da quando l’ho scoperto e ancora fà male quasi come allora, ma LUI è ancora accanto a me e quando guardo i suoi meravigliosi occhi azzurri mi sento felice. Mi ama e lo dimostra con piccoli gesti come raccogliere i girasoli per me.
    PS. non avrei mai creduto che fosse possibile affezionarsi a qualcuno che non si conosce, ma con te e le altre amiche virtuali mi sta accadendo, vi sento più vicine di quelle reali.
    Ciao Nenè.

  7. Sara07-04-2015

    Ciao Nenè!
    Anche per me voi amiche virtuali siete veramente importanti…soprattutto tu. Vorrei ringraziare pubblicamente Creamy per questo, senza di lei questo gruppo non esisterebbe.
    Ieri è stato un giorno un po’ “così”, di quelli in cui rischi di ricadere nel dolore, di quelli che ti riportano la sensazione che non puoi farcela a superare, dimenticare e perdonare. Tutto è partito dal fatto che lui l’altro ieri sera mi telefona dopo l’ufficio per dirmi che va a prendere un aperitivo con un collega. E’ vero, non lo metto in dubbio: ha capito e non ho più sospetti. Ma la sua telefonata mi riporta alla mente tutte le volte in cui mi diceva che andava con lo stesso collega a prendere un aperitivo e invece ci andava con lei o addirittura si vedevano a casa sua. E’ bastato questo per riaccendere vivo il dolore e i ricordi. Gli ho scritto, mi ha rassicurato e cercato di trasmettermi il suo amore, ma a volte ho l’impressione che il dolore resterà sempre nel mio cuore. Per sempre.
    Oggi va meglio e cerco di guardare avanti: c’è un bel week end che ci aspetta e tanti progetti in futuro. Nenè, spero tanto che la tua vacanza sarà bella come la mia, anche noi eravamo su un’isola della Spagna! Siamo proprio amiche :)
    Un abbraccio grande a buona giornata
    Sara

  8. Nenè07-06-2015

    Ciao Sara, è proprio come dici tu, siamo in sintonia. Anch’io ieri ho avuto un giorno un po down. Lui non si sentiva bene e siamo dovuti andare al pronto soccorso e mentre eravamo in attesa gli sono arrivati dei messaggi che abbiamo letto con notevole ritardo e sui quali c’era scritto se io gli impedivo di rispondere agli amici e che lo avevano conosciuto leone mentre ora è solo un cagnolino. Mi sono molto arrabbiata e lui mi ha risposto che quello stava facendo il cretino e che se non li avessi letti non mi sarei arrabbiata(risposta più stupida nn me la poteva dare).
    Gli ho risposto che avrebbe dovuto,o dire al suo amico che non poteva permettersi di fare certe affermazioni ma eravamo al pronto soccorso e ho preferito far morire la cosa lì. Per fortuna non era nulla di grave e ce ne siamo tornati a casa insieme. Più tardi mentre eravamo fuori dalla macchina lui se la stava rimirando e mi ha detto “guarda come è bella ” sono scesa per guardarla e un triste pensiero mi è tornato alla mente: ho immaginato lei mentre era seduta al mio posto e mi sono rabbuiata. Lui se ne accorto e ha voluto sapere cosa mi fosse accaduto e quando glielo ho detto mi ha risposto che lei non c’era mai salita(so che mentiva, ma lo ha fatto solo per cacciare via i brutti ricordi). Più tardi ad una festa non so perchè ma mentre passava ho detto la parola Stronzo, mi ha chiesto se fosse diretto a lui e gli ho risposto “alla Tua parte cattiva”: mi ha rassicurato dicendomi che quella parte se ne è andata via per sempre e che non tornerà mai più. Voglio credergli, ho bisogno di credergli.
    Baci Nenè.

  9. Sara07-08-2015

    Ciao Nenè,
    Capisco benissimo quello che senti quando parli dell’auto, anche io una volta gli ho detto che provo quasi un fastidio fisico quando mi siedo a quel posto accanto a lui e penso a quando c’era seduta lei. Spessissimo nel 2012, più raramente dopo fino a ottobre 2014. Un paio di mesi fa lui stava valutando di cambiare auto perchè la sua gli dava problemi, e il mio unico pensiero è stato “che bello, così con proverò più quel senso di disgusto ogni volta che ci spostiamo insieme”. Purtroppo l’auto è ancora lì, ma pazienza: non sono queste le cose che ci devono aiutare a superare tutto. Dobbiamo guardare all’amore di oggi, agli sguardi, alle parole, al desiderio, al voler stare insieme, a quella frase scritta o detta che ci fa sciogliere il cuore. A quegli occhi che hanno capito di aver sbagliato. Tuo marito ha ragione: quella parte “marcia” è andata via, ma cerchiamo di prendere quello che di buono ci ha lasciato: un amore che non sarebbe stato altrettanto grande, oggi, se non avessimo attraversato questa bufera. Spero di sentirti prima delle tue vacanze, altrimenti…goditela fino in fondo, che te lo meriti! Un abbraccio!

  10. Sara08-03-2015

    Ho voglia di dimenticare. Voglia di perdonare. Voglia di lasciarmi alle spalle tutto quello che è stato e ho capito che non tornerà più. Solo che c’è dentro di me quel tarlo continuo, quel pensiero e quei ricordi che logorano la mia mente e il mio cuore. Come posso mandarli via per sempre? O almeno accantonarli, sapendo che ci sono stati, ma traendo solo una lezione da essi, senza permettere che più nulla possa farmi del male? Potrò mai arrivarci? Oggi il nostro amore è immenso….proprio ieri lui mi ha accarezzato e mi ha detto che nulla gli fa venire la pelle d’oca come fare una carezza sul mio viso. E io, come un’adolescente adorante, mi sono sciolta ascoltando le sue parole! Oggi il sesso tra noi è fantastico, come mai lo è stato nella mia vita. Oggi noi siamo una cosa sola, sempre desiderosi di stare insieme, da soli o con le nostre bambine, o con gli amici, o con le rispettive famiglke di origine. Sempre con la voglia di rubare alla vita quotidiana anche solo poche ore insieme. Oggi la mia vita è quella che ho sempre sognato, fin da quando ero bambina e sognavo ad occhi aperti di vivere l’amore della mia vita. Ma i pensieri e i ricordi non mi abbandonano mai, e improvvisamente fanno capolino per turbare la nostra ritrovata felicità. A volte mi sembra che sia “lei”, con la forza del pensiero (per fortuna si è dileguata!) che si intrometta tra noi per farmi rivivere il dolore dei primi mesi. Passerà?

  11. Nenè08-03-2015

    Ciao Sara sono tornata, eccomi qui.
    Mi dispiace vedere che sei di nuovo giù, ti penso spesso perchè la tua positività, come sai, mi dà la carica. Ho passato dei giorni molto belli in vacanza con Lui e i nostri amici ma anche per me ci sono stati dei momenti bui; sarà forse che proprio in questi giorni abbiamo “festeggiato” un anno dal momento che l’ho scoperto, sarà perchè ha ricevuto una telefonata che mi ha messo in allerta(ma si è rivelata solo di lavoro), sarà perchè ogni tanto la mente và lì dove noi non vorremmo che andasse….
    Una persona che conosco, un’altra di noi, mi ha detto che lei ci ha messo un anno e mezzo per dimenticare e ora vive nuovamente felice insieme col marito: io ci sono quasi!! Però non è facile ancora mi trovo pesso a parlare da sola, a maledire lei, Lui e soprattutto