Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Tradita nel corpo e nell’anima-Laura

Ciao,
sto con Federico da quasi 14 mesi. All’inizio, come sempre la cose andavano bene. Poi con l’arrivo dell’estate e soprattutto in autunno ho cominciato a stare fuori per lavoro 3/4 volte a settimana. Treni, aerei, tutto di corsa, ma erano sempre trasferte diurne la sera quindi tornavo a casa. Non convivevamo. Io ero stanca ridotta ad uno straccio. Però cercavo comunque di serre presente, anche perchè lui ha una malattia cronica, che a volte lo porta anche stare molto male, non potersi alzare dal letto per i dolori. Io gli sono sempre stata accanto, moralmente ma anche fattivamente, aiutandolo con medici e terapie. Per farla breve, a fine gennaio, una sera non mi risponde al cellulare per decine di volte. Preoccupata vado sotto casa sua, nessuna risposta. Il portiere mi dice di averlo visto uscire alle 19.30. Mi metto nel portone e aspetto. Arriva un taxi: scendono lui e la ex… Vi lascio immaginare il colpo al cuore. Saliamo in casa per chiarire, tutto in inglese perchè lei è olandese e vive in Olanda. Per farla breve erano due mesi che era tornata all\’attacco e lui aveva ceduto a messaggi e chiamate, perchè si sentiva trascurato da me. L\’aveva fatta venire a Roma per chiarire. Io li ho beccati. Abbbiamo parlato fino alle 3 del mattino, poi lui mi ha cacciata e lei è rimasta. Ho immaginato che avrebbero scopato. E così è stato, me lo ha confessato 4 giorni dopo al mio incalzare. Ha chiesto perdono in tutti i modi. Ha raccontato la cosa alla madre (che mi adora) in mia presenza dicendo che era pentito. Ha fatto la stessa cosa con mia madre. Ha fatto outing. Ha detto di amarmi, che ha fatto questo perchè si sentiva solo e trascurato. Ne avevamo parlato si, che il rapporto aveva un pò perso brio, ma non credevo fino a questo punto. Per la paura di rimanere sola sono rimasta con lui, ma lo odio, lo disprezzo, gli ho rinfacciato quello che ha fatto centinaia di volte. E, soprattutto, non mi fido più di lui. Non riesco a lasciarlo per la paura di rimanere sola, ho quasi 40 anni. Oltretutto da due mesi si è scoperto che mio padre ha un cancro incurabile, gli rimangono pochi mesi di vita. Federico è un surrogato di amore, di relazione, ma adesso se tronco è la fine, psicologicamente sono molto provata. Mi sto guardando intorno, non me ne vergogno. Ma sono talmente svuotata, che mi è anche difficile socializzare, farmi carina per uscire. Sono una bella donna, e mi ha tradito con una che vi giuro definire brutta e inchiavabile è un eufemismo. Ma molti maschi lo fanno… Vi ho scritto per chiedere un consiglio, un confronto. So da sola che avrei dovuto lasciarlo a gennaio e sto trascinando la situazione. Ma il terrore della solitudine mi divora. Anche perchè in giro è pieno di psicopatici anaffettivi.
Aspettando un vostro gentile riscontro, vi saluto e vi ringrazio.
Laura
  1. Sergio06-16-2018

    se uno si sente solo vuol dire che l’altro lo da per scontato. rinfacciare non fa che avvicinare il distacco futuro, non si può conservare un rapporto su queste basi, c’è poco da fare, quando uno da l’altro per scontato prima o poi se ne va, e visto che è pieno di donne scontente in giro, sarebbe bene pensarci prima

Leave a Reply

*