Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Proviamo a riderci su..-Gio

Ciao a tutt@
vi racconto la mia di storia.
L\’ho conosciuto 23 anni fa, anzi l\’ho strappato dalle braccia di una donna che lo amava e che lui, diceva, non azmava piu\’. Ma sai, dopo qualche rimorso, non essendoci ne figli ne matrimonio io ho pensato che fosse una cosa possibile. ERRORE. Li\’ c\’era gia\’ il primo errore e quando lui mi ha giurato e stragiurato amore e passione nell\’aria sentivo che c\’era qualcosa che non mi quadrava, ma poi ci legavano interessi ed ideali cosi\’ mi sono sciolta il cuore. Anche perche\’ venivo da una bruttissima delusione d\’amore e da una storia finita dopo 6 anni perche\’ lui aveva ben pensato di tradirmi con una delle nostre amiche.
Va tutto bene fino al primo figlio, poi noto qualche forzatura, qualche reazione eccessiva, sento che e\’ geloso del figlio che abbiamo fatto e delle attenzioni che per cura e amore gli dedico, piu\’ io che lui.
Continuo nel mio desiderio di famiglia e facciamo il secondo ma lui non e\’ d\’accordo, insomma prima a parole e poi coi fatti mi lascia. Sono incinta al sesto mese. Non vi racconto il dolore che abbiamo provato, i miei figli ed io, ma ormai sono in gioco e vado avanti. Cerco di tenere insieme le persone. Poi sei mesi dopo mi confessa che lui ha avuto un\’altra relazione e che l\’altra donna, incinta come me, lei e\’ stata piu\’ corretta perche\’ ha abortito. M\’infurio come poche, chiedo gli alimenti e vivo per mesi da sola coi bambini, faccio un trasloco e lui si dimostra inaffidabile, spende molti soldi per la sua nuova vita ma e\’ piu\’ tormentato di prima, molto infelice, era il 2000. A quel punto cerco la strada dell\’incontro, dimentico il male ricevuto e facciamo entrambi leva sull\’amore per i nostri figli e riusciamo ad avvicinarci di nuovo.
Il tempo passa, avevo promesso a me stessa che prima o poi l\’argomento l\’avremmo affrontato, ogni tanto ci provo ma lui non e\’ disponibile, non e\’ in grado, prevede che io metta in conto errori di questo tipo… non ho dimenticato le tante scuse diverse per cui non era mai il caso di parlarne e nel frattempo, a ciclo lo sentivo distante come quando nella mente hai un\’altra persona insomma.
Non mi sento riconosciuta e valorizzata, anzi verbalmente lo trovo umiliante e denigratore. Decido di forzare la mano e nel 2010 gli spiego che non e\’ piu\’ la mia felicita\’ che io sono in crisi e che ho bisogno di un dialogo diverso oppure di stare da sola.
A quel punto il fanciullo, come se gli avessi pestato i piedi invece di cercare un dialogo, cercare di capire anche i miei bisogni, mi vede come il suo nemico e organizza le sue giornate scaricandomi tutto il peso della famiglia, economico, sociale, affettivo. Sopporto le sue reazioni fino al 2012 1 quando capisco che ha una relazione extraconiugale.
Trovo delle foto, lo butto fuori casa, macche\’ lui nega, nega fino allo stremo, c\’e\’ sempre una giustificazione per tutti, mi accusa di gelosia e di follia e pretende di stare in casa. Ma di nuovo compaiono prove nel 2013 e questa volta lo caccio dal letto e gli faccio capire che non c\’e\’ piu\’ alcuna speranza tra noi, ma lui non demorde e a suo modo cerca prima di continuare la relazione con l\’altra, pur negando l\’evidenza e accusandomi di essere visionaria, e quando non c\’e\’ piu\’ alcuna possibilita\’ di menzogna chiede una nuova chance, siamo alla fine del 2014  Io sono molto riluttante, troppo dolore, troppa manipolazione in questa storia ma passiano notti intere a parlare e lui sembra avere avuto una crisi esistenziale molto acuta e sembra volerne uscire, sceglie di farmi leggere tutti gli sms con l\’ex amante per dimostrarmi che lavorano insieme ma non c’e’ piu’ niente e tutto sembra vero. Mi fido.
Neanche due mesi dopo, per caso trovo il suo profilo di FB aperto, e’ il giorno di San Valentino del 2015. Non pensavo neanche di leggere in verita’, avevo deciso la carta della fiduc ia ma fammici dare un’occhiata… Ecco le frasi magiche, quelle che ogni donna vorrebbe sentire, peccato fossero rivolte all’amante: tu sei la donna della mia vita, con te avrei fatto un figlio (che i suoi da narcisista incallito guarda se ha tempo), con te avrei voluto passare il resto della mia vita, sto soffrendo moltissimo perche’ mi ha lasciato, vivo in casa il meno possibile perche’ per me la casa e\’ un inferno.
Basta, va bene l’amore incondizionato ma adesso basta. Mi e’ cascato il tetto in testa, quasi mi mancava il respiro ma perdere i nervi lo avviso che mi prendo del tempo e gli scrivo,,, lui capisce e mi chiede se e’ finita? Che paradosso, sembrava quasi liberato da tutta questa patina di menzogna con cui si era vestito. Gli chiedo di prendersi una casa in affito a Milano, lui preferisce andare in montagna e fare il pendolare, so gia’ che non funzionera\’ infatti la prima settimana sembra rispettare l’accordo. La seconda gia\’ ha trovato mille scuse ed e’ tornato in casa sei giorni di seguito. In questi ultimi 5 anni. non sono riusicta ad affrontare la situazione in preda a sensi di colpa e fragilita’ mie. Ora le cose le vedo diversamente, ho trovato la forza di andare oltre, oltre tutte quelle ipocrisie che chiedono ad una donna di annullarsi completamente in nome della famiglia, del motrimonio, delle grandi imprese del proprio marito, Ma di quale marito stanno parlando? Di quell’uomo che ha ingannato ogni valore. Sono ancora a pezzi. Preferisco non uscire, e seguo i miei figli che sono ancora come sotto un terremoto. Ma non ho piu’ paura, so di aver fatto l\unica scelta possibile per tutti noi, anche per lui, che si togliesse di mezzo, che inseguisse le sue chiemere io ho una vita da vivere e anche i miei figli un po’ piu’ interessante che il posto in panchina che aveva previsto per noi. Amaramente ma non senza speranza. G.

  1. Azzurra03-23-2015

    Carissima Giò…sei una donna molto coraggiosa e forte!!!!Ti senti a pezzi….ma è solo l’inizio di un meraviglioso puzzle!
    Credo che la tua decisione, se pur sofferta e dolorosa, sia stata quella più giusta da prendere!!!!…
    Vedrai che tra qualche tempo tutto sarà diverso…inizierai a vedere il mondo in maniera diversa…con fiducia ed ottimismo…per te e i tuoi figli!
    Nessuno merita un posto in panchina….tantomeno chi, con coraggio e forza, ha sempre lottato per la FAMIGLIA!!!!!
    Coraggio….nella vita tutto torna!!!!!!
    Questo è l’inizio della tua nuova vita….affrontala con Ottimismo e con il sorriso sulla bocca!!!!
    Un abbraccio grande,

    • gio03-25-2015

      TI RINGRAZIO… hai pure azzeccato il vero titolo, quando lui non si pente ovvero quando si pente sempre dopo, dopo che ti ha umiliato, ma vedi finche’ pensavo fosse una cosa personale ho tenuto la barra del timone dritta, poi un giorno ho capito; non mi ama, ci sono mille ragioni per tradire ma solo una premessa non ami ed io sinceramente ho capito che alla vita posso dare e ricevere ancora molto e che non ero in sintonia con lei perche’ lui era il problema, provare a tenerlo comunque e’ stato un lavoro estremamente faticoso ma non lo rinnego, ora pero’ basta. Quando sto con i miei figli sono felice, non sono una mamma tigre, sono una persona consapevole che il treno della vita passa una volta sola e che essere presente nella vita dei propri figli e’ il vero compito di un essere umano, mentre lui “dipende”, questo mi sembra un argomento cosi’ irrinciabile, nel dna di una persona che dividere con qualcuno che non l’ha capito il resto della mia vita avrebbe voluto dire rinnegare me stessa e tutti i miei sogni di bambina e di donna. Vi abbraccio e vi dico che prima o poi il coraggio e la memoria di quello che siamo e ci meritiamo viene a galla allora bisogna attaccarsi al salvagente e tornare a riva, nuovi approdi.

Leave a Reply

*