Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Un esame di coscienza-Valentina

10 anni insieme.. 7 di fidanzamento e 3 di matrimonio.. un bimbo cercato e nato nel 2006.
A dicembre 2007 cominciano a venirmi dei dubbi.. comincio a vedere segnali strani. Non ho mai controllato telefoni o pc, non è nel mio stile, non vorrei fosse fatto a me e non l’ho mai fatto nemmeno con lui. Ma comincio a notare che il telefono se lo porta persino in bagno (mentre prima restava sparso per casa), comincia a fare tardi al lavoro (chissà come mai ci sono sempre riunioni che iniziano tardi), quando cerco di sedurlo si mostra reticente (anche se poi come tutti gli uomini non resiste) .. finchè stanca di essere presa in giro lo prendo in disparte e gli dico “senti, non mi prendere per il culo.. c’è un’altra e lo so, almeno sii sincero”. In realtà io non avevo nessun tipo di certezza, solo una sensazione, ma in quel modo non ha potuto far altro che ammettere.
Dopo l’ammissione mi ha colpito un pensiero, come un fulmine… avevo capito chi era la zoccola… eh già, frequentava casa mia.
Mi è crollato tutto addosso, l’ho sbattuto per reazione fuori di casa, non sapevo più cosa fare.
Il giorno dopo, a mente più fredda, ci siamo sentiti, ci siamo rivisti e gli ho parlato in modo molto calmo. Gli ho detto che con un bambino di nemmeno due anni, io avrei voluto salvare il mio matrimonio.
Gli ho chiesto di pensarci e di decidere una volta per tutta se stare con me oppure no.. ma se avesse deciso di tornare, avrebbe dovuto dire addio definitivamente alla zoccola e impegnarsi con me per ricostruire la nostra coppia.
Mi ha tenuta nel limbo per quasi due mesi (due mesi di inferno) per poi scegliere lei.

Non avrei mai creduto di toccare il fondo in quel modo, è stato un incubo.. doverci avere a che fare per il bene dei nostro bambino, doverlo vedere spesso e sentire spesso.. fare in modo che il mio bambino non ne dovesse risentire..
E\’ stata dura, tanto..
Dopo parecchi mesi mi sono decisa a farmi aiutare, mi sono resa conto di non potercela fare da sola, ho trovato una bravissima psicologa (non la ringrazierò mai abbastanza) da cui sono andata una volta alla settimana per un anno.. con lei ho anche fatto un bell’esame di coscienza.
Perchè la croce è fatta da due bastoni.. lui avrà avuto in mano quello più lungo, ma il mio bastoncino l’avevo anche io.

Mi sono resa conto che la nostra famiglia non andava bene già da prima, entrambi eravamo molto nervosi, difficilmente parlavamo di ciò che ci preoccupava, scattavamo per nulla e ogni pretesto era buono per discutere di cavolate. Probabilmente se avessi incontrato un uomo che in quel periodo mi avesse fatto due complimenti, sarei stata io a tradire.. perchè avevo bisogno di affetto, di comprensione, di essere apprezzata e dall’altra parte il mio ex marito aveva bisogno delle stesse cose.

Ho imparato in quell’anno tantissime cose su me stessa, tanti miei limiti ma soprattutto tanti miei pregi.. ho imparato ad apprezzarmi e ho trovato dei nuovi amici con cui ho imparato ad aprirmi e ad apprezzare le piccole cose. Sono cambiata tantissimo..

Il mio bambino adesso è sereno, non ha mai risentito della nostra separazione e per lui oggi è la normalità avere due case . Io e il mio ex marito adesso abbiamo un buon rapporto.. non posso dire che siamo amici, ma cerchiamo di darci una mano a vicenda per crescere il nostro bambino al meglio delle nostre possibilità.

Cosa ci riserverà il futuro? chi lo sa..  però io sono caduta e mi sono rialzata .. e sono orgogliosa di me stessa!

  1. Azzurra12-03-2014

    Bravissima Valentina!!!!!
    In parte ho fatto il tuo stesso percorso!
    Insieme da 10 anni e 2 di matrimonio…purtroppo (o per fortuna!) senza figli!
    La ns crisi è nata dal problema “figli”…un storia un po complessa che non sto a raccontare nuovamente…
    Cmq anche io sono stata da una bravissima psicologa…che mi ha aiutato tantissimo!
    In quei mesi di terapia ho puntato su di me…e ce l’ho fatta!!!!!!
    Anche io ho scoperto cosa di me che non riuscivo a vedere/capire.
    Ora sono una donna cmpletamente diversa…e affronto la vita a testa alta!
    Quello che vorrei dire a utte: non abbiate paura di farvi aiutare…se sentite la necessità di andare da uno psicologo FATELOOOOOOO!!!!!!

    Un abbraccio grande!

Leave a Reply

*