Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Splenderà di nuovo il sole?-Nenè

Come condensare in poche righe il dolore che provo? Come descrive con le parole l\’uragano che ha sconvolto la mia anima?
Ci conosciamo da quando avevamo 16 anni circa 35 anni fà…. abbiamo festeggiato anche le nozze d\’argento anche se no siamo poi così vecchi. Gia 15 anni fà mi aveva tradita, ma siamo riusciti a superarla. Lui fa un lavoro per il quale è spesso fuori casa. Lo scorso inverno qualcosa cambia, siamo sempre più distanti non ci vediamo  quasi mai. Cominciano le ripicche e sento un malessere dentro. Arriva l\’estate il  senso di angoscia mi prende sempre più forte, inizio a controllare i suoi movimenti tramite il cellulare e mi accorgo che lo colloca sempre nello stesso luogo ma non è quello dove dovrebbe essere. Dopo la terza sera decido di andare a controllare: sono le due di notte dovrebbe dormire e non certo lì. Vedo la nostra macchina forse è al ristorante penso, qui ci sono solo palazzi. Ad un certo punto lo vedo sta chiudendo l\’auto e si dirige verso un palazzo..entra. Mi crolla il mondo addosso. Lo chiamo ma il cellulare non prende, lo rihciamo e squilla, immagino la sua faccia sarà terrorizzato. alla fine risponde, fà la voce assonnata \”dove ca..o stai? \”gli urlo; a dormire o al cinema risponde, non ricordo. Gli grido di scendere  con la sua pu..-na altrimenti gli spacco la macchina. Non mi crede solo dopo una seconda telefonata lo vedo apparire sul portone. Lo prendo a cascate ma non riesco neanche a fargli troppo male, non si difende. Urlo parole che neanche uno scaricatore di porto direbbe. ” te la sei voluta brutta str..za” e ciò che mi dice, mi sento colpita da una coltellata poi sale in macchina e se ne và dicendo” ne parliamo a casa”. Ma non viene allora vado a cercarlo. Lo trovo vorrei picchiarlo ma quando lo vedo ha cambiato espressione mi chiede perdono per quello che mi ha detto, non lo pensava. Mi fai pena gli dico e lo lascio lì.
Vado a casa e passo la notte insonne il giorno dopo faccio finta di niente con mio figlio. Gli mando un messaggio dove lo ringrazio per aver buttato tutto al cesso e di non farsi più vedere. LUI mi chiama al cellulare ma io non rispondo. M a non viene a casa. solo la sera mi sente mentre sono in macchian con mio figlio e mi dice che l\’indomani sarebbe venuto da me. Non mi faccio trovare continuo a non rispondere alle sue telefonate. Nel pomeriggio però cambio idea: lo voglio affrontare, vado a casa. Lo vedo ha una faccia terribile sembra abbia pianto.Mi chiede perdono, mi chiede di non lasciarlo e io ..piango tra le sue braccia. Resterò con lui solo se nn la vedrà più! e me lo giura. Dopo qualche tempo so che lui si era innammorato di lei ed altro. PAssano  i mesi e ogni tanto gli ciedo se lo chiama lui dice di no ma alla fine deve confessare che lei continua a chiamarlo.Urlo faccio la pazza e cerco di andare via, resta ti giuro che non le rispondo più. Passa altro tempoe  arriva il gionro del nostro anniversario, una bella giornata.. non so pechè ma un tarlo mi rode il cervello” Si è piùfatta sentire?” gli chiedo e Lui confessa di si allora prendo il telefono e la chiamo. Le urlo di lasciarlo in pace altrimenti saranno cavoli suoi. mi chiude il telefono in faccia. Per l’ennesima volta mi giura che non la sentirà più. Dopo circa un mese sul suo cellulare appare una chiamata da un numero sconosciuto é lei? chiedo: ma ti sembra che dopo tutto quello che hai passato ti farei una carognata del genere?” mi dice. LA sera dopo una serata con amici rientrando noto un carica batterie di un vecchio cellulare, sono diverse volte che lo metto via ma lo ritrovo sempre in mezzo, non ci vedo chiaro. Il solito tarlo mi comincia a rodere nel cervello, aspetto che dorma e inizio a cercare alla fine trovo il cellulare nei pantaloni da lavoro. Lo accendo ma c’è il pin.. lo sveglio che ca..o è questo? non capisce ma alla fine è costretto a confessare che l’ha sempre avuto e che l’ha sentita fino a due giorni prima ma che l’ha mandata aff……. non ci vedo più la chiamo le urlo tutto quello che penso di lei e lei mi dice che sono una donna senza dignità. Le dico che le spaccherò la testa appena la trovo e riaggancio. Mi manda un messaggio sul quale scrive che mio marito non si merita tutte le nostre urla che sno unadonna fortunata perchè mi vuole bene. Lui assiste inerme Mi prega di non lasciarlo di non buttare tutto al cesso… Mi giura che stavolta è finita davvero che negli ultimi mesi l’ha solo sentita telefonicamente mi confessa chi è, quanti anni ha, tutto insomma.
Non vado via neanche stavolta, ma non sono più io. Lo amo profondamente come prima forse di più, ma vivo nel terrore. Spesso mi sveglio piangendo gridandogli di non lasciarmi. Lui mi dice che non lo farà mai, ma io ho paura.Paura che non sia finita, paura che mi tradirà di nuovo, paura di restare da sola. Paura che stia con me per abitudine.Giura che non ha mai avuto l’intenzione di lasciarmi e che lei l’ha sempre saputo, anche se ha provato a convincerlo. Io non so come uscirne voglio tornare a sorridere, a vivere la nostra vita, ma in ogni istante penso a lei a quello che c’è stato tra loro, che  le ha detto di amarla più di me. E’ un’ossessione dalla quale non riesco ad uscire, mi ritengo una vigliacca per non essere andata a prednerla a botte. Lui dice che l\’unico da picchiare e odiare è lui, che è solo sua la colpa. Ma io credo di essere solo una sciocca che non sa camminare con le proprie gambe e che non sa difendersi e difendere chi le sta accanto. So che un giorno ce la farò ad uscirne fuori ma spero che non sia troppo lontano

  1. Azzurra03-23-2015

    Cara Nenè….che storia!!!leggendola si percepiva tutta la tua ansia…il tuo rancore e la tua paura!
    Capisco perfettamente come ti senti!…ma è normale.
    Credimi non sei assolutamente sciocca…anzi!!!!sei una donna molto coraggiosa…che ha preso una decisione difficilissima!!!!
    Sai difendere te stessa e la persona che ami…non farti assolutamente colpe!!!!
    Il problema sta nella persona che hai accanto…che evidentemente non segue la tua stessa direzione, non ha i tuoi stessi principi e la tua stessa lealtà!
    Io valuterei il fatto che “il lupo perde il pelo..ma non il vizio!”…capisco che lo ami molto…ed è palese dopo il tuo racconto, ma non è corretto per la tua persona, per la tua vita, per la tua esistenza….. “rincorrere” chi continua a calpestare i tuoi sentimenti.
    Gli hai dato più volte dimostrazione che tieni a lui…grande dimostrazione di amore e di volontà di stare insieme, dopo i suoi tradimenti!….ora credo sia tempo di cambiare strada!
    Inizia a “ricevere” e non solo a “dare”….
    Voglio dire che dovresti iniziare a pretendere in lui dei cambiamenti…ma che siano veri e concreti!
    Basta con le parole…siamo tutti capaci a parlare…aprire bocca e dare fiato!!!!
    Devi avere FATTI!!!!
    Se questi FATTI non arrivano….allora metti il punto…FINE…a questa storia che ti sta logorando!
    Sta a te decidere per quanto tempo ancora ce la fai a sopportare questa situazione….che sembra ripetersi senza fine!!!!
    Ti auguro con tutto il cuore che le cose possano cambiare in meglio…che tutto possa risolversi e che TU possa tornare nuovamente a vivere serena!

    • Nenè03-23-2015

      ti ringrazio delle tue parole, mi hanno fatto bene.
      Vedi io non so vedere il futuro senza di lui, spesso mentre dorme gli accarezzo il viso e sono felice di farlo.
      Lui è la mia vita, purtroppo. E’ il mio migliore amico, il mio complice, con lui riesco a ridere nei momenti più impensabili. Ma lui è anche il mio carnefice colui che mi ha spaccato il cuore…ma non riesco a buttarlo a mare. Nessuno sa (tranne una mia amica) quello che è accaduto, non potrei mai accusarlo davanti ai nostri figli o ad altri, non voglio che gli altri pensino che è una merda. Lui mi dice che lo giustifico troppo che me la prendo con gli altri ( lei) mentre dovrei solo prendermela con lui. So che gli dispisce per quello che sto passando, e che mi ama. E’ felice per come ho combattuto per lui perchè non mi sono arresa, dimostrandogli che il mio amore non si era spento. Dice che con il mio comportamento l’ho allontanata da lui per sempre, che le mie parole sono state risolutive ma io vorrei andare le metterle le mani addosso ma forse non sono abbastanza coraggiosa per farlo. Ma secondo te se lo facessi sbaglierei? In fin dei conti lei è solo la classica badante straniera, bella e giovane che forse sperava di cambiare vita e che invece si ritrova ancora lì a stirare i tovaglioli. Pensa che quando mi ha raccontato la sua storia mi ha fatto anche pena ma poi ho capito che le ha provate tutte per portarmelo via e la mia pena è svanita. E ora sono felice di pensare che non si è ritrovata in mano niente se non il suo ferro da stiro. Sono cattiva?
      Saluti Nenè

      A volte mi dice che se lo lasciassi non riuscirebbe a vivere volgio credergli perchè se no facessi così non avrebbe senso tutta la mia sofferenza

  2. Azzurra03-24-2015

    Cara Nenè…io se fossi in te non baderei molto alla TIPA…ma, come dice anche tuo marito, inizierei a guardare in faccia l’unica persona che davvero ha sbagliato…ossia proprio tuo marito.
    E’ vero anche che in certe situazione “ti prudono le mani”…come si suol dire….anche io stavo commettendo lo stesso sbaglio!!!!pensa sono andata a cercare la TIPA nel suo paese…volevo metterla sotto con la macchina…. :-)
    Ma poi ci ho riflettuto…perchè darle pure questa soddisfazione, oltre che rovinarmi la vita!!!!!!
    No!!!!dimenticala…lascia il ricordo della “signorina” alle tue spalle…e vai avanti!!!!!
    Ricorda però: inizia a pensare un pochino più a te stessa….e non a te come “connubio indissolubile” da lui!!!…ti manca quel sano egoisto che ti potrà rendere più forte e sicura…
    IN AMOR VINCE CHI FUGGE!!!!!…sembra la solita frasetta, ma è assolutamente vera!!!!inizia a farti desiderare…non renderlo sicuro di te…cerca di essere un pochino più indipendente da lui…e vedrai i risultati arriveranno!!!!!
    Ti abbraccio

    • Nenè03-30-2015

      Sai quello che mi fà pensare? noi siamo tutte qui a consolarci a vicenda, perchè proviamo o abbiamo provato lo stesso dolore mentre al mondo ci sono tante altre donne che in questo momento stanno provando a portar via l’uomo a qualcun’altra, consapevoli di ciò che stanno facendo.
      Non parlo di quelle povere ragazze che non sanno che il Tipo è impegnato, ma di quelle che lo sanno e se ne fregano.
      Quelle che come lei sapevano che era sposato e che non mi avrebbe lasciata ma non gli è interessato nulla.
      Ha iniziato la storia alla chitichella, solo due chiacchiere e sesso , niente coinvolgimenti sentimentali. (che schifo)
      Per poi volere di più. Pretendeva che lui non tornasse a casa da me, che non avessimo rapporti, gli ha anche telefonato più volte per farsi scoprire, e magari farci litigare con la speranza che io lo lasciassi.
      LO ha contiunato a chiamare anche dopo che li ho scoperti e che lui le ha detto di mollare, ma lei no! ha continuato, finchè non lui non l’ha mandata a quel paese e anch’io l’ho chiamata per minacciarla. solo allora si è arresa, quando ha capito che non le avrei lasciato campo libero
      In tutto questo dove stà la tanto osannata solidarietà femminile? Gli uomini quasi tutti sono dei deficienti, ma noi siamo cattive. Non ci rispettiamo e questo mi ferisce. Se da parte nostra ci fosse veramente solidarietà non ci prenderemmo gli uomini delle altre ce ne sono tanti liberi.
      Scusa lo sfogo ma sai mi sono tornati in mente degli episodi di persone che conosco e che per colpa di alcune SIGNORINE ora vivono separati anche con bambini di pochi mesi.
      Questo mi distrugge. Impariamo a volerci bene e molte di noi non soffriranno.
      Nenè

  3. Nene'04-22-2015

    Sono agitata. Questa notte ho sognato che lei lo chiamava ed io prendevo la chiamata e sentivo la sua voce che gli ricordava che lo stava aspettando, lui era con me. Nel sogno gli tirar o un calcio e lo facevo cadere dalle scale. Nella realtà ho tirato un calcio nel letto talmente forte che ci siamo svegliati. Gli ho raccontato il mio incubo e ci abbiamo riso su. Nn è la prima volta che capita, spesso mi sveglio tirando pugni, schiaffi calci, dicendo parolacce…. E’ che comunque ancora nn sono sicura di me stessa, anche se lui continua a dirmi che esisto solo IO. Tornerò a fidarmi di LUI? Lo spero. Nn mi da motivi per sospettare ma comunque non riesco ad uscirne fuori completamente. Sono passati 6 mesi dall’ultima volta che l’ha sentita. Quando finirà questo incubo? Ora i fantasmi sono nella mia testa ma quando se ne andranno? Devo solo continuare a combattere contro le mie. paure e prima o poi smetteranno di farale.
    Nene’

    • MF5504-22-2015

      cara nene’, io sono dal 2009 che sono alle prese con questa triste storia del tradimento con un deficiente che ho avuto accanto per 37 anni, lui abita purtroppo sotto casa mia ho visto e sentito tutto il male che mi faceva portandomi sotto casa una deficiente della metà dei suoi anni, ora lo stà rifacendo, quello che voglio dire è che dobbiamo cambiare noi, a quel paese lui e le sue donnacce, rincominciamo ad avere una nostra vita. Volontariato, palestra, film, e andando fuori si incontrano nuove persone, pronte ad esserci amiche, quindi coraggio, andiamo avanti , la vita non è finita godiamo di quello che ci resta, e vi assicuro non è poco. Auguri Nenè e a tutte, vi sono vicina. Mf55.

  4. Nenè04-23-2015

    Vedi cara MF55, il problema ora non è LUI, perchè non mi da modo di pensare che stia facendo qualcosa che non và.
    Il problema è nella mia testa: io sono sospettosa e vedo il pericolo in ogni suo gesto. Lui sta vicino a me, mi rassicura, mi consola. Ma la mia paura è gigantesca, mi sento vecchia,brutta, rispetto a quella. lei è più giovane, più alta, più bella, più indipendente…lei è… più!
    Ma LUI ha scelto di stare accanto a me, e io non voglio rovinare tutto quello che rimane per la mia insicurezza.
    Io l’ho pregato di non illudermi, di non farmi più male di ciò che già ha fatto e mi sembra che ci stia provando.
    La sua più grande paura ora, è andare a letto!!! si perchè la notte ne faccio di tutti i colori!!!!!!!!
    Provo a scherzarci su ma durante la notte libero le mie paure e faccio e dico le cose che reprimo durante il giorno.
    Ci stiamo provando, spero ce ne usciremo. Anche LUI vuole uscirne, ma vuole uscirne con me al suo fianco.
    Ci sarà qualcuna di noi che ce l’ha fatta, e spero di unirmi a lei.
    Un abbraccio.
    Nenè

  5. azzurra04-27-2015

    Cara Nene mi associo al discorso della collega MF55….devi iniziare a cambiare tu…in primis x te stessa e poi per Voi….se veramente vuoi ricominciare cn tuo marito…devi mettere un punto a tt qsta storia e ripartire.
    Ce la farai…ma devi iniziare ad avere fiducia in te.
    Coraggioooooo

  6. Nenè04-28-2015

    IO ci sto provando ma ogni tanto ricado nella trappola. Mi viene l’ansia e inizio a piangere.
    Ho come la sensazione che ci sia qualcos’altro, che mi abbia nascosto qualcosa di importante…. ma poi che c’è più importante del fatto che l’ha amata?
    Mi sento una donnicciola piagnucolosa ma non mi interessa. Non voglio fare la dura, voglio che veda ciò che provo, il dolore che mi ha provocato il suo comportamento. Deve capire che dire mi dispiace, non cancella ciò che ha fatto.
    Voglio ricominiciare ma deve sapere che non sono ancora guarita, so che mi vuole bene, ma ho bisogno che me lo dica, che me lo dimostri.
    Deve avere pazienza, non sono ancora pronta a far finta che non sia accaduto.
    MA ce la farò, ne vale la pena, in gioco c’è tutta la nostra vita.
    Domani, dopo domani, ogni giorno che passa andrà sempre meglio, lo sò, ma ancora non sò cambiare pagina.
    Voglio ancora una volta ringraziarvi per il tempo e le parole che mi dedicate, un grosso abbraccio a tutte voi.
    Nenè

  7. Sara05-11-2015

    Ciao Nenè, dopo che hai risposto al mio grido di aiuto nella mia storia (“Per più di due anni credo che mio marito sia impotente e invece….”) ho voluto rileggere la tua per guardarti più da vicino, per conoscerti e per sentirmi “tua amica”.
    Sono sicura che ce la farete, il punto di forza sta nell’amore che lega la coppia. Se lui è sincero, se è veramente pentito e se ha capito di amare decisamente te, allora il tradimento è stato la svolta per uscire dal “limbo” di un rapporto statico.
    I ricordi saranno sempre più lontani, per te come per me e per tutte le donne che hanno conosciuto il dolore lacerante del tradimento. E quando saranno lontani abbastanza da non fare più così male, ci gireremo indietro a guardali a distanza solo per apprezzare quello che avremo conquistato a un prezzo alto, sì, ma che ci ha donato una felicità e un amore che probabilmente non sarebbero stati altrettanto grandi se nulla fosse accaduto. Un forte abbraccio. Sara

  8. Nenè05-22-2015

    oggi è una di quelle giornate NO penso a lei, a loro, a me …. Fuori il cielo è pieno di nuvole grigie da qualche parte c’è il temporale, come dentro di me. Mi chiedo quanto altro tempo ancora dovrà passare prima che ne sia veramente fuori. Ho provato a chiamarla solo per sentire la sua voce, non le avrei parlato, ma non risponde ha la segreteria; strano. Ho la testa che mi scoppia come il cuore, è un dolore sordo ma presente. Mi sento sola.
    Il sole, voglio il sole mi riempie d’allegria! eppure era estate quando ho scoperto tutto! se fosse stato inverno forse non avrei avuto il coraggio di uscire in motorino di notte per andare a cercarlo, chissà se sarebbe stato meglio. Forse non mi sarei accorta di nulla e sarei andata avanti con la mia solita vita, forse lui l’avrebbe lasciata e io non avrei neanche saputo che fosse esistita, forse….
    E invece era una calda notte d’agosto, il primo agosto. Progettavamo le ferie con nostra figlia e lui forse ha anche sperato di liberarsi per andare con lei…li odio! Odio l’immagine di loro insieme, di lui che sale le scale , di lei che gli va incontro e lo bacia e che poi ci fà l’amore. Sono felice che quella sera non siano riusciti a farlo, non è stata la loro ultima volta, gli è rimasta in gola,sono arrivata prima che accadesse. Ora sono qui ad aspettare che lui torni da lavoro e vorrei solo metterlo alle corde e farmi raccontare ancora una volta tutto. Ma che senso avrebbe?
    Solo per verdere se cade in qualche contraddizione, in qualche bugia? Non sò che farò, probabilmente quando arriverà mi rasserenerò perchè mi fa questo effetto, forse perchè solo quando è con me sono veramente certa che non sia con lei.
    Nenè

  9. azzurra05-22-2015

    Cara Nene ti auguro di cuore di uscire da qsto loop mentale..capibilissimo..ma ke ti fa stare male!!!!
    Cerca di distogliere il pensiero…nn stare a concentrarti su qlla stora..su di lei…nn fai altro ke alimentare le negativita in te e dare troppa importanza ad una cosa ke ormaio nn c e piu!!!!!!
    Vivi ora..vivi il tuo presente…per un futuro migliore!
    Ti abbraccio forte

  10. Creamy05-22-2015

    cara Nenè, care tutte,
    mi vedo costretta ad intervenire sapendo che quello che leggerai, Nenè, non ti farà stare bene ma lo scopo del mio sito è questo: far aprire gli occhi, costringerci a vedere le cose per come sono e non per come vorremmo che fossero…devo fare la parte dell’avvocato del diavolo…non posso consolarti, devo darti una scrollata perchè non puoi continuare a torturarti in questo modo nè a sperare che basti il sole a riportarti la serenità che cerchi.
    Quel tarlo, quei sospetti, quel sesto senso femminile che abbiamo ricevuto in dono meritano ascolto. Io non ho la verità in tasca, nè posso permettermi di sparare sentenze e giudizi ma posso fare in modo che tu affronti la realtà per toglierti dubbi e paure.
    Primo: nessun uomo o donna vorrebbe avere accanto una compagna/o così insicuro come te in questo periodo perchè la debolezza non piace a nessuno, non è sexy, non è un vanto. quindi credo che se tuo marito non sia ancora tornato tra le braccia di quella o di un’altra..se continuerai così ce lo butterai tu. Non devi cercare rassicurazioni in lui…sono solo parole…vuote…a volte false, come ti ha già dimostrato…e se anche lui avesse una relazione… sai quale scusa inventerebbe per giustificare le sue bugie? Che ti vedeva troppo vulnerabile..che aveva paura di una tua reazione sconsiderata e tutte c…e simili. Lui deve voler stare con te, scegliere di farlo non perchè ha paura che tu ti ammazzi o perchè te lo sei fatta promettere ma perchè lui DEVE STIMARTI, DEVE RISPETTARTI per la DONNA che sei e che devi iniziare a dimostrare di essere. Cosa stai facendo per te stessa? Qual è il tuo piano B? Aspettare che le risposte e le rassicurazioni arrivino dallo stesso uomo che ti ha tradita fino a poco tempo fa? L’hai già perdonato una volta e anche in quell’occasione ci saranno state tutte le belle promesse e le parole di pentimento solite di chi non vuole perdere il suo piatto sempre caldo…. Stai programmando la tua vita come se domani lui non ci fosse più? Stai vivendo i tuoi spazi e i tuoi desideri che avevi messo da parte? O resti a casa ad aspettare una sua telefonata o il suo ritorno dimostrandogli che tu sei una donna fedele e devota ..che si potrà sempre fidare di te..e che per tutti questi motivi lui non potrà lasciarti?!? Lo sai che invece questo è il modo migliore per farlo allontanare, vero? Non ho fatto una premessa a questo commento: mandami pure a quel paese, non lo censurerò.
    Secondo: il nostro subconscio ci parla…quella vocina interiore che si insinua nella tua testa e che ti dice che qualcosa non quadra…DEVI ASCOLTARLA perchè potrebbe essere latua salvezza, non la tua fine. hai paura di scoprire la verità perchè il dolore sarebbe troppo devastante e perchè senza di lui non sapresti vivere.
    Invece devi affrontarle queste paure..guardarti allo specchio in piena luce…devi farlo per te stessa e per tuo figlio perchè devi insegnargli che nella vita il rispetto per sè stessi è più importante di qualsiasi compromesso di comodo.
    Di metodi per avere delle prove sul sito ne avrai letti tanti..se vuoi possiamo individuare quello più efficace nel tuo caso…ma io, lo sapete, non sono per i mezzi termini: o dentro o fuori. Se rimani nel mezzo continui a farti del male ed a permettere a lui di continuare a trattarti come una stupida che invece di comportarsi da Donna, sta regredendo ad adolescente insicura.
    Fatti questa domanda: cosa ho da perdere se decido di controllare quello che fa? nel migliore dei casi scoprirai che di lui ti puoi veramente fidare…e se dovesse scoprire che l’hai controllato non dovrebbe permettersi di dire “A” perchè, evidentemente, si sta comportando in modo ambiguo. Nel peggiore dei casi, scopriresti finalmente la verità e potresti dargli un calcio nel sedere per spedirlo il più lontano da te.
    Non odiare l’altra, non cercare lei…indaga su di lui. Accertati che non ti sta ancora prendendo in giro.
    nel frattempo, però….devi iniziare a riprendere in mano la tua vita e a darti una scrollata.
    noi siamo qui,
    un abbraccio,
    Creamy

  11. Nenè05-23-2015

    Grazie per le tue “dure” parole, sono veritiere. In questo momento mi sento un’adolescente impaurita! Lui continua a rassicurarmi sul fatto che non potrebbe sentirsi un uomo se mi prendesse ancora in giro, ma la mia proverbiale insicurezza è esplosa in maniera devastante. Mi ripete che vuole aiutarmi ma non sà come, ma io continuo a stare male.
    Ogni momento libero che ha mi sta accanto eppure c’è qualcosa che non quadra. Mi sembra che ci sia dell’altro, non dico che la stia ancora sentendo( credo che l’abbia mandata a farsi fottere perchè frequentava qualcun’altro e non certo per amore mio). Mi ripete che dopo che li ho sopresi lei ha continuato a contattarlo, nonostante lui le avesse chiesto di smetterla, perchè voleva che io lo sapessi e lo lasciassi così sarebbero tornati insieme. Ha capito che lei aveva un piano per allontanarci ma non è andato in porto. Io credo che ci sia del’altro che non vuole dirmi che ci sia coinvolto qualcuno che ci sta accanto. Mi ha raccontato che l’ha conosciuta tramite una donna che si era invaghita di lui e che voleva fare un’uscita a 4 ma poi ha visto lei ed è rimasto folgorato. Oltre lei ha sentito altre.
    Ma che ci sto a fare qui? perchè non mi alzo e me ne vado? perchè non prendo la mia vita in mano e sparisco? Vedi perchè sto così male, perchè so di stare con un traditore, con un uomo che non ha rispetto di me. Perchè penso che lo avrà fatto chissà quante altre volte. M non ho le palle per andare, per affrontare la vita da sola. Forse è questa la vera ragione per cui sto ancora qui, la paura. Io non ho una famiglia che mi sostenga, ho due figli ma non sò la loro reazione, certo mi starebbero accanto ma io non voglio coinvolgerli. In realtà so solo piangermi addosso senza reagire, sono consapevole di essere una vigliacca. Questa sono io! al di là delle belle parole sono una che nn si è mai amata, una che si è sempre sentita inadeguata, una che non sa neanche lei come ha fatto a “catturare” un figo come lui. Lui sempre al centro dell’attenzione, sempre ricercato da amici e parenti, lui che tutti amano. Io.. un’ombra che nessuno ha apprezzato, e non lo dico per dire ma me lo dicono gli altri: “sai mi stavi pure sulle palle e neanche ti conoscevo” sono parole dette da parenti di lui che ora mi vogliono bene e hanno iniziato ad apprezzarmi.
    La realtà è che dietro il mio malessere ci sono io non lui, sono io che devo cambiare.
    Sai quando andiamo n giro tutti gli dicono che lui ha la Fi.. stampata in fronte. sembra che scopare sia la sua unica occupazione, gli ho detto che questo mi ferisce, che mi sono stufata di sentirmi un cesto di lumache, ma lui non capisce, non si rende conto dice che sono delle maldicenze è come se tutti sapessero qualcosa che io non so.
    Scusami per questo sfogo, che non centra nulla con il nostro sito, è che con voi posso parlare anche di quello he ho dentro che non ho mai detto a nessuno. Sto pensando di rivolgermi a qualcuno perchè faccio un passo avanti e due indietro.
    Grazie ancora per le tue parole, penserò anche al metodo per accertarmi che lui non mi inganni ancora.
    Un grosso abbraccio.
    Nenè

  12. azzurra05-23-2015

    Cara continui incessantemente a parlare di lui…sta diventando una vera ossessione!!!!!
    Ti capisco perche anke io vedevo il mio ex marito “grande…bellissimo..un vero fico”…ed io nn potevo ke essere onorata ke lui avesse scelto me…..
    Qdo poi e’ successo il “casino”…mi sono sentita ancora piu piccola…messa da parte…umiliata…fino a ke nn ho deciso di PUNTARE SU DI ME.
    Con grande sacrificio (morale ed economico) ho deciso ke dovevo mettere ordine nella mia mente ke ormai andava da sola..allo sbaraglio completo.
    M sono rivolta ad una psicologa ed ho iniziato un percorso molto forte x un anno intero…
    Qste sedute mi hanno completamente cambiata..hanno fatto emergere la vera ME…che per troppo tempo era rimasta all ombra di un uomo ke avevo dealizzato e costruito nella mia testa!
    Prova anke tu…e vedra ke inizierai a vedere il mondo in maniera diversa!
    Oggi posso dirti ke oltre ad aver realizzato tutti i miei sogni (da sola con tanti sacrifici e paure) il mio ex e’ tonato a “piangere”….ma il treno e’passato e nn si torna mai indietro!
    Forza e coraggio…

  13. Sara05-25-2015

    Nenè, come non lasciarti una parola di conforto dopo tutto quello che tu mi hai dato con le tue parole giorni fa? Ora sei tu in un momento “no”, o magari è già passato…lo spero tanto. So che vanno e vengono, ma diventeranno sempre più rari, per te come per me e tutte le altre nella nostra situazione. Avere al fianco un uomo che si è resto conto di averci fatto del male, che si è sinceramente pentito e che vive aspettando il nostro perdono è già un grandissimo vantaggio. Giorni fa ho incontrato una conoscente che – ignara ovviamente di quanto accaduto a me – mi ha detto che il suo uomo la ha improvvisamente lasciata per un’altra, senza che lei avesse alcun sospetto. Mi ha detto che la sua vita a è distrutta, e la cosa mi ha fatto riflettere tanto: io posso recuperare se trovo la forza del perdono. Lei no, deve subire la decisione di lui. Dunque Nenè, forza e guarda avanti: avete ancora tanti bellissimi momenti da condividere, non farteli rovinare dai brutti ricordi, che ormai fanno parte di un passato che non si può dimenticare, ma che deve essere accantonato per guardare il sole che tornerà a splendere, come dici tu.
    Io nei momenti più difficile ho preso l’abitudine di esternare a lui i miei sentimenti via email, perchè sono più chiara, più sincera e non rischio scenate. Lui mi risponde sempre con parole che oltre a rasserenarmi, mi riempiono il cuore d’amore. Prova a farlo anche tu. Scrivere farà bene a te e anche a lui: si dicono cose che magari da vicino non si riescono a tirar fuori. Coraggio, la vita è bella e se riusciamo a fare tesoro di questa brutta esperienza, può diventare bellissima! A presto, un abbraccio. Sara

  14. Nenè05-25-2015

    Grazie Sara, le tue parole sono vere e mi hanno fatto sorridere: è una bella sensazione. In questi giorni con lui accanto sono stata più serena, anch’io come te in quei momenti scrivo lettere, messaggi in cui gli esterno ciò che provo. Lui si sente ferito dal dolore che provo, non avrebbe mai immaginato che potessi soffrire così tanto e così a lungo; si sente una merda! Non credo che sia totalmente pentito di ciò che ha fatto ma forse questa esperienza (che per lui è stata sicuramene bella e intrigante), ha ritrovato un amore per me che credeva assopito. Forse come dici tu possiamo rinascere più forti di prima consapevoli che stare insieme è una scelta e non un obbligo dato dal contratto che abbiamo firmato. Sò che avrò ancora giorni in cui starò male ma spero che si diraderranno. Per ora voglio godere di quello che ho e anche della vostra compagnia, i vostri consigli sono fondamentali a diradare la nebbia che ho in testa, perchè sono le parole di chi prova ciò che sto provando e non i consigli di chi, fortunatamente per lei, non sà di far parte del nostro gruppo. E’ facile dire “mollalo” l’ho detto anch’io, ma solo i nostri cuori sanno ciò che voglio e ciò che provano quando incontrano i loro occhi velati di lacrime (ti assicuro che mio marito non piange MAI!) perchè sanno che è LORO la colpa di tutto il nostro dolore.
    Un bacio grande a te e fammi sapere come stai.
    Un bacio a tutte voi, Nenè

  15. Nenè05-25-2015

    Ciao Creamy ti posso suggerire due canzoni che secondo me descrivono i nostri sentimenti? “La notte” di Arisa e “dolore e forza” di Biagio Antonacci, mi hanno accompagnata nelle tristi notti insonni dopo la “scoperta”, ora cerco di non ascoltarle perchè ogni volta mi fanno piangere. Ma soprattutto Arisa descrive il dolore che ho provato in ogni particolare e sono sicura che descrive il dolore di tutte noi.

  16. Sara05-25-2015

    Se avete già deciso di mollare, se avete invece deciso di affrontare l’avventura del perdono e la vita a due, qualunque sia la vostra strada….buon viaggio! Questa canzone mi dà una carica pazzesca e la dedico a tutte voi, perchè per quanta strada ancora c’è da fare….amerai il finale!
    https://www.youtube.com/watch?v=1pRPXIC4Vtk

  17. Nenè06-05-2015

    Ieri sera sono uscita a cena con delle amiche, lui è restato a casa. Tutto ok, tranne un dolore fisso allo stomaco.
    Non sò perchè, ma ho provato questa sensazione finchè non sono tornata a casa. Non avevo paura che fosse altrove o che facesse altro, ma il distacco da lui mi ha fatto male.

  18. Nene'06-07-2015

    Lui dorme accanto a me, io non riesco. L’altro giorno il suo cellulare emette un suono:è un messaggio whats app: due foto di un appartamento e la scritta “scusa ho sbagliato”. Un nome e una foto di una donna sconosciuta Finisce lì. Ieri sera nn riesco a dormire il sesto senso riaffiora, ricordo una strana telefonata di alcuni mesi fa, ho salvato il numero confronto le foto sono diverse ma le bocche i naso sono molto somiglianti. Stamattina lo affronto mi dice che nn sa chi sia , metto l numero su Facebook esce un nome:è straniera stessa patria dell’altra zoc…la. Non può essere un caso. Gli chiedo chi è ma capisce che nn è il caso di mentire e mi dice che è l’amica della z…la quella con la quale avrebbe dovuto uscire ma poi ha visto l’altra.
    Mi dice che tra loro nn c’è mai stato nulla e che da allora nn l’aveva più sentita che sicuramente ha veramente sbagliato numero provo a fare l’altro numero e mi risponde una donna, la chiamo col nome dell’altra ma questa è italiana. Discutiamo un po’ e mi dice che nn mi ha detto nulla per nn farmi soffrire, ci credo a dire il vero mi ha anche chiesto( prima che scoprissi ) come poter bloccar la. Mi dice che nn c’è la fa più a sentirsi controllato. Gli spiego che anche per me nn è bello. Decidiamo di riprovare dice che mi ama.soeyismo bene! Ormai mi sembra un libro sul quale nn si riesce a scrivere la parola fine
    Nenè

  19. Sara06-09-2015

    Dai Nenè….non posso proprio credere che lui sia un mostro. Io sono un’ingenua e questo si è capito, ma se sa di essere controllato e sa di aver sbagliato, se ha capito di averti fatto del male e di aver sbagliato, se ti ama e vuole riparare, non è possibile che ci sia dell’altro.
    Con questo non voglio dire che sei pazza – non mi fraintendere! – fai benissimo a controllarlo e ad essere diffidente…anche perchè so che la diffidenza viene da dentro, dopo tanto dolore, non si può controllare. Ma cerca di credere a quello che lui ti dice. E soprattutto fai in modo, e chiedi anche a lui, di far sparire per sempre queste z…le dalla vostra vita! Io ho la fortuna che l’altra ha avuto il “buon senso” (almeno quello) di dileguarsi, di cambiare lavoro e di cambiare casa (e forse anche città, non so). Per cui mi è più facile cercare di dimenticare. Anche se so bene che gli spettri del passato ogni tanto tornano….Coraggio, cerca di ricominciare insieme a lui! Potete farcela!
    In bocca al lupo e a presto.
    Sara

  20. Nene'06-10-2015

    Grazie Sara, vedi sul mio “libro” senza fine ogni giorno si scrive un’altra pagina. Ieri sera ho saputo che la ” nuova ” z..,,la non avrebbe dovuto avere il recapito ufficiale di mio marito ma quello del cellulare nascosto. Ora io mi chiedo se questa l’ha conosciuta precedentemente all’amante perché aveva questo cellulare? A cosa gli serviva? Forse aveva altre donne altre avventure? Nn ci capisco più nulla, nn so cosa fare ogni mia decisione viene ressa in gioco, chi è lui? Quante volte mi ha tradita? Ora giura su quello che ha di più caro che da quando l’ho scoperto nn mi ha più tradita, che mi ama ma avrò la forza di dimenticare ?
    Sono confusa.
    Nenè

  21. Nenè06-12-2015

    Ricordo ancora la sera in cui , seduta a gambe incrociate sul divano, ho digitato”Donne tradite” ero sola e piangevo.
    Ho trovato questo sito, ho letto alcune storie e ho impiegato mesi per trovare la forza di inviare la mia: quante volte l’ho scritta e poi cancellata, poi una sera l’ho inviata ed è apparsa su ” ultime storie”. Ero in testa alla classifica ma dopo poco tempo, il mio posto è stato preso da altre storie. E’ impressionante quante di noi subiscono il tradimento e mi fa tenerezza pensare che ogniuna di loro, come me, si è trovata una sera a digitare quelle due parole ”donne tradite”pensando di non trovare nulla.Invece hanno trovato parole di conforto e solidarietà da persone che come loro stavano soffrendo.
    Volevo ringraziare Creamy per aver creato questo sito e per le parole di conforto che da qui ci arrivano, non ci dà la soluzione ma ci aiuta a cercarne una.
    Non avrei creduto di riuscire a parlare de quello che mi è accaduto e invece… Ora è diventata una piacevole abitudine vedere se qualcuna delle mie amiche virtuali ha bisogno di un consiglio o quando, mi sento giù, se qualcuna ha lasciato un commento per me.
    Un bacio a tutte noi donne tradite ma unite.
    Nenè

  22. Sara06-13-2015

    Carissima Nenè,
    Bisogna guardare al presente e al futuro per trovare la forza di dimenticare. Mi correggo: di perdonare, perchè quello che è stato non si potrà dimenticare mai più, ma va messo in un angolo della nostra mente, metabolizzato e accettato. senza permettere che ci possa più fare del male.
    Io mi sono data un tempo e gliel’ho comunicato: quando è cominciato l’EXPO, il 1° maggio, gli ho detto che mi sono prefissata di perdonarlo entro la fine dell’evento, il 31 Ottobre. Se entro quella data non ci sarò riuscita, allora sarà meglio per entrambi che ognuno prenda la sua strada. Sono la prima a voler trovare la strada del perdono, perchè non riesco nemmeno a immaginare la mia vita senza di lui, e immagino sia la stessa cosa per te. Ma ho letto e comprendo che perdonare significa guardare a quello che è stato senza soffrirci più, e questo ad oggi non avviene ancora.
    Facciamoci forza e coraggio, e cerchiamo di guardare all’amore che oggi ha avuto il sopravvento su tutto il male che c’è stato. E guardiamo a tutti gli anni felici che abbiamo davanti se solo troviamo la via del perdono e riusciamo a lasciarci alle spalle le cose brutte. E’ un’utopia? Non credo, perchè c’è chi ce l’ha fatta e perchè nonostante tutto credo nell’amore immenso che può rinascere tra due persone. Credici anche tu. Ti abbraccio
    Sara
    PS Ma sai che qualche giorno fa ti ho sognata??? Prendevamo un caffè insieme, felici di poter parlare apertamente del nostro problema comune….ci ridevano gli occhi e continuavamo a raccontarci a vicenda tutto quel che è stato. Era bellissimo!

  23. Nenè06-15-2015

    Sarebbe bello! Finalmente potrei parlare con qualcuno che mi capisce veramente. Più o meno in quella data festeggeremo i nostri 29 anni di matrimonio, sembra ieri, spero che per quella data anch’io avrò fimnalmente dimenticato.Ma come tu dici il dolore ancora è presente. Per il momento stiamo organizzando le ferie con amici e
    poi…. chissà.
    Grazie per avermi fatta entrare nei tuoi sogni, vuol dire che mi consideri un’amica anche per me è la stessa cosa.
    Un saluto Nenè.

    • Creamy06-16-2015

      Care Nenè e Sara, lo scopo del sito è proprio quello di trovare persone che ci sostengono e ci capiscono quindi , se lo desiderate, scrivetemi privatamente e provvederò a farvi scambiare i vostri contatti.
      Creamy

      • Sara06-19-2015

        Grazie Creamy per la tua disponibilità, su questo sito ci sentiamo un po’ tutte “protette”. Forse io e Nenè preferiamo incontrarci ancora qui, ci dà più sicurezza. Sento di poter parlare a nome di tutte e due. Ma magari tra un po’ di tempo, chissà….buona giornata :) Sara

  24. Nene'06-20-2015

    Comincio a pensare che te noi due ci sia del feeling perché hai scritto esattamente ciò che anch’io pensavo.
    Forse riesco ad aprirmi proprio perché nn conoscete il mio volto.
    Può essere che prima o poi ci incontreremo davvero.
    Saluti Nenè

    • Sara06-21-2015

      E’ vero Nenè, e anche nella nuova testimonianza di Maria ieri sera ho visto che avevamo lasciato praticamente lo stesso commento! Stamattina mi sono collegata proprio per dirtelo: mi ha fatto tantissimo piacere sapere che anche tu volevi dirle esattamente le stesse cose. Un abbraccio e buona giornata…noi siamo in partenza per una settimana di vacanze, tutti e 4 come non accadeva da tempo. Sento che questi sette giorni insieme in una bella isola nell’oceano mi aiuterà tanto. Abbiamo scelto lo stesso posto in cui andammo quando ero incinta della nostra prima figlia, 12 anni fa. Il mare magari mi aiuterà a trovare la strada del perdono…un abbraccio e a presto!

  25. Nenè06-22-2015

    Ciao Sara, ti auguro di tornare con il cuore e la mente più leggeri. Spero che in questi sette giorni ogni nebbia si diradi sotto il sole della tua bella isola, per non tornare mai più più. Vi immagino seduti in riva al mare abbracciati con lo sguardo perso nell’orizzonte nel pieno del vostro amore ritrovato.Se , come penso, ci sarà una connessione internet facci sapere come và, se sei più serena.
    Buon viaggio che sia un andata o il ritorno…. ogni volta che l’ascolto sorrido pensando a te e alla carica positiva che mi arriva dalle tue parole.
    Un saluto affettuoso Nenè

  26. Nenè07-24-2015

    Lui è vicino a me non sa che sto scrivendo di noi.
    Stiamo per partire, una settimana insieme ad amici in un’isola meravigliosa. Spero che in questi sette giorni di relax ci ravvicineremo ancora di più e che il nostro amore si rafforzerà.
    Io lo amo, tanto. Il dolore sembra si stia attenuando ma in questi giorni sarà un anno che ho scoperto tutto non sò che effetto mi farà.
    Vi mando un saluto sperando che il vostro dolore si attenui al più presto.
    Saluti Serenella

    • Sara07-26-2015

      Che dirti? Buon viaggio! Sarà splendido, vedrai. Non permettere ai ricordi e ai pensieri di rovinare questo sogno…e non parlo solo della vacanza. Il futuro può essere più bello del passato anche dopo la vostra vacanza, che sicuro sarà indimenticabile, se solo ti lasci avvolgere dal vostro amore. Da oggi io sarò sola per 5 lunghissimi giorni….lui sta volando dall’altra parte del mondo. Ma io lo aspetto già da adesso, perchè mi ha appena scritto dall’aeroporto “mi piace partire, ma l’idea di tornare e trovare te mi fa venire la pelle d’oca”: sono questi i sentimenti che devono guidare il nostro cuore. Tutto il resto fa parte di un passato che è sempre più lontano e che non tornerà più. Ti aspetto al tuo ritorno con i tuoi racconti, insieme a tutte le altre nostre amiche virtuali! Buon viaggio Nenè! Divertiti!

  27. Nenè08-04-2015

    PERCHE’?
    Perchè era in cerca di avventure? Perchè ha scelto lei? perchè non si è fermato? Perchè la voleva a tutti i costi?
    Cosa aveva in più di me? cosa gli dava più di me? Eppure io gli sono sempre stata accanto, ho passato intere giornate vicino al suo letto quando era in ospedale, ci ho passato Pasqua, ferragosto, ho rinuciato alla crocera per stargli vicino. Lui è stato il mio grande e immenso amore da quando ci siamo conosciuti, ho fatto l’amore solo con lui.
    Eppure lui ha cercato sempre qualcun’altra. Capisco che venga da una famiglia che lo ha cresciuto con la convinzione che l’uomo è cacciatore e se non caccia allora è fr… Ho paura che lei sia solo la punta dell’iceberg, che ce ne siano state altre e che ce ne saranno ancora. Non sò se avrei la forza per andare avanti. Da una parte vorrei sapere, dall’altra so che se scoprissi qualcosa sarei distrutta. Mi crollerebbe tutto addosso, le mie convinzioni, i miei progetti.
    Ormai lei è acqua passata, ma perchè? per amore mio? perchè in fondo non è vero che l’ha amata? perchè era una poco di buono? Se quella sera lei fosse stata a casa cme gli aveva detto ora lui che starbbe facendo? Ho la testa piena di domande ma chi può darmi le risposte? e se chiedesi a lui mi direbbe la verità o solo quello che io vorrei sentirmi dire? vorrei solo che mi abbracciasse e mi chiedesse di nuovo perdono, che mi dicesse che ha capito che non l’ha mai amata ma che era solo un’infatuazione, che senza di me non sa vivere.
    che preferirebbe morire piottosto che farmi di nuovo male, che vorrebbe sstrapparsi la pelle dove lei lo ha toccato.
    Ma queste parole non le sentirò perchè credo che lui sia felice dell’avventura che ha avuto.
    GIORNATA NERA.
    NENE’.

    • antonella808-04-2015

      Cara Nene° e° triste dirlo ma anche se andasse sulla luna per esprimere il suo amore il tarlo che sta dentro di noi non sparirebbe mai. Ha fatto di tutto per farmi capire che sono importantissima per lui ecc. ecc., ma per me purtroppo non e° cambiato niente non c°e° un istante nella mia vita, nonostante siano passati diversi anni che non ripenso a quello che e° accaduto. Ho imparato a convivere con questa situazione assurda per una serie di motivi con la speranza che anche per me ci sarà prima o poi una soluzione. Dobbiamo imparare a prendere le cose positive finche° non decidiamo cosa vogliamo veramente. Un abbraccio

  28. Sara08-10-2015

    Carissima Nenè,
    Sono venuta qui, dove c’è scritta la tua storia, perchè voglio portarti – come dici tu – una ventata di positività. Gli ultimi giorni sono stati fondamentali per il nostro amore: ancora qualche giorno di vacanza, poi abbiamo lasciato le bimbe al mare dalla nonna e noi siamo tornati a casa per il suo lavoro. Così l’occasione è giusta per fare un po’ gli sposini a casa nostra….e ho finalmente capito di averlo perdonato. Volevo dirlo a te per prima, lui non lo sa ancora. Glielo dirò nei prossimi giorni, non appena troverò il momento e il posto giusti. Sarà il momento più bello della nostra vita, come dice sempre lui quando si parla di quest’argomento. Non so come ci sono arrivata….fino a pochi giorni fa non pensavo che questo giorno fosse così vicino. Ma sento nel mio cuore una sensazione di felicità immensa, una voglia di andare avanti al suo fianco, un desiderio di trascorrere con lui ogni minuto della vita che ho davanti. Quello che è stato resterà sempre dentro di me, di noi, di lui. Ma adesso non può più farci del male: è stata una lezione di vita. Ti prego, cerca di arrivarci anche tu. Ho di recente letto una frase che mi è rimasta dentro: è molto più facile distruggere che cercare di ricostruire. Era riferita ad altro, ma può sicuramente essere indirizzata al tuo cuore, o al mio o a tutti quei cuori che hanno una ferita grande come la nostra. Se hai bisogno di me, io ti cercherò in queste pagine per starti accanto. O, se preferisci, autorizzo Creamy a darti il mio indirizzo email. Voglio che tu ce la faccia, sei mia amica. Ti terrò aggiornata su quando gli dirò del perdono. Un abbraccio veramente immenso! Sara

  29. Nene'08-10-2015

    Grazie per il tuo pensiero, sono felice che tu ce l’abbia fatta. Finalmente una di noi sta uscendone fuori. Ti prego fammi sapere tutto, voglio sapere che faccia farà. Ti prego nn ti dimenticherai di noi la tua stori farà bene a tutte coloro che stanno iniziando il nostro percorso. Come ti ho detto spesso sei così positiva, e spesso sorrido quando sento la ” tua canzone”. Grazie per tutte le belle parole e per il tempo che hai speso per me, grazie per avermi comunicato per prima la dolce notizia. Rimaniamo in contatto.
    Ti sento vicina. Baci Nenè

    • Serena08-15-2015

      Carissime amiche, la mia storia ,”natale con i tuoi”, tradite dopo i 50 anni, è stata devastante! 8 mesi di profondo dolore. Ora pian piano sto migliorando, la nostra vita sta migliorando, lui pentito . Vuole solo il mio bene, me lo dimostra ogni giorno, facciamo progetti ma non potrò mai dimenticare…
      Vi faccio una domanda molto personale, riuscite ancora ad avere dei rapporti intimi con lui? Per me assolutamente impossibile, lo immagino con le altre contento e dimentico di me, penso ai confronti con i corpi giovani delle z….
      Ora va tutto bene nel nostro vivere anche spesso ci sono giorni neri con rabbia e risentimento e tanta tanta delusione! Ma sento che il nostro rapporto é monco.
      Mi sento vecchia e brutta, eppure sono stata molto carina e ammirata ma a lui nn bastavo.
      Vi abbraccio. Serena

  30. Sara08-18-2015

    Ciao Serena,
    Comincio col risponderti io anche se questa non è la mia pagina…ma Nenè è mia “amica” (le virgolette sono solo dovute al fatto che lo sia in modo virtuale, per me lo è a tutti gli effetti!) e mi perdonerà. Per noi il sesso è stato un aspetto determinante per la riconciliazione. Senza sesso non ce l’avrei fatta. Del resto il nostro muro era proprio quello (non so se hai letto la mia storia tra i 36 e i 50 anni, “per più di due anni etc.”) per cui era importante ripartire da lì. Io ti consiglio di lasciarti avvolgere dal suo amore, senza forzature, in modo naturale…mi rendo conto che non è facile, ma ricordati che lui ha scelto te, e non per paura della solitudine (se sceglieva l’altra, sarebbe stato comunque in compagnia). E se ha scelto te, è te che vuole anche sessualmente. Fregatene del fatto che l’altra era più giovane: il sesso tra due persone che si amano e si desiderano non è solo fatto di pelle giovane e perfetta. E’ una fusione tra due corpi e due anime, è un completamento di due persone che desiderano essere una cosa sola. Anche la mia “rivale” era di 13 anni più giovane di me, e la cosa ancora oggi fa male. Ma oggi lui desidera me, e io lo avverto in tutte le manifestazioni di amore quotidiane. Lei era giovane e bella, era intraprendente e innamorata. Ma tra loro era solo sesso, quel sesso che lui non riusciva più ad avere con me. Questo per dirti che se vuoi ricostruire tutto perchè tutto sia anche più bello di prima, allora devi cercare di ricostruire anche questo aspetto: il sesso è una parte importantissima nell’amore tra due persone. A tutte le età. Ricordo che mia nonna mi disse, quando morì mio nonno, che gli mancava in tutti i suoi aspetti, anche a letto….io rimasi molto sorpresa (ero adolescente) che due quasi ottantenni potessero avere ancora un’intesa sessuale, eppure così era. Auguro a te, a me, a Nenè e a tutte coloro che vogliono investire in un amore grande di arrivare ad avere una vita sessuale lunga come quella dei miei nonni! Baci e abbracci a tutte. Sara

    • Serena08-19-2015

      Grazie Sara, oggi giornata nera. Sono sola, ormai sto bene sola, non riesco a parlare con nessuno.
      Sola il mio nipotino mi rallegra e mia figlia che mi capisce e consola.
      Il mio umore é altalenante . Il ricordo di loro due (sono state due) con una o con l altra mi ammazza.
      Il tradimento, l inganno, le bugie … Mi diceva che ero l unica donna della sua vita..
      Ora é pentito , si disprezza per quello che mi ha fatto.
      Voi siete più giovani, avete più forza, io mi sento vuota.
      Ho mia madre che va verso la fine e mi angoscia, tutte queste pressioni sono troppo.
      Vorrei avere dei momenti di intimità , il sesso ormai… Ma come lo sento vicino penso che era così con loro e mi irrigidisco!
      Che bello sfogarmi con voi!! Grazie Serena

  31. Nenè08-23-2015

    Ciao Sara, ciao Serena,
    sono felice che abbiate usato la “mia” pagina per affrontare un argomento importante come questo.
    Per me negli anni scorsi il sesso era un problema secondario da evitare se possibile, ora invece sono spesso io a cercarlo, a provocarlo forse anche perchè incosciamente spero di “saziarlo” in modo che non debba cercare altrove
    ( non sono ancora certa di aver dimenticato). Però tra noi ora è magnifico, spero che resti così per sempre anzi che migliori. Spesso mi vengono in mente le immagini di loro, ma le scaccio concentrandomi nel momento che stiamo vivendo. Purtoppo non ne sono ancora fuori, ho ancora tanti dubbi e, a volte, tanta voglia di fuggire.
    Ma tengo duro, le sue parole i suoi comportamenti mi aiutano in questo percorso ma ancora non l’ho perdonato totalmente.
    A Serena dico solo prova a pensare a te e a lui, distaccati da “loro”, inizia a sentirti un pò più bella e a dedicarti un po a te, se ne accorgerà anche lui. Mi spiace per tua madre, ritieniti fortunata per tutto il tempo che hai potuto passare con Lei. Fatti forza, ti abbraccio.
    Nenè:

  32. Sara08-24-2015

    Ciao ragazze,
    Ieri è stata una giornata “no”, purtroppo succede ancora….quando la crisi dentro di me arriva non posso fare a meno di viverla e di far esplodere la mia rabbia. Ho detto di averlo perdonato, credo di averlo fatto ma forse non fino in fondo , se soffro ancora così tanto. Oggi va meglio, perchè lui mi è accanto e ieri ha cercato di dare delle risposte a tutti i miei dubbi. ancora una volta. Solo che non capirò mai perchè ha continuato per più di due anni, perchè non l’ha lasciata finchè non ho scoperto tutto, come staremmo oggi se IO non avessi scoperto tutto.
    La verità è che si stanno avvicinando tante date importanti e non so se avrò la forza di affrontarle: prima il nostro anniversario, che negli ultimi tre anni è stato a dir poco squallido (visto con i miei occhi di oggi, allora non vedevo nulla…), poi le fatidiche tre date: quando ho scoperto le prime verità e lui ha ammesso che la storia era durata due mesi nel 2013, quando dopo aver letto una loro chat ha allungato la loro storia fino a tutto il 2013, quando alla fine è crollato e ha confessato che il tutto era durato dall’estate 2012 fino a quando ho scoperto le prime verità, il 6 ottobre 2014.
    Anche tra noi oggi il sesso è fantastico, e secondo me è la chiave di tutte le soluzioni. Per cui mi affianco a Nenè per dirti, Serena, di cercare di lasciarti andare, di volerti bene, di piacerti così come sei, perchè sono sicura che sei ancora una donna da ammirare e da amare-. Tu hai avuto la forza di parlarne con tua figlia, e il suo appoggio sarà stato determinante in tanti momenti difficili. Io ho due bambine di cui una che si affaccia adesso nell’adolescenza, mai potrei pensare di metterle al corrente della cosa. E proprio per proteggere loro non ne ho parlato con nessuno, solo col mio amico del cuore che è la mia valvola di sfogo. Ma la vera forza deve arrivare dalla nostra anima: ricordiamo sempre che tutti possono sbagliare una volta, e che spesso da un errore può scaturire qualcosa di più bello di prima. Lo dico a voi e lo dico a me stessa, perchè ho tanta voglia di ricominciare davvero insieme a lui. Buona giornata. Vi voglio bene!

  33. Nenè08-29-2015

    Ciao Sara, questo è un peridodo un pò duro gli ho fatto tante domande tra cui”quante volte mi hai tradita?” Lui mi ha risposto solo quelle che ho scoperto ma ha anche aggiunto che anche se mi avesse tradito altre volte(ma così non è) come potrebbe dirmelo? Dice che sta facendo di tutto per farsi perdonare e per non sbagliare più, non esce spesso a cena con gli amici per non cadere in tentazione, passa tutto il suo tempo con me ( aggiunge che con me sta benissimo) dice che mi ama. Mi ha rispetuto che non l’ha lasciata perchè lei gli ha mentito ma perchè la storia gli andava stretta e non ce la faceva più a mentirmi. Dice che lei le ha provate tutte per farmi lasciare ma lui non ha mai neanche pensato di farlo.Gli ho vchiesto che significasse la sua frase “l’altro telefono ce lo avevo da sempre” se volesse dire da prima che iniziasse la sua storia mi risposto che lo aveva da quando ha iniziato a parlare con lei e la sua ex amica. Non capisce perchè io gli faccio ripetere sempre le stesse cose, non capisce che mi serve per convincermi che sono stata la sua scelta non il ripiego.
    Mi è indispensabile credere che mi ama, che non ho sbagliato a restare, che sono quella che ha sempre amato.
    lui non è capace di esternare i suoi sentimenti e questo nn mi ha mai permesso di credere fino in fondo che mi amasse anche se da sempre mi riempi di regali, mi dice che molte persone sono state invidiose di noi e spesso hanno insinuato che lui mi tradisse ma io mi chiedo : sono solo illazioni dettate dall’invidia o c’è un fondo di verità? e se scoprissi che c’è del vero nelle loro parole cosa farei? in molti sarebbero felici se noi ci lasciassimo, in molti godrebbero della fine del nostro rapporto e lui mi chiede di non soddisfarli, di restare con lui. Mi domanda inoltre perchè se stare con lui mi far star male sto ancora qui? Lui se avesse i dubbi che ho io nei suoi confronti sarebbe già andato via ma mi prega di non farlo.
    Il sospetto, la paura mi hanno di nuovo attanagliato la gola, mi tolgono il respiro, mi inducono di nuovo a controllare, cercare, indagare ma cosa troverei? il presente non mi fa paura è il passato che mi sembra oscuro:.
    vale la pena cercare o è meglio chiudere gli occhi un passato che forse non apprezzerei e vivere il presente ?
    Baci Nenè

    • Cloud09-08-2015

      Non chiudere gli occhi, per carità. E’ meglio sapere, è meglio conoscere, è meglio affrontare la realtà, non quello che ci vogliono far credere. Tutto tornerà a galla, se c’è qualcosa…anche se tu non lo sai ancora. Non cedere a questo ricatto morale, potrebbe essere una cosa che pagheresti a caro prezzo, in futuro. Con quali occhi lo guarderai? E ricorda che “vox populi vox dei”, in quello che dice la gente c’è sempre qualcosa di vero e, anche se così non fosse, consentimi di dire che non ti puoi permettere di stare con uno che tutti dicono vada a cercare donne a destra e a manca. Pensaci, per carità. A me dispiace dire queste cose, ma nel mio caso commenti del genere, in passato, mi hanno aiutato ad aprire gli occhi. Anche se altamente infastidito. Scusa se l’ho fatto. Non chiudete gli occhi, è un errore imperdonabile. Scusatemi ancora.

  34. Sara08-31-2015

    Forse hai ragione Nenè….dobbiamo accettare la loro versione dei fatti e guardare avanti. Cosa ci porterebbe scavare e scoprire altro? Lo so, è più forte di noi il voler sapere tutto. Anche io ho il forte dubbio di non avere saputo completamente le cose….ma cosa dobbiamo fare? Sarebbe bello avere una sfera di cristallo, oppure poter entrare nel loro cervello, o ancora avere un confronto con l’altra che magari può dire cose che ancora non sappiamo. Ma nulla di tutto questo è possibile. E allora dobbiamo imparare a guardare avanti e a credere in loro come sono oggi. Il loro lato “malato”, quello che tanto ci ha ferito, non c’è più. Forse se hanno tralasciato qualcosa nel raccontarci le cose è perchè vogliono vedere finire le nostre sofferenze, e non vogliono alimentarle. Cerchiamo di credere in loro, e piano piano tutto questo buio e questo dolore finirà. Io lo amo più di me stessa, e sono sicura che anche tu, Nenè, lo ami infinitamente tanto. Con l’amore si può ricominciare. Coraggio…lasciare tutto indietro e andare….partire per ricominciare! Vorrei ascoltarla insieme a te <3

  35. Nenè09-07-2015

    Ho avuto un incubo terribile questa notte. Ho sognato che lei lo aveva cercato di nuovo e avevano iniziato nuovamente a sentirsi. Mi sono svegliato col cuore in gola e ho iniziato a piangere, mi sento male! so che era solo un brutto sogno ma non riesco a farmi passare questa sensazione di malessere. Ho bisogno di lui, ho bisogno che mi stringa forte e mi rassicuri, ma è al lavoro e non potrà tornare ancora per qualche ora. Le lacrime mi scendono sul viso e non riesco a fermarle e il dolore alla bocca dello stomaco è forte. Perchè alcuni incubi sono più forti degli altri e non spariscono quando ti svegli? Perchè ti lasciano la sensazione che non siano solo sogni?
    E le lacrime scendono ancora., sono stanca di star male, sono stanca di pesare ogni parola che sento, di stare con le orecchie tese, non so che fare, sto ricadendo nel baratro.
    Nenè

  36. Sara09-07-2015

    Coraggio Nenè, fatti forza! Gli incubi sono terribili, purtroppo anche a me capita spesso. Proprio stanotte ho sognato il di lei profilo FB, dove trovavo una mappa con scritto “si trovava qui” , ed era esattamente l’aeroporto in cui lui atterrerà dopodomani, quando partirà per un lungo viaggio lontano da me. Sono solo brutti sogni, che invece di abbatterti devono servire a farti apprezzare ancora di più la realtà. Ho sempre pensato che è molto peggio fare dei bei sogni in periodi bui che avere incubi quando la realtà che stai vivendo ti regala un cuore pieno di amore….almeno quando apri gli occhi capisci che la realtà è più bella dei sogni, e non è poco. Aspetta che lui torni, cerca di rilassarti e di farti trovare serena. Regalati una passeggiata oppure un trattamento di bellezza. Cucina qualcosa di buono per voi due e fatti trovare curata e sorridente. Ti sentirai meglio. Io oggi sto bene, ma se penso che da dopodomani vivremo a 10.000 km di distanza, mi sento male davvero….ma ci penserò dopodomani! Un abbraccio immenso

  37. Nenè09-09-2015

    Ciao Cloud, mi dici di non chiudere gli occhi, di cercare, ma non so come fare. Come si fà ad indagare sul passato?
    In fondo anch’io credo al detto voce di popolo…. ma conosco le persone che parlano e più di quel che insinuano non direbbero. Anche perchè credo che temano la sua reazione. Le ho pensate tutte, anche a buttare un “amo” qunado ci sono i suoi amici, e registrare quello che magari dice, ma ho timore che se lo scoprisse sarebbe la fine tra di noi. Certo che se da questo mio gesto scoprissi che realmente mi ha tradita o qualcosa’altro non mi interesserebbe, ma se gettassi tutto al vento per qualcosa che non è Vero che è solo un mio sopsetto?
    Comunque non mi sono offesa, le parole di Sara mi sono di conforto e mi rasserenano, le tue mi fanno riflettere.
    Grazie anche a te.
    Nenè

  38. Cloud09-10-2015

    Cara Nenè, ho riflettuto un po’ prima di rispondere. Vorrei mantenere una certa delicatezza e non pretendere che la mia esperienza sia la stessa delle altre e la via di uscita sia la medesima per tutte noi. Ma magari il pensiero altrui e l’esperienza vissuta possono essere un micro-aiutino a fare un passo nella direzione giusta. Ho riletto quello che ti ha scritto Creamy. Rileggilo anche tu di nuovo (l’avrai fatto cento volte!). Lei dice che è pericoloso cercare rassicurazione proprio in lui. Anche io l’ho fatto, e ascoltavo persone che mi “spingevano” nella direzione che più mi era comoda in quel momento: la speranza che tutto si sarebbe appianato e saremmo felicemente tornati insieme. Questa cosa mi dava sicurezza, mi faceva respirare, mi dava speranza. Giravo a piedi per Roma, d’estate, da sola e, se a te dava serenità il sole, a me dava serenità il freddo, il cibo freddo, i musei freddi, i muri bianchi ghiacciati, le bevande freddissime. Ma, come dice Creamy, non sono queste cose..non è il sole, non è il freddo che danno serenità! Detestavo chi mi metteva violentemente davanti alla cruda realtà e mi liquidava dicendo di tagliare definitivamente. Ho apprezzato tanto, invece, chi con ragionevolezza mi ha invitato a pensare. A chi mi ha detto “ma sei proprio sicura che vuoi stare accanto a uno così” a chi mi ha detto “pensa bene … di uno così cosa te ne fai”. Una volta una persona mi ha chiesto “cosa ti farebbe stare meglio?” E in fondo in fondo alla mia testa, e anche al cuore, fortunatamente, una voce lontanissima e scacciata e poi sempre più vicina, fino a diventare un urlo, diceva: LASCIARLO.
    Avevo tanta paura. Il terrore di restare sola. Volevo che il mio mondo non svanisse, avevo una paura fottuta che cambiasse tutto e cercavo nelle sue parole, a volte strappate con la forza, con disperazione, la certezza, per me, che fosse tutto coerente e corrispondente alla realtà così come lui raccontava. Mi faceva stare meglio. Mi dava sicurezza. Avevo bisogno di punti fermi, di certezze. Questa situazione è durata mesi. Pochi, per fortuna. Non si può pretendere che la realtà, quella vera, corrisponda a quella, che poi è una speranza, che abbiamo in testa. Infatti non era così. Lui aveva una bella relazione da più di un anno con una di 10 anni di meno (anche se diceva che non era una vera storia) con la quale sta tutt’ora. Mi sono staccata da lui. Con il supporto della famiglia, degli amici e della mia voglia di vivere mi sono staccata con violenza e ho anche iniziato a frequentare persone nuove. Lui ha blandamente riiniziato a zampettarmi dietro, (l’altra non è mai scomparsa), più per gelosia infantile che per amore vero, ma io avevo ormai preso un’altra strada. L’amore per lui finito. Finito da quando mi ha confessato, nel 2013, di avere avuto la prima relazione nel 2006 e l’ultima del 2012-13. Morto, senza scampo. Ricordi belli? Scomparsi.
    Pensaci, a volte ci chiudiamo nella nostra bolla magica e tutto sembra perfettamente tornare. Ma fuori è tutto, o in parte, diverso. Anche di poco, ma è diverso. E che vita è vivere di illusione? Perchè di questo si tratta! Preferisco conoscere la realtà e affrontarla. Come? Facendola sputare al diretto interessato senza abbassarsi a chiedere in giro, quando mai. Già è troppa l’umiliazione subita. Tanto la gente non se la prende la responsabilità di sputtanare una cosa che ha solo sentito dire o visto di sfuggita. Chi? Io? Cosa? Non so niente! La verità deve saltar fuori dalla fonte, anche se non sarà mai tutta. E dove non salterà fuori, ci si deve fidare del proprio istinto.
    Per quanto mi riguarda, poi, io ho avuto tempi di reazione velocissimi. Ho uno spirito che non mi fa fermare mai. Sono uscita tanto, ho viaggiato sola, ho frequentato amici, palestre e associazioni. Questa cosa mi ha aiutato moltissimo. Il mio ex marito se ne è andato di casa due anni fa a ieri. Posso dirti che la rabbia c’è ancora, ed è potente anche se non l’ho mai più visto nè sentito. Siamo già separati, la pratica del divorzio breve è già in corso e io sto con un’altra persona. La vita è breve. Odio perdere tempo. C’è tanto lì fuori che ci aspetta e vale la pena vivere, respirare, godere! Quanto vale la pena attaccarsi alla vita vissuta fino adesso? Va bene, mi risponderai: l’amore per lui. Ok. Ma l’amore cos’è? Corresponsione delle esigenze reciproche. La domanda è, lui le soddisfa? E, se si, le soddisfa appieno? Guarda, cara. Val la pena rispondersi con sincerità a queste domande perchè dopo si sta bene. Ci si sente più forti. Io son stata “fortunata” perchè mi hanno aiutato in tanti e perchè ho conosciuto un altro, ma mi sono messa io nella condizione per stare meglio. La rabbia non passa e i sensi di inadeguatezza e colpa neppure, ma tant’è. L’angoscia è sparita, il senso di abbandono e solitudine non c’è più. Il senso di tradimento e la vergogna si sono dissolti. Sto bene. Ti auguro con tutto il cuore di uscire da questo circolo vizioso, con i tuoi tempi. Son certa che ce la farai. Un abbraccio fortissimo.

  39. Giugiu09-11-2015

    Ciao Nené e ciao a tutte voi, io non scrivo molto ma vi leggo sempre perché anche se penso che ogni storia é diversa dalle altre ritrovo in tutte le vostre storie quei sentimenti che ho provato e che provo ancora anche se in modo diverso.
    Cara Nené io non voglio e non posso dirti cosa fare (penso che ognuno di noi deve trovare la strada dentro al proprio cuore) ma spero che quello che penso e che sento adesso dopo ormai 4 anni possano in qualche modo aiutarti.
    I primi tempi assillavo mio marito con tante domande, facevo continuamente ricerche sulla zo..la, andavo di nascosto vicino a casa sua per vederla ( (ma a parte vederla in macchina non ho mai avuto un incontro ravvicinato con lei), piangevo e mi sentivo brutta e vecchia, non mi piacevo per questo e per come ero diventata (diffidente e piena di paure),volevo il mio matrimonio come era prima di lei, volevo essere come prima fiduciosa e sicura di me e nello stesso tempo mi odiavo per essere stata cosí cieca e fiduciosa nei suoi confronti. Insomma un bel casino! Poi non so dirti come e quando (non é stato in un giorno preciso) ho capito che non dovevo piú rimpiangere la mia vita prima del tradimento e provare ad accettare me e il mio matrimonio com’é adesso, con questa brutta parentesi, come la trama di un antico patchwork con una macchia che non va piú via ma ugualmente prezioso perché é stato cucito insieme a lui in tanti anni.
    Ho capito poi che parlare della zo..la, pensarci tanto sopratutto quando siamo a letto insieme equivale a mettere il suo fantasma tra di noi.
    Cosí non parlo piú di lei, dentro di me non le do la soddisfazione (anche se non lo sa) di litigare con mio marito per causa sua, lei tra di noi non esiste piú e io sono piú serena e sicura di me.
    Ho dimenticato e perdonato? No! Per me perdonare equivale a dimenticare e non si dimentica. Mai! Ho solo preso atto, accettato quello che é successo senza tornare ad essere la bimbam..ia che ero allora, cieca e fiduciosa del suo uomo.
    Continuo a controllare, continuo a stare all’erta ma con discrezione e senza pensare di stare sbagliando nel farlo. Magari molte di voi penseranno che non é bello non aver fiducia e controllare il proprio marito ma a me va bene cosí se posso essere serena dopo averlo fatto e sopratutto se pensate che la mia rabbia piú grande dopo averlo scoperto era di essere stata completamente cieca. Io non so se quello che ho detto sia giusto o sbagliato, se puó aiutare o no, ma é la mia vita bella o brutta che sia e sono felice di poter continuare a scriverla per gli anni che ci restano insieme a lui.
    Grazie per avermi letto e per il conforto che mi date con le vostre storie.

  40. Nenè09-14-2015

    Grazie a te come a tutte coloro che mi dedicano un pò del loro tempo e della lora esperienza.
    In questo momento lui è al lavoro e io ogni tanto mi dedico al mio, ma lavorando in casa ho troppo tempo per pensare e soprattutto nessuno con cui parlare. Ultimamente mi sento strana, il mio sesto senso è in allerta ed ho imparato che devo dargli retta. Non c’è un’altra da inseguire ora, ma credo che ci sia qualcos’altro nel passato.
    Mi sto chiedendo se è meglio lasciare il passato nel dimenticatoio, anche immaginando che ci sia qualcosa, e godere del presente e del futuro o cominciare di nuovo a cercare. La mia paura è che ce ne siamo state altre anche se magari per una sola sera ma se scoprissi che così è, cosa farei? sarei capace di accettare e andare avanti o me ne andrei?
    Ma per andare dove? E se non fossi in grado di andare dovrei vivere con un nuovo peso sul cuore, ma ce la farei?
    Sono stata sempre molto insicura ma ora mi è difficile decidere anche il gusto del gelato. L’unica certezza che avevo era di non voler vivere con la paura che lui mi tradisse almeno fino a quando non mi venisse il dubbio.
    Solo allora avrei permesso alla mia gelosia di farsi avanti.
    Ora non è più così, la gelosia si è impossessata di me e mi aggredisce forte alla gola e non mi fa respirare.
    Io non sò se voglio vivere così, non è vita ne per me , nè per lui. La testa mi scoppia! Quando lui non c’è prendo la decisione di andarmene ma quando lo rivedo.. sò di non poter e voler stare senza di lui. Lui mi dice che mi ama, che vuole stare solo con me ma per quanto riuscirà ad essermi fedele?
    Io pretendo che mi sia fedele.
    Grazie delle tue parole, grazie di aver aggiunto una nota positiva all’elenco( purtroppo ce ne sono poche di storie a lieto fine8m). Spero di chiarirmi le idee e di prendere una decisione definitiva.
    Un saluto Nenè

  41. Sara09-21-2015

    Cia Giugiu, Ciao Nenè,
    Mi ero collegata per scrivere sulla mia pagina ma preferisco farlo qui, perchè oggi sento di trovarvi qui, sulla pagina di Nenè. Sono sparita da un po’ perchè è cominciata la nostra prova più dura: lui all’estero per lavoro, oltreoceano, tornerà a casa giovedi per la prima volta ma solo per tre giorni, poi di nuovo via per 20 giorni e così sarà fino a fine anno. I primi dieci giorni sono stati terribilmente difficili: ero triste, sconsolata e piena di paure. Paure che riaffiorasse qualcosa del passato, come dici tu Nenè. Anche io oggi ho fiducia in lui, ma vorrei esser certa di sapere tutto su loro due. Poi ho letto le parole di Giugiu, che mi hanno aiutato tantissimo. Ho capito che anch’io voglio arrivare lì, lei ha impiegato anni ma magari è il tempo giusto: non si può avere fretta in certi processi. Da ieri sto meglio perchè giovedi si avvicina e l’idea di poterlo stringere a me mi dà i brividi, e anche lui ogni giorno al telefono o via whatsapp o via email mi dice la stessa cosa. Stanno scorrendo fiumi di parole d’amore…forse questa lontananza invece di farci danno in qualche modo ha un suo aspetto positivo. Speriamo di sopravvivere a questi tre lunghissimi mesi.
    Nenè, cerca di rasserenarti e godi tutti i momenti con lui, tu che puoi. Io pagherei per poterlo avere qui accanto a me.
    Un abbraccio, grazie con tutto il cuore
    Sara

  42. Nenè10-07-2015

    Ci risiamo, è accaduto di nuovo. Ero con un comune amico quando se ne uscito con la frase”tuo marito ha sempre avuto belle donne. é un uomo piacente lo guardano in tante. C..o ma lui che ne sà? a parte il fatto che quando lo abbiamo conosciuto già eravamo sposati da un pezzo, come potrebbe sapere come erano le sue donne anzi le sue ragazze, visto che stiamo insieme dai 16 anni. La testa è un turbinio di domande, mi gira come se stessi camminando su di un filo steso al di sopra di un burrone, lo stomaco diventa di sasso.Dopo un pò gli chiedo cosa significasse quella frase e lui mi risponde che ho capito male e che voleva intendere che quando vanno in giro molte donne lo guardano, ho frainteso. Ma io so quello che ho sentito non sono pazza. Il nostro amico continua a dirmi che se sapesse qualcosa non sarebbe così pazzo da dirmelo ma ne parlerebbe conmio marito e gliene direbbe quattro, ma non è la prima volta che insinua una cosa del genere. E comunque è un ipocrita sà tutto. Sto impazzendo, sto pensando di andarmene e glielo ho anche detto. Non penso che ci creda e io non sono sicura di farlo, ma il pensiero si fà insistente.
    Nenè

  43. Nenè10-09-2015

    Lui mi ha detto che mi ha tadita solo le volte che l’ho scoperto e che comunque ha cambiato regime, ha capito che mi ama e che non vuole che io soffra ancora. Mi ha chiesto se voglio un periodo di riflessione per capire quello che realmente voglio. Ma io non sò che fare. Sono sicura che ora non sta facendo niente di male, ma quanto ne ha fatto in passato? L’esigenza di sapere è insistente, continua. Ho la sensazione di profondare ancora nelle sabbie mobili, mi muovo e sprofondo.
    Eppure io non chiedo nulla! le notizie, le allusioni, mi arrivano quando meno me lo aspetto. Debbo dargli retta o sono solo le solite male lingue? Maledizione! stavo quasi per farcela, ne stavo quasi per uscire.
    Nenè

  44. Sara10-10-2015

    Ciao amica mia,
    Non crollare! Abbiamo detto tante e tante volte che il passato fa male, sappiamo che ha delle ombre ma forse quelle ombre ce le creiamo noi….e purtroppo non lo sapremo mai al 100%. Dobbiamo credere nel presente e nel futuro, credere ai sentimenti di oggi e agli occhi che sono davvero lo specchio dell’anima! Io se penso al passato mi rendo conto che lui evitava spesso di guardarmi negli occhi quando parlavamo, oggi non è più così e questo deve essere la mia forza, la nostra forza. E naturalmente la tua forza. Purtroppo quello che è stato non si può cancellare, ma dobbiamo cercare di carpire l’aspetto positivo di tutto questo. E’ servito a ritrovarsi, è servito a far capire a lui che ha sbagliato e che vuole te, e a te che non bisogna dare nulla per scontato e bisogna tenere sempre gli occhi aperti. Un amore va coltivato, e oggi lo state coltivando alla grande….non mollare, il vostro amore non lo merita. Ti abbraccio forte forte.

  45. Nene'01-09-2016

    Sono qui dopo mesi a riscrivere sulla mia pagina, nn ho mai smesso di leggere e di scrivere qua e là. Cercando le parole giuste, quelle che potessero dare conforto a chi ne aveva bisogno. Va tutto abbastanza bene, siamo uniti lui dice di amarmi ma ogni giorno, ogni male detto giorno ho pensato a lei, a cosa fa, a dove sarà, se ancora pensa a lui.. E sopratutto se lui ancora pensa a lei. Glielo ho chiesto e la sua risposta sincera è stata che ogni tanto ci pensa, nn tutti i giorni, ma ci pensa. Ci pensa come al suo primo giorno di scuola o al suo primo lavoro, o all’esame della patente. Ci pensa come tutti pensiamo a una parte della nostra vita bella o brutta che sia stata e nn potrò mai riuscire a cancellarla dalla sua mente, lei avrà sempre un posto speciale nella sua mente, spero nn nel suo cuore. Purtroppo lei nn è mai stata solo una storia di sesso, che per quanto bella e intrigante sarebbe finita lì. Lei è e sarà sempre lei. Devo imparare a convivere con questa certezza e sperare che un giorno mi dirà di averla dimenticata. Per ora so che vuole stare con me, me lo ha dimostrato in tanti modi, persino cercandomi disperatamente quando nn volevo rispondergli al telefono.
    Ho bisogno di sentire che sono l’unica, quella insostituibile, e nn perché abbiamo condiviso tanto ma perché senza di me nn sa vivere.
    Nenè

  46. Sara01-09-2016

    Ciao Nenè,
    Le tue parole naturalmente mi toccano il cuore, e oggi mi portano a una nuova riflessione: tu sei stata e sei molto più brava di me. La storia di mio marito era basata esclusivamente sul sesso, un sesso ossessivo e fine a se stesso che lo aveva tanto allontanato da me e lo aveva portato ad escludermi da quel mondo che allora considerava “malato”. Oggi lui continua a ripetermi e a dimostrarmi ogni giorno che lei non esiste più per lui dal giorno in cui ho scoperto tutto. Per te le cose sono diverse, ma devi apprezzare tanto la sincerità di tuo marito e la sua forte volontà di volere TE e TE SOLO: altrimenti le cose non sarebbe andate così, puoi giurarci. Tu sei stata bravissima a non mollare, ma anche lui è stato bravissimo a volere fortemente dimenticare una parte della sua vita che lo aveva coinvolto non poco. Forse nel vostro caso è ancora più forte il desiderio di recuperare il vostro amore: per noi è stato relativamente più facile (si fa per dire!), anche se io pure, come te, ogni giorno continuo a pensare a lei, a cosa fa, a dove sta (si è trasferita). E poi a loro due, ai loro incontri, ai loro whatsapp di cui lui mi ha parlato molto ma che non ho mai letto. A quanto lei era bella, sensuale, audace e intraprendente sessualmente. A come lo aveva “stregato” con le sue azioni, i suoi giocattolini erotici, le sue foto intime inviate e richieste. Tutto questo fa male….tanto male….ma oggi non c’è più. Oggi ci siamo noi. Cerca di pensare anche tu ad oggi: e anche se lui ti dice che lei ha avuto un ruolo in qualche modo importante in una fetta della sua vita, pensa sempre che quella fetta ora fa parte del passato, e lui ha scelto di restare con te. Anche tu hai scelto di restare con lui nonostante quello che ha fatto, per cui adesso stringete i vostri cuori in un abbraccio intenso e guardate avanti. La vita può essere straordinaria se ci credete davvero. Ti abbraccio forte! A presto
    Sara

  47. Nene'02-11-2016

    Questa notte ho dormito sul divano, era tanto che nn accadeva.
    Le insinuazioni continuano.
    Anche mia suocera. Nn me posso più!
    Sono stanca di essere additata da CORNUTA , si lo sono, ma sono stufa che mi venga sbattuto in faccia come se niente fosse. Vabbe che lei veniva cornificata ogni giorno , ma questo nn giustifica la sua insensibilità!
    Basta nn c’è la faccio più! Sono piena di rabbia, voglio spaccare il mondo.
    O almeno la sua faccia.
    Nenè TB59

  48. Sara02-11-2016

    Ciao Nenè,
    E’ tanto che non scrivevi e anche tanto che non scrivevo io. Mi spiace moltissimo saperti triste e avvilita ma sono anche un po’ sorpresa: come faceva tua suocera a sapere del tradimento di suo figlio? Noi non abbiamo parlato con nessuno, solo a distanza di mesi ne ho parlato con i miei due migliori amici in gran segreto, ma per il resto nessuno sa nulla. Le famiglie poi, per carità! Guai se ci avessero messo becco. Per cui immagino quanto possa essere difficile convivere con i commenti degli altri…ma ricorda che siete solo tu e lui: il resto non conta. Voi conoscete la situazione, voi sapete cosa è successo esattamente, voi e solo voi avete tirato fuori tutta la forza di volontà che avevate dentro per salvare la vostra storia. Gli altri posso dire una parolina, possono ferirti e giudicarti, ma non sanno nulla di voi due. Non dormire sul divano, peggiora solo le cose. Non allontanarti da lui, voi oggi siete una cosa sola. Arrabbiati se occorre, grida e piangi, tira fuori tutta la tua rabbia e non schiacciare dentro di te nessun tipo di stato d’animo. Però dopo esservi chiariti, fate la pace. Stai lottando per questo ormai da quasi due anni, non mollare. Ti abbraccio forte, amica mia.
    Sara

  49. nenè02-18-2016

    ciao Sara, beh devi sapere che il primo tradimento di mio marito è di dominio di tutta la famiglia(la dolce suocera reggeva il gioco), e essendo del sud credo per lei che sia un vanto avere il figlio cacciatore. Per questo credo che insinui il tradimento, anche lei negli anni è stata ripetutamente tradita e per lei la cosa è “normale”. Della nuova vicenda non sà nulla, perchè non ne abbiamo parlato con nessuno, soprattutto con lei che non si tiene una parola. Comunque la prossima volta le risponderò male. Per il resto ho scoperto che tutti o quasi i suoi amici sapevano. Mi vergogno, penso a tutti quelli che mi guardano e pensano che io sia proprio una scema. . Per il resto ci stiamo impegnando a vivere sereni e ci riusciamo abbastanza.
    Invece a te come vanno le cose?
    Attendo notizie, Ciao NEnè

  50. Sara03-02-2016

    Ciao Nenè, spero tanto che sia un periodo positivo.
    Io ultimamente sto avendo un po’ di ricadute….nulla di nuovo, solo che basta un niente per farmi ricadere in crisi. Continuo a farmi le stesse domande, continuo a pensare a quel dannato passato e non sempre riesco a godermi quello che ho adesso.
    Sarà così per sempre? Probabile,ce lo siamo dette più e più volte…..dobbiamo imparare a conviverci.
    Mi ha molto colpito il fatto che in un tuo momento di crisi tu sei andata a dormire sul divano….io non ci sono mai riuscita. Né ho mai chiesto a lui di farlo….forse sono una debole? Non so, ma spero tanto che la tua notte sul divano sia rimasta una sola…..
    Spero di avere presto tue notizie. Buone notizie, naturalmente!
    Ti abbraccio
    Sara

  51. nenè03-08-2016

    ciao Sara, si, è stata solo una notte e solo perchè non si è accorto che non ero a a letto (ha dormito poche ore e pesantemente), altrimenti sarebbe venuto a prendermi.
    Per il resto alti e bassissimi, non riesco a non domandarmi lei dov’è, se lui ci pensa e soprattutto se gli manca.
    L’altra sera è andato ad una cena per soli uomini e mi ha mandato un messaggio nel quale mi diceva che gli mancavo, che per lui sono una droga e che , anche se sapeva che sentendo queste parole avrei riso, ma era quello che lui provava.
    lo amo, ma non riesco a dimenticare.
    A volte vorrei avere una pozione per fargli confessare quello che non mi ha detto, ma chissà se riuscirei a sopportare la VERA verità.
    Credo che mi abbia propinato solo quella” politically correct ” ma come dici tu CE LA FAREMO, ma non sarà facile come speravamo.
    Ora scusa ma lui mi gira in torno e ancora non sa che scrivo su questo sito. è il mio piccolo segreto.
    Baci NEnè

  52. nenè07-04-2016

    Due anni, tra poco saranno due anni.
    Sembrava che il dolore non sarebbe mai passato e invece sta quasi per scomparire.
    C’è sempre qualche sospetto,, la fiducia non è recuperata del tutto ma va meglio.
    L’altro giorno mi ha detto che sono la sua metà, che lo completo, che se è quello che è anche grazie a me. Mi ha detto inoltre che VUOLE stare con me, che gli piace anche se rompo, gli piace stare con ME. Che nessuno lo obbliga, vuole solo me. E io non glielo avevo chiesto me lo ha detto da solo.
    due anni fa non avrei mai immaginato che saremmo restati insieme, che ce l’avremmo fatta, non sò quale sarà il futuro ma voglio dire a tutte/i che se ce la mettiamo tutta si può riuscire a farcela.
    non dimenticherò mai, non smetterò mai a chiedermi perchè nè a voler cercare spiegazioni lui lo sà lo legge nei miei occhi ma non gli chiedo più spesso di lei.
    non smetterò mai di sospettare ma l’ansia si sta attenuando.
    Baci Nenè

  53. nani07-07-2016

    Brava Nenè, sono convinta che ce la farai!!
    Hai superato la fase più difficile delle sabbie mobili! Non perdere mai la fiducia in te perchè sei forte e lo hai dimostrato stando al tuo posto , nel luogo dove il tuo cuore ti conduceva, nel luogo dove tu eri certa che un giorno sareste stati felici insieme!
    E lo hai fatto quando tutto intorno e, forse, anche dentro di te, ti consigliava di mollare.
    E’ importante che lui spontaneamente ti abbia dichiarato il suo desiderio di condividere la sua vita con te e che abbia riconosciuto la tua importanza nella sua vita. Questo è un passaggio chiave e necessario per un recupero equilibrato del vostro vivere insieme!
    Sai nella vita si può sbagliare e per qualcuno è necessario sbagliare per capire. Certo lo sbaglio può indurre ad una rottura e questo è il rischio o una possibilità, non siamo tutti uguali e ognuno reagisce a seconda della sua natura e della sua determinazione e priorità.
    Se la natura fosse rigida il mondo sarebbe finito da milioni di anni.
    L’evoluzione trasforma gli esseri viventi in esseri diversi e spesso migliori.
    Una mia cara amica un giorno mi disse: “forse io non avrei mai resistito come te , ma tu potevi fare solo quello che hai fatto, non avresti potuto fare diversamente”.
    Ho tante volte pensato a questa frase e in certi momenti la leggevo come se fosse una affermazione di debolezza e quindi mi sentivo una merdaccia ma in altri momenti, i più per la verità, ne intravvedevo il reale significato: io non potevo non essere lì, quello era il mio posto, lo volevo con tutta me stessa, sentivo che prima o poi saremmo riusciti a ritrovarci e quello era il mio scopo e quello era per me l’unico modo di affrontare il problema: non mollare!
    Oggi Nenè sono veramente felice di aver continuato a credere, di aver continuato a cercare i perchè e di essermi data delle risposte vere nel distinguere le colpe mie dalle sue. Nessuno è perfetto!!
    Oggi siamo un uomo e una donna consapevoli che la serenità di una coppia è una conquista giornaliera e ancora oggi, quotidianamente, ci cerchiamo, ci amiamo e ci aiutiamo a vivere col desiderio di farci del bene reciprocamente.
    C’è qualcosa che conta di più in una coppia?
    Siamo ancora due persone fascinose e giovani dentro, felici di prenderci per mano e sapere che siamo una “bella coppia”!!!
    Tutto l’orgoglio e la dignità che mi sembravano perduti e massacrati negli anni bui , riemergono autorevolmente ora, letti da un’angolatura differente, quando guardo la nostra famiglia e sono orgogliosa di me (per aver tenuto duro e per averci creduto) e di noi ( per aver conquistato insieme ogni centimetro di felicità)!
    Oggi non potrei essere più felice con un altro uomo!
    E quando ieri gliel’ho detto, lui ha pianto e mi ha abbracciato forte da soffocarmi.
    La nostra vita insieme non è certo stata facile e lineare, del resto le cose troppo facili non mi sono mai piaciute!!
    Il tempo è un grande medico, aiuta te a elaborare le amarezze ma anche lui a vedere chiaro nel suo cuore e nella sua mente!!
    Nenè ti auguro con tutto il cuore di poterti sentire così molto presto, penso proprio che ce la farai!!
    con affetto Nani

  54. nani07-11-2016

    Brava Nenè, sono convinta che ce la farai!!
    Hai superato la fase più difficile delle sabbie mobili! Non perdere mai la fiducia in te perchè sei forte e lo hai dimostrato stando al tuo posto , nel luogo dove il tuo cuore ti conduceva, nel luogo dove tu eri certa che un giorno sareste stati felici insieme!
    E lo hai fatto quando tutto intorno e, forse, anche dentro di te, ti consigliava di mollare.
    E’ importante che lui spontaneamente ti abbia dichiarato il suo desiderio di condividere la sua vita con te e che abbia riconosciuto la tua importanza nella sua vita. Questo è un passaggio chiave e necessario per un recupero equilibrato del vostro vivere insieme!
    Sai nella vita si può sbagliare e per qualcuno è necessario sbagliare per capire. Certo lo sbaglio può indurre ad una rottura e questo è il rischio o una possibilità, non siamo tutti uguali e ognuno reagisce a seconda della sua natura e della sua determinazione e priorità.
    Se la natura fosse rigida il mondo sarebbe finito da milioni di anni.
    L’evoluzione trasforma gli esseri viventi in esseri diversi e spesso migliori.
    Una mia cara amica un giorno mi disse: “forse io non avrei mai resistito come te , ma tu potevi fare solo quello che hai fatto, non avresti potuto fare diversamente”.
    Ho tante volte pensato a questa frase e in certi momenti la leggevo come se fosse una affermazione di debolezza e quindi mi sentivo una merdaccia ma in altri momenti, i più per la verità, ne intravvedevo il reale significato: io non potevo non essere lì, quello era il mio posto, lo volevo con tutta me stessa, sentivo che prima o poi saremmo riusciti a ritrovarci e quello era il mio scopo e quello era per me l’unico modo di affrontare il problema: non mollare!
    Oggi Nenè sono veramente felice di aver continuato a credere, di aver continuato a cercare i perchè e di essermi data delle risposte vere nel distinguere le colpe mie dalle sue. Nessuno è perfetto!!
    Oggi siamo un uomo e una donna consapevoli che la serenità di una coppia è una conquista giornaliera e ancora oggi, quotidianamente, ci cerchiamo, ci amiamo e ci aiutiamo a vivere col desiderio di farci del bene reciprocamente.
    C’è qualcosa che conta di più in una coppia?
    Siamo ancora due persone fascinose e giovani dentro, felici di prenderci per mano e sapere che siamo una “bella coppia”!!!
    Tutto l’orgoglio e la dignità che mi sembravano perduti e massacrati negli anni bui , riemergono autorevolmente ora, letti da un’angolatura differente, quando guardo la nostra famiglia e sono orgogliosa di me (per aver tenuto duro e per averci creduto) e di noi ( per aver conquistato insieme ogni centimetro di felicità)!
    Oggi non potrei essere più felice con un altro uomo!
    E quando ieri gliel’ho detto, lui ha pianto e mi ha abbracciato forte da soffocarmi.
    La nostra vita insieme non è certo stata facile e lineare, del resto le cose troppo facili non mi sono mai piaciute!!
    Il tempo è un grande medico, aiuta te a elaborare le amarezze ma anche lui a vedere chiaro nel suo cuore e nella sua mente!!
    Nenè ti auguro con tutto il cuore di poterti sentire così molto presto, penso proprio che ce la farai!!
    con affetto Nani

  55. Stella07-11-2016

    La tua storia, la tua forza e il tuo coraggio Nenè mi confortano almeno un pochino.. mi danno speranza..
    Ho 29 anni, sposata da 4 con una bimba di 2… quasi 3 mesi fa ho scoperto che mio marito mi ha tradita, una notte con una ragazza che già conosceva, solo baci dice lui.. ma il colpo più grande l’ho avuto appena ho capito che lui ne era innamorato.. che lui non voleva lasciarla per “paura di farla soffrire”..
    Ed io me ne resto con i miei sogni, fatti di famiglia e del desiderio di un secondo figlio..
    Continuo a leggervi.. sento che non è facile andare avanti.. credergli.. non domandare.. non rinvangare .. stargli accanto.. ma piu’ di ogni cosa mi viene difficile fare finta che vada tutto bene, quando siamo con gli amici o con le nostre famiglie.. per non parlare del lavoro.. le battute in termini di ‘tradimenti’ si sprecano..
    Vorrei solo svegliarmi una mattina e scoprire che è stato un brutto sogno..
    Continuo a leggervi.. cercando risposte ed esempi da cui imparare .. per imparare a convivere con questo dolore..
    grazie per questo sito.
    Stellla

  56. sara07-12-2016

    Anch’io sento di avercela fatta. Leggo le vostre parole e mi sembra di averle scritte di mio pugno. Ogni tanto tornano i ricordi, la ricerca delle risposte, il dolore. Ma è sempre più raro: la voglia di stare insieme, l’amore immenso che ci unisce ha preso il sopravvento. La mia amica più cara, l’unica che sa tutto di questa storia (oltre voi naturalmente) mi ha detto una cosa saggia che mi torna sempre in mente: “Tu cerchi le risposte, tu vuoi sapere perchè è successo e soprattutto perchè non è finita fino a quando non hai scoperto tutto. Lui vorrebbe tanto darti queste risposte, ma oggi lui è un’altra persona, ed è il primo a chiedersi come il lui del passato ha potuto farti tanto male”. E’ vero, e per questo ho capito che quelle risposte non arriveranno mai. Però oggi ho avuto tanto altro, ho avuto LUI, ho avuto NOI e il nostro amore. E non desidero altro. Proprio come voi, Nenè e Nani, amiche care che non dimenticherò mai.
    Un abbraccio immenso
    Sara

  57. Stella07-12-2016

    Spero tanto di arrivare anche io all’equilibrio che avete raggiunto voi.. volevo tanto donare un fratello/sorella a mia figlia .. ma ora non ne sono più così sicura..

  58. Stella07-12-2016

    Quello che ti ha detto la tua amica Sara.. è quello che spesso mi dice ora mio marito.. “che non si sarebbe mai aspettato un comportamento simile da se stesso, che vorrebbe darmi delle risposte se servissero a farmi stare meglio, ma non le ha.. mai avrebbe voluto farmi così male” .. così dice.. poi sinceramente, non ho ancora ri-acquisito la vera fiducia..

    • sara07-12-2016

      Ciao Stella, sono contenta che le mie parole ti abbiano dato un po’ di conforto. Devi crederci, dovete restare uniti e pian piano i ricordi si allontaneranno. Lo dicevano anche a me, io non ci credevo (sono stata in analisi), ma invece è così. Se può esserti utile, leggi anche la mia storia:
      http://www.donnetradite.it/per-piu-di-due-anni-credo-che-mio-marito-sia-impotente-e-invece-sara/
      Scrivi ancora, aggiornaci e guarda avanti: sei così giovane, vedrai che un giorno arriverà anche il sogno di un secondo bambino
      Un abbraccio immenso
      Sara

  59. nenè07-13-2016

    Uno squillo verso le 23, sul display appare NUMERO SCONOSCIUTO.
    Lui risponde, sbianca gli dice che hanno sbagliato numero.
    Un’altro squillo appare un numero di telefono, Lui risponde ma forse nessuno parla.
    Di nuovo nuovo squllo dal numero sconosciuto, rispondo io ma nulla.
    Rifaccio il numero e gli passo il telefono ma nulla.
    Mi agito, faccio finta di niente, mi viene accanto e mi bacia, mi abbraccia: capisco.
    Andiamo a dormire, ma chi dorme… mi sveglio mille volte in preda ai sospetti.
    sono le 5,30 e Lui non è accanto a me, lo sento innaffiare in giardino, provo a dormire un altro pò.
    Sono le 6,45 mi alzo, prendiamo il caffè insieme sta per uscire, mi guarda e mi dice: Era lei.
    Non so perchè mi ha chiamato erano due anni che non lla sentivo. Mi ha detto come non ti ricordi di me?
    non capisco cosa voglia ho riattaccato in preda all’ansia non volevo che ti agitassi, non volevo che passassi un’altra notte in bianco. Non ti preoccupare se richiama ti avverto, affronteremo la cosa. Stai tranquilla”
    Due anni, sono passati quasi due anni, pensavo di aver trovato la serenità e ora…si ricomincia.
    L’ho capito da quello squillo, l’ho letto nei suoi occhi, lei è riapparsa come un fantasma o forse non è mai sparita.
    Ho il suo numero, quello nuovo, prenderò tempo per leggermi dentro e decidere cosa fare.
    Pensavo fossi alla fine della strada ma c’è una rotatoria che mi sta portando indetro, spero di avere la forza per affrontare il nuovo cammino. Spero di non doverlo affrontare da sola.
    Nenè

  60. Nene'07-14-2016

    L’ansia , il sospetto , il turbinio nella testa, il rifare cose che nn ti saresti mai aspettata di fare. Ho controllato il cellulare ma nn il suo , quello di un amico che lo aveva dimenticato a casa nostra e c’era quel nome ,solo il nome nn so se sia lei , sospetto di tutto e di tutti. Mi scoppia di nuovo la testa. Ho fatto quel numero ma da un pronto nn riesco.a capire se sia lei. Lui mi assicura che il suo amico nn può avere il numero che nn può essere lei. Che nn mi farebbe mai più soffrire che si è pentito di aver avuto quella storia solo per la sofferenza che mi ha inflitto Mi ci vorrà tempo prima di star di nuovo bene. Maledetta con qualche squillo ha sbriciolato tutte le mie certezze.
    Nenè

  61. Stella07-15-2016

    Mi dispiace moltissimo Nenè.
    Spero tanto che la situazione rientri il più in fretta possibile, che tuo marito ti stia davvero sostenendo come ti ha detto con “affronteremo la cosa”.
    Parlate, parlate e ascoltatevi. Credo che sia importante dirgli come ti senti..
    Facci sapere. Noi siamo qui.
    Stella

  62. Nene'07-23-2016

    Mai cantare vittoria. Mi sentivo finalmente fuori da questa storia e invece eccomi qui nel baratro, di nuovo.
    Di nuovo mi senti morire, di nuovo voglio piangere e starmene a letto senza fare nulla.
    Ho inserito iquel numero su internet ed ho scoperto che è suo, ho anche la sua mail, sta cercando una babysitter Ha un figlio? Potrebbe essere di mio marito e lui nn ne sa nulla:? difficile ma nn impossibile. Potrebbe essere per il suo datore di lavoro i per qualche sua amica, parente….
    Mi senti morire e sicuramente per nulla. Ma lo ha chiamato, dopo due anni lo ha chiamato. Perché ? Cosa vuole ora?
    Nn so che fare forse la cercherò Ancora nn ho deciso.
    Mai cantare vittoria.
    Nenè

  63. sara07-28-2016

    Ciao Nenè, leggere le tue parole è stato veramente brutto. Non posso pensare che tu sia di nuovo nel baratro, assalita dai dubbi e piena di incertezze. Non posso pensare che tu abbia persino il sospetto che lei possa avere un figlio di tuo marito. Anche io per un periodo ho avuto questo terrore, per fortuna rientrato con la razionalità quando ho appreso che non ha figli.
    L’unica cosa che ti dico è parla con lui, parlatene insieme cento, mille, diecimila volte. Spazza via ogni dubbio almeno sul presente.
    Io sono ancora logorata dai dubbi, ma da dubbi del passato. Elimina almeno quelli di oggi, se vuoi venirne fuori.
    Un abbraccio immenso
    Sara

  64. Anonimo07-28-2016

    Il mio consiglio è quello di non farti governare da dubbi, magari infondati. Quello che ti fa stare male mi sembra di capire che siano i tuoi dubbi, cose, magari invenzioni, del tuo cervello che non è assolutamente detto che trovino un riscontro nella vita reale.
    Devi raccontargli dei tuoi dubbi e cerca almeno qualche volta di convincerti che molto probabilmente solo sono frutto della tua fantasia.
    Vivendo lo stesso tipo di trauma ti posso assicurare che in una situazione del genere è molto facile avere pensieri irrazionali; quando riesci guardarli “da fuori” ti rendi conto che sono tali.
    A volte io riesco a porre freno all’irrazionalità ponendomi questa domanda: “Se non ci fosse stato quello che c’è stato avrei comunque di questi dubbi?” Vedrai che la risposta è sicuramente no.

  65. nenè08-11-2016

    No, non avrei gli stessi dubbi. Io ho sempre pensato che non bisogna mettersi il cappello prima che esca la tigna!
    Quindi, pur sapendo che mio marito entrando in tante case per lavoro e avendo la possibilità di fare incontri, ho preferito fidarmi di lui. Quanto ho sbagliato!!!!!!!!!
    oggi sono irrequieta, e quando sto così preferisco rifugiarmi in queste pagine e sfogarmi con voi.
    La vita che mi aspetta sarà sempre fatta di alti e bassi. Un giorno sarò serena il giorno dopo avrò paura di quello che può accadere.
    Non credo che ritroverò più l’equilibrio totalmente. Ho parlato con lui dei miei dubbi, e lui ci ha riso sù. Impossibile che lei abbia avuto un figlio da lui, ma lui non ha usato precauzioni. Spero lo abbia fatto lei!
    Quello che mi fà pensare che non sia possibile è il fatto lei ora stia cercando una baby sitter a tempo pieno( si sarà sposata o conviverà), altrimenti dove troverebbe i soldi? prima faceva la badante.
    Odio sentirmi così.
    Nenè

  66. Anonimo08-14-2016

    Già sopporti il peso di quella che è stata la realtà, non accollarti anche il peso dei dubbi. Anche qui parlo per esperienza: noi traditi dobbiamo già convivere con la tristissima situazione che ci hanno cacciato addosso, se ci mettiamo anche a logorarci ulteriormente l’esistenza con i “se” allora è proprio finita! So perfettamente che in questa situazione è molto facile avere fortissimi dubbi su ogni cosa, però dobbiamo sforzarci di rimanere razionali, altrimenti ci facciamo del male anche noi stessi.

  67. Francesca09-10-2016

    Cara Nenè….. non oso nemmeno immaginare quello che hai passato in questi anni…. ti abbraccio anche se non ti conosco, riesco a percepire la tua sofferenza e le tue angosce leggendo i tuoi resoconti. Come molti qui ti hanno detto, punterei il dito su tuo marito, che si è dimostrato debole e meschino dall’inizio alla fine…. Il tradimento e la delusione sono realtà umane, difficilmente non se ne viene toccati, ma reiterare il comportamento per mesi e mesi, inventandosi sempre nuovi espedienti, e continuando a negare, ha qualcosa di ripugnante. Non me ne volere se uso termini poco carini nei confronti dell’uomo che hai accanto da una vita, ma da quello che hai descritto, veramente non ti ha meritato. Direi che non meriti nessuna compagna, nessuna giustificazione e nessun conforto. Sto vivendo anche io una situazione difficile, ed il dubbio si è instillato fortemente in me, creando ansie, ferite e sospetti quotidiani. ma nonostante il mio amore per questo uomo mi sono data un tempo per comprendere sia lui che me, il perché delle nostre azioni , il vero senso della nostra relazione. Non annullarti mai, non aver paura di scrollarti di dosso una persona od un rapporto che ti procura dolore. Che uomo è, l’uomo che ferisce la propria donna ? Soprattutto che continua a interpretare sempre lo stesso copione….e non prende mai una decisione, fottendosene del dolore che provoca in chi gli sta vicino. Puo cercare di comprendere, puoi perdonare, puoi rimboccarti le maniche per ricostruire… ma ad un certo punto, forse bisogna scrivere semplicemente la parola fine….. Ti auguro di uscire al più presto da questa situazione, più forte di prima. ti abbraccio Francesca

  68. Nene'12-31-2016

    L’ennesimo schiaffo in faccia, nn ha a che fare con lei ma col tradimento precedente. Vi ho detto che era coinvolto il fratello e che dopo anni di dolore e liti mi aveva giurato che nn avrebbe parlato con lui. Lo aveva giurato dopo che me ne stavo andando quando gli avevo detto di scegliere tra me e lui. Aveva detto che questa volta avrebbe scelto me, si lo so che detto così sembro io la stronza ma voi nn sapete fino a che punto quello sia coinvolto. Il solo vederlo mi fa star male quanto se lo dovessi vedere accanto a lei. Lo odio quanto odio lei, anche lui mi ha ferita anche perché lui mi conosceva bene, mi fidavo di lui. Ma mio marito è uno stronzo mi ha mentito ancora , per l’ennesima volta mi ha dimostrato che la sua parola nn vale nulla. Che vale più quel pezzente di suo fratello di me, tanto io con un sorriso striscio ai suoi piedi meglio ferire me che lui. Mi ha umiliata, avreste dovuto vedere come godeva quello stronzo. Lo odio e come al solito odio me stessa per nn aver saputo reagire.
    Nene’

    • Angela09-27-2017

      Ciao
      Solo una cosa brevissima….
      Ma tuo marito non poteva cambiare numero di cellulare e sarebbe così scomparso per sempre….e la carissima “amica” non l’avrebbe più potuto importunare

  69. claudia09-27-2017

    Ma come fai a sopportare tutto questo…Mi spiace ragazze, ma non c’è amore che tenga. Via da lui, via da tutto. Ti assicuro, si sta meglio. Vanno bene i tentativi di ricorstruzione del rapporto, la nuova fiducia accordata. Ma se poi questa cosa non regge, se diventa troppo pesante e la vita diventa una serie di dubbi insopportabili…mi dite che senso ha? Anche se lui non ha fatto niente di nuovo, mettiamo, e anche se sono solo paranoie nostre. Mi spiegate che razza di modo di vivere è? Probabilmente non siete in grado di reggere il “cambiamento”, che male c’è??? Tagliate i ponti, cancellate la sua faccia! Coraggio! Ce ne vuole per uscirne, ma si sta meglio. Leggetevi la mia storia, se avete voglia. Procreazione medicalmente assistita, due aborti in un anno, la scoperta delle corna, i tentativi di ricomposizione…ma dai! Ormai sono passati più di 3 anni, non l’ho mai più visto nè sentito aldilà dell’udienza per il divorzio, e la mia vita è totalmente diversa e, soprattutto, senza dubbi, remore, umiliazioni e schifezze di ogni genere legate a lui. MAI PIU’!

  70. Nenè10-02-2017

    Sai perchè non ha cambiato numero? perchè con il telefono ci lavora, cambiare numero è impossibile tutti i nostri clienti lo hanno e non è possibile comunicargli un nuovo numero: ce ne sono alcuni che ci chiamano dopo anni.
    Ma lei è scomparsa, non fa più parte della nostra vita, sarà ripartita per il suo paese o forse gira ancora per e strade di Roma, ma non ne abbiamo più notizie.
    Non so se lui ogni tanto pensa a lei, se la rimpiange ma non credo(o almeno voglio sperare che sia così).
    La nostra vita è ricominciata, so che lui non vuole più sbagliare, questo non vuol dire che non ci siano liti e che tutto sia una favola, anzi, è vita vera: alti e bassi , liti e riconciliazioni.
    ho lottato per questo e non voglio perderlo, voglio invecchiare con lui accanto perchè è il mio compagno, il mio amico .
    Nenè

    • Angela10-03-2017

      Grazie per avermi risposto
      E scusa se sono stata troppo diretta….
      Comunque cambiare numero a me non è servito….ha pensato bene il mio carissimo lui di ricontattare lui stesso due delle donne con le quel si sentiva…il tutto dopo avermi ringraziato per avergli fatto cambiare numerio per avergli dato la possibilità di diventare ” un uomo nuovo…pulito”….così diceva….ma la tentazione è stata più forte di lui….questo a confermare che niente può fermare chi ha questa tendenza….anche dopo avermi giurato tra lacrime e singhiozzi che non avrebbe più sbagliato….
      Sono contenta sentirti dire che stai lottando per lui evidentemente ti dà modo e ragione x farlo…..mio marito purtroppo non è più mio amico…ma continuiamo a vivere nella stessa casa per amore di due splendidi figli che non meritano tutto quello schifo.
      Un abbraccio

  71. Nenè10-12-2017

    l mondo è piccolo, molto piccolo.
    Roma è un agrande città milioni di abitanti eppure ci si incontra.
    Ieri eravamo in macchina lontano da casa, lontano dal posto dei loro incontri, lontano da tutto.
    Una macchina va piano, ostacola il traffico.. parliamo tra noi e la superiamo.
    Dopo qualche ora mi dice: hai visto ti è passata accanto e non l’hai ricoosciuta. (sono sempre stata convinta che l’avrei riconosciuta dalla foto).
    Era lei a due passi da me e io non l’ho vista, ma nell’anima c’è trambusto. Mi sento triste avrei voluto vederla, guardare in faccia quella persona che gli ha rapito il cuore; avrei voluto vedere la sua bellezza, avrei voluto… Era due passi da me!!!!
    quante cose vorrei chiederle. Sul mio viso ora c’è tristezza, non ho volgia di sorridere. Ho voglia di vederla, non so come reagirei.
    Perchè non me lo ha detto prima?
    Nella mia testa di nuovo un turbinio di pensieri.
    Si supera ma non si dimentica, la tristezza torna di nuovo, pensavo fosse uscita per sempre dall’angolo e che non sarebbe più tornata.
    E invece no.
    Si ricomincia, ma passerà. Ce la farò! Di nuovo.
    Nenè

  72. Angela10-13-2017

    Leggendo le tue parole percepisco tutto il senso di impotenza che caratterizza questi momenti…quel senso di inadeguatezza e quella sensazione di strana ansia che prende allo stomaco…..non so se può rincuorarti, ma io l’ho fatto….l ho incontrata ho voluto guardare in faccia il demone che mi torturava volevo dare un volto a quel mostro da sconfiggere……non è servito a niente….anzi..
    Mi sono appostata come un ladRo in attesa che qualcuno aprisse il portone ho salito le scale e guardato tutti i campanelli cercando il suo cognome. ..con il cuore che martellata nel petto l ho trovato…..ho impiegato 30 secondi per suonare mi è venuto ad aprire il figlio….circa 9 anni….volevo morire volevo scappare, ma poi è arrivata lei….non ho avuto il coraggio di dirle niente …non volevo parlarle…volevo solo guardarla in faccia….ho detto il cognome della famiglia al piano di sotto che avevo letto poco prima….ho detto che avevo sbagliato piano…..sentivo le voci dei figli di là davanti alla TV. ….ho salutato e sono andata via….in macchina ho pianto…..ti posso giurare che non è servito a niente….il demone ora ha un volto….ma sempre demone rimane….
    Forse il tuo destino ha deciso così…forse è meglio così. ……accoglilo non tormentarti non devi cercare risposte da lei….è lui che deve dartele con pazienza ed amore….e dimostrazioni di amore e rispetto…solo così ce la farete
    Un abbraccio

  73. Stella10-16-2017

    Ciao Nenè,
    ti capisco benissimo.
    Si passa dal voler conoscere ogni granello di verità, al non volerne piu’ sapere nulla per andare oltre.
    Dal voler conoscere l’altra, al voler trovare qualcosa che ci dia l’alibi (diciamo pure a ragione) di avere piu’ risposte dalla nostra metà.. peccato che si entri in un giro senza fine.

    Credo bisogni soltanto decidere di o fidarsi o abbandonare la causa.. se ci fidiamo cercare di innamorarci giorno per giorno reciprocamente in modo nuovo. Non sarà facile, ma credo possibile.
    In bocca al lupo. Io sono nella fase che non so piu’ se credergli o no.
    ciao Stella

  74. sara10-26-2017

    Io l’altra la avevo conosciuta benissimo. Altro che guardarla in faccia….erano colleghi all’epoca. Abbiamo cenato fuori insieme, siamo andati al mare insieme, ho una sua foto con le mie bambine! Ha cenato a casa nostra, e una notte ha persino dormito da noi con la scusa che al mattino dopo avevano l’aereo da prendere all’alba ed erano con una sola auto. Che stupida, direte voi. Ero stupida, è vero. Ma ero convinta che lui fosse impotente, perchè i problemi di sesso che avevamo erano immensi e per me irrisolvibili se non con un intervento medico….non avevo capito nulla. Ricordo quella notte: avevano la sveglia alle 3,30, io aspettai che uscissero per sbirciare dalla finestra il loro tragitto fino alla macchina. Si, dentro di me un remoto sospetto c’era….e invece ho impegato altri due anni per capire. Che stupida. Ma basta parlare di questo, sto troppo male.
    Adesso lei ha cambiato città, non ne sappiamo più niente. L’ultima cosa che ho di lei è una email in cui mi insulta e mi offende….eppure io giuro sulle mie figlie che non le avevo scritto nulla di offensivo. Si è solo offesa perchè la avevo definita “amante” di mio marito. Ha detto che non era un’amante, solo un’amica. E io aggiungo: un’amica che ordinava giochini porno su internet e che era sempre pronta al sesso più sfrenato. Sono passati tre anni dalla mia scoperta e da questi contatti via email che ne sono seguiti.. Ora non ne so più nulla. Ora mio marito ha scoperto di amarmi e me lo ripete ogni giorno. Ora siamo felici, in due e con le nostre figlie. Devo solo imparare a convivere con questi quesiti che rimarranno irrisolti per sempre: perchè lo ha fatto? Perchè non ha troncato fino a quando non ho scoperto tutto? Una moglie può superare una sbandata di una volta, di un mese…..di un anno…..ma due anni e mezzo sono vermaente tanti da digerire. Grazie per lo sfogo, amiche mie.

  75. Nenè10-27-2017

    Ciao Sara, amica mia, mi sei mancata. Mi sono mancate le tue parole e i tuoi incoraggiamenti.
    Vedi come è incredibile la vita? pochi giorni prima scrivo che è sparita dalla nostra vita e pochi giorni dopo è lì davanti a noi.
    Ho incominciato a digerire la cosa, ma la mia testa ha cominciato a girare.
    basta poco per tornare nel baratro, per ricadere nel tunnel.
    Il tuo mostro ha un volto, una voce, il mio solo un nome trovato inserendo il suo numero su google. Un profilo facebook bloccato, dove ogni tanto spunta una foto, provo e riprovo a guardare, ma non riesco ad entrare a sbirciare nella sua vita. Lo sò, faccio solo del male a me stessa ma quando ho dei dubbi non resisto, forse li ci sono tante risposte ma io non posso vederle.
    vorrei vedere che fa nella sua vita, se ha un’uomo, se ha dimenticato il mio.
    Ti prego torna a scrivere su queste pagine, un bacio NEnè

  76. Nenè03-29-2018

    L’ennesima bomba nella mia vita,
    ma stavolta non dipende da lui, stavolta lui non ne ha colpa, anzi: è spettatore impotente come me.
    Stavolta è il mio corpo ad essermi nemico, a riservarmi brutte sorprese. Un nodulo, piccolo. Una ecografia, un responso: carcinoma maligno!
    Ci siamo, inizia la danza. Ci sarà una operazione, terapie, ancora non mi hanno comfermato quali, ma le affronteremo insieme.
    Mi sono chiesta, e se lo avessi lasciato? ora sarei ad affrontare tutto questo da sola e probabilmente avrei più paura, ma lui mi è accanto.
    Mi consola, mi fa incaz…re, mi fa ridere, C’E’. Questo mi basta.
    Nenè

  77. sara05-16-2018

    Ciao Nenè,
    Oggi mi sono chiesta come stavi, non so perchè…ti pensavo, ecco tutto. Vengo sul sito e leggo questa tua nota di Marzo, mi viene la pelle d’oca….non può essere! So benissimo che la tua forza e la forza del vostro amore vinceranno anche questa prova, ne sono certa, ma quando un po’ di pace???
    Dammi tue notizie presto, ti prego.
    Un abbraccoi immenso
    Sara

  78. Nenè05-23-2018

    Ciao Sara, è bello risentirti.
    Sto bene mi hanno operata e ho iniziato la chemio la scorsa settimana, lui mi accompagna e mi sostiene. Quando mi deprimo mi fà ridere, quando penso a quando cadranno i miei capelli, mi prende in giro dicendo che faccio di tutto per somigliargli.
    Ce la faremo, di nuovo, insieme.
    Ti bacio e dammi tue notizie.
    Nenè

Leave a Reply

*