Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Sei mesi di corna-Eris

Sono una ragazza di 24 anni.. Una come tante.. ma soprattutto una di voi… E ho scoperto un anno dopo la fine della mia relazione di essere una gran cornuta.
Non so neanche da che parte cominciare a raccontare,alla luce di questo fatto.. Però forse è meglio partire dal principio.

Premetto che io sono della provincia di Trento,e lo str…zo della provincia di Verona. La distanza non è mai stata un problema,dato che abitiamo a un\\\’ora e mezza di viaggio. Spostarsi non era un problema. Lui ha sempre avuto la macchina,e io pur essendo senza patente,avevo un lavoro part-time che mi consentiva di pagarmi il treno,che non era neanche questa grossa spesa…
Ci siamo sempre amati alla follia,o almeno io ho sempre visto questo.. Un anno e mezzo tenuto senza grossi problemi,con tutti gli alti e bassi di una coppia,la distanza mi ha provocato non pochi problemi a livello di incomprensioni ma soprattutto di mancanza reciproca,litigate per cavolate che puntualmente venivano appianate quando ci vedevamo… Ho sempre pensato che vista la nostra giovane età (allora io avevo 22 anni e lui 21) fosse normale trovare un po\\\’ difficile gestire una relazione a distanza.. Ma veniamo al dunque.

I problemi iniziarono sei mesi prima che la mia relazione crollasse. Sei mesi in cui sono precipitata come un aereo in caduta libera.. Iniziò a dirmi che aveva bisogno di più tempo per lui.. Che aveva bisogno di più tempo con gli amici,che dovevo chiamarlo di meno,e scrivergli di meno.. Mah.. trovavo strano,visto che ci vedevamo solo il weekend,che non trovasse tempo per se stesso,visto che io essendo la tipica imbecille alle prime armi con una storia seria trovavo carino portargli rispetto lasciandolo andare dove voleva e con chi voleva,per non passare per la tipica fidanzata gelosa e rompiscatole… Ciononostante gli concessi quello che chiedeva… Ah,che sciocca e ingenua… Non avevo proprio idea di cosa mi aspettasse…

Il tempo tra noi due improvvisamente iniziò a ridursi a una velocità allarmante. Iniziò a dire che non aveva tempo per me,che lo stavo assillando,che dovevo sentirlo solo quando decideva lui.. Se non rispettavo questo suo volere,staccava il telefono senza problemi. Potete immaginare come stavo io.. Ero nel panico più totale,e il dolore e le lacrime uniti a questa situazione in cui mi trovavo mi impedivano totalmente di rendermi conto di cosa stava succedendo,e di ragionare.. Qualcuno dei miei amici sapeva già come sarebbe andata a finire,ma penso abbia taciuto per non farmi soffrire di più di quello che stavo soffrendo in quel momento…

Passavano i mesi,ogni mese andava sempre peggio.. Iniziò anche a vedermi di meno,a non sapere se voleva vedermi o meno… A lasciarmi i weekend da sola,fregandomene del dolore che mi stava provocando.. Notti insonni,lacrime,ho iniziato a fumare come una pazza e per questo deficiente sono anche dimagrita quasi dieci chili,e stavo rischiando di non passare l\\\’anno universitario.. Finché non arrivò il giorno che mi lasciò,e lo fece PER TELEFONO.. Io andai totalmente fuori di testa dalla rabbia e dal dolore che mi investirono,qualcosa che tutt\\\’ora definisco decisamente al di sopra della mia portata.. Feci i salti mortali per acchiapparlo di persona ma il codardo messo di fronte a quel disastro fuggii a gambe levate e tagliò ogni possibilità di comunicare con me. Si tenne per non so quale motivo una maglia ed un mio anello in casa sua impedendomi di andare a riprenderli.. Ad ogni mio tentativo almeno di levargli ciò che era mio mi sputava in faccia e mi dava della rompicoglioni.. Nel frattempo mi torturò peggio di un nazista (scusate il paragone non proprio dei migliori).. Trovò un lavoro stagionale vicino alla mia città,e nel giro di due mesi si fidanzò con una ragazza che lavorava con lui… Per mesi sapendomi ancora innamorata di lui,piombava in città per farsi vedere con lei.. Per godere del dolore che mi faceva.. Insulti,MMS di foto sotto casa mia,chiamate in cui diceva che avevo un carattere di merda E CHE LO AVEVO PORTATO AD ODIARMI (!!),chiamate dove la sua nuova ragazza mi insultava e mi diceva di lasciarlo in pace.. Mesi dove ho rischiato di cadere in depressione,se la forza della disperazione e di voler finire quello strazio non mi avesse dato il coraggio di sparire per sempre dalla sua vista e di mandarlo a fare in c…o.

Perché vi ho raccontato tutto questo? Per dirvi questo: A un anno di distanza dalla fine della storia,mi ha scritto via Facebook la ex di un suo amico.. un messaggio lunghissimo,che pareva un romanzo… Io l\\\’ho letto tutto e mi sono usciti gli occhi fuori dalle orbite: Li,dentro quel messaggio chilometrico,c\\\’era ogni risposta ad ogni mia domanda.
Ricordate prima che ho detto che di punto in bianco il deficiente cominciò a trascurarmi? Bene. Proprio in quel periodo,questa grandissima tr..a si era lasciata col suo ragazzo,nonché amico di quel grandissimo fallito del mio ex.. E avevano iniziato a uscire insieme.. E la str..za se lo era pure portato a letto,un mese prima che si lasciasse con me. Ma non solo. Il mio ex fece un gran casino,dicendo che se non potevano iniziare a frequentarsi prima ERA PERCHE\\\’ NON SAPEVA COME LIBERARSI DI ME. Hai capito. E io che ho buttato migliaia di euro per questa nullità,io che dopo quasi due anni di relazione ero anche convinta di volere una convivenza,io che AVEVO TROVATO LAVORO là dove abitava lui per stargli più vicino e accorciare le distanze… Mentre io gettavo le basi per il NOSTRO futuro,lui si sbatteva la sua puttanella nel suo letto.. Parole di rabbia,le mie,anche se è un anno che è successo tutto questo.. Rabbia per aver amato così tanto una persona capace di tanta cattiveria e crudeltà.. Mi sono impegnata moltissimo nella mia storia con lui.. Lui di me non ha mai capito niente,o forse non ha mai avuto le palle di dire che era stufo e di farla finita.

Venire a sapere di essere state tradite un anno dopo è avvilente e ti fa sentire ancora di più quanto tempo hai gettato nel cesso per una persona che non valeva niente. So che parlo a mente fredda,ma tornerei indietro con l\\\’esperienza che mi ha lasciato questa storia e ai primi segnali che non ho saputo cogliere lo manderei a quel paese.

Leave a Reply

*