Un sito dedicato a tutte le donne che sono state tradite...
... e a quelle che non sanno ancora di esserlo...

Archivio

Universi diversi-Manuela

..se esiste 1 interruttore x smettere di amare una persona nonostante la sofferenza enorme che mi ha procurato…ancora purtroppo non l’ho trovato….
la mia una storia come tante…uomo donna universi così diversi?
mi sono sposata x amore….é stato l’unico uomo della mia vita…. dopo quattro mesi di matrimonio sono rimasta incinta ed eravamo felici… ma dopo sei mesi dalla notizia lui non ha più voluto avere rapporti con me..prima perché aveva timore di far male alla bambina..poi perché ha perso il lavoro ed era nervoso….ho fatto di tutto..l’ho curato…sostenuto…amato..ma diventava sempre più cattivo e distante….poi trova un lavoro molto diverso dal suo…più degradante come diceva lui e cambia ancora.. inizio ad insospettirmi….trovo un’ altra scheda… ha l’amante….mi picchia perché ho interferito nella sua privacy…. soffro ma lo perdono.
passano gli anni credo abbia la depressione dorme sempre non vuole far nulla cambia lavoro ma non é felice penso a lui prima che a me vado dal dottore x aiutarlo ma lui si rifiuta…. arriva natale e scopro che ha una storia con una sposata più grande di lui di nove anni e con 1 figlio… quel natale mia figlia mangia un pacchetto di patatine io sono a pezzi e in un paese che non é il mio…chiedo la separazione… andiamo in tribunale…lui piange…mi chiede di sistemare davvero….io x fargli capire il male che provavo rinuncio a tutto….casa piena di brutti ricordi… soldi il minimo …basta che chiudo tutto…ci separiamo!
… mi prega di riprovare in ginocchio cedo….mi dimostra di andare a farsi curare inizia una terapia farmacologica…x la depressione importante… non abbiamo ancora rapporti ma penso sia colpa delle medicine e invece due mesi fa mi chiama l’ennesima amante..stanno insieme da un anno…con lei funziona… mi chiede di andar via dalla Lombardia e di sparire con la bambina perché altrimenti lui non si decide ad andar con lei…per la cronaca l’ennesima collega compagna di un altro suo collega con due figli… mi manda una serie di prove e mi dice di quelle cose dove mi si gela il sangue..penso di morire di infarto… lui nega tutto davanti all’evidenza….sono distrutta… da sola con una bimba di nove anni cerco casa e faccio il trasloco… non mi aiuta in niente…neanche a portare uno scatolone….la mia vita…i miei sogni… tutto distrutto…. mi dicono che mi sono liberata di uno schifo di uomo… ma perché sto così male?

  1. ariella07-16-2014

    ciao Manuela,
    non credo tu abbia fatto bene a rinunciare a traslocare ed ad accettare una separazione non tutelante per tua figlia: però hai dimostrato cuore e fegato. Ne hai dimostrato più di quelle che come me sono ancora qui : ora il passo successivo, il tuo affrancamento da un uomo che , quale ne sia la ragione, non ti rende felice da troppi anni. Cura le ferite e dai a te stessa ed a tua figlia la gioia di una madre veramente serena, senza più il giogo di un uomo preda delle sue crisi e depressioni che cura offendendo le persone che lo amano , rifiutandole, te sessualmente, tua figlia togliendole il diritto e la gioia di un padre da ammirare e di una madre , se non felice , serena. Coraggio Manuela , quest’uomo andava lasciato quando ti ha picchiata perchè avevi scoperto il suo segreto, forse è malato certo , quindi allontana tua figlia e te stessa da lui , accetta di stare male perchè alla fine la separazione è un lutto, sta morendo una parte di te , quella in cui forse avevi riposto speranze, quella che ti ha ferito , quella che ha una figlia in comune con te. Sei giovane quindi non precluderti la ricerca della felicità che fino ad ora non mi pare tu abbia trovato con tuo marito.
    Domanda finale : ma queste signore che difendono anche di fronte a mogli devastate il loro “diritto all’amore ” con i mariti altrui intimando traslochi fuori regione ……. Ma porco cane , la smettiamo di giustificarle ? Gli uomini sono degli inetti trogloditi ma le donne …. Chi passa sulle vite altrui non merita e non avrà mai nè il mio rispetto nè una giustificazione, iniziano storie con uomini dei quali conoscono lo stato civile , perchè scusate non posso giudicarle?

  2. manuela07-16-2014

    ..ciao Ariella!
    condivido totalmente il tuo pensiero su quelle sottospecie di donne che si permettono di calpestare sentimenti e dignità altrui…ma sai non capisco come il mio deficiente ne riesca a trovare così tante…credo che sia proprio vero che l’unica donna che può dormire sonni tranquilli nel sapere dove sia il marito…è la VEDOVA!!!
    Che dire? sto male…tanto male…sono più che distrutta…direi completamente demolita!!
    Domani porto nella mia nuova casa le ultime cose…ho fatto il trasloco completamente da sola con la bambina..portando x tre piani senza ascensore non so quanti scatoloni..pensavo di sentirmi male…e il pensiero di vedere lui seduto sul divano tranquillo che mi vedeva uscire da casa sua tutta sudata mi mette nelle condizioni di pensare che io abbia sposato proprio una merda di uomo!!
    Dopo aver visto case in tutta la città sono stata fortunata ne ho trovata una più bella di quella che gli lascio..della sua reggia dove probabilmente porterà la sua prossima regina…
    Dal primo di settembre andrò ad abitarci …sabato parto x le vacanze vado dai miei al mare…e anche qui non ti dico che litigate…non voleva che la portassi via x due mesi ma si è rifiutato di tenerla lui x i 15 giorni che gli spettano perché non saprebbe dove portala…che razza di papà ameba!!
    Ora sono riuscita a fargli firmare una carta che attesta che mi dà il permesso prima che gli venga in mente di denunciarmi x sottrazione di minore…
    E a te come va? cosa vuol dire che sei ancora lì..ma sei separata?
    Che tristezza sapere che siamo così tante…riuscirò mai a fidarmi di 1 altro uomo?
    Ho 37 anni..una bellissima bambina di 9..una casa che mette allegria…devo riuscire a superare il lutto..il dolore e riaprirmi alla vita…
    pensa torno al mio paese al mare e mi vergogno..che dirò quando mi chiederanno dov è il mio amato?
    mi sento già sprofondare adesso…
    Vuoi sapere il suo ultimo complimento? io sono una povera terrona di 1 metro e 73 venuta al nord…lei la troia come la chiamo io…una tedesca di 1 metro e 81…vedi il valore dove sta?
    ho il vomito…veramente il vomito..
    grazie x le tue parole..
    un abbraccio
    manu

    • ariella07-16-2014

      Ciao Manuela,
      per prima cosa brava ad aver fatto firmare a quella sottospecie di marito un foglio che ti metta al riparo dalle sue crisi depressive! cosa vuol dire che sono qui dopo un anno ? che sono ancora sposata , con un uomo del quale forse non mi fiderò mai più col quale condivido tre figli ed una bella vita fino all’anno scorso. Certe volte vorrei aver avuto il tuo coraggio ma….. ero troppo devastata: non mangiavo, non dormivo e bevevo . Avevo perso mia madre in maniera drammatica e lui ha pensato bene di assestarmi questo “colpetto”. Mi sto riprendendo piano piano, sto lavorando su di me per trovare la dignità che forse mi è mancata l’anno scorso, quella che tu hai dimostrato e della quale devi essere fiera. Non vergognarti MAI , fuggire da un imbecille era tuo preciso dovere nei confronti di tua figlia, non dovrà mai pensare sia normale accettare i soprusi che tu hai accettato, deve ammirare la madre che ha saputo riprendersi la propria vita. Non vergognarti Mai di fronte agli altri che magari vivono le stesse situazioni dentro le mura di casa senza la forza di fuggire : se tua madre avrà il coraggio di ascoltarti sarà orgogliosa del tuo coraggio nel restare prima con un devastato e di lasciarlo poi senza guardarti troppo indietro. Lasciamogli la tedesca di 1 metro ed 81 ……. direi che se la merita, come tu ti meriti una nuova casa e sicuramente col tempo,una persona che , curate le ferite, saprai scegliere con occhio più critico! 37 anni sono un’età bellissima per una donna (io sono un tantinello più vecchia).
      Goditi la tua nuova casa, goditi la liberazione da un uomo che ha solo succhiato la tua energia, rispondi a chi ti chiede dov’è tuo marito, sorridendo, che la tua nuova splendida famiglia siete tu e tua figlia. un abbraccio Ariella

      • manuela07-17-2014

        ..le tue parole hanno su di me..un effetto placebo…grazie!
        Ho letto alle due questa mattina ( ormai non dormo più…) la tua storia qui sul sito e mi è venuta la pelle d’oca…mi spiace..mi spiace davvero tanto per la tua mamma e x quello che l’essere che hai vicino ti ha fatto passare…curare gli altri è una missione….far del male a chi ti ha regalato un pezzo di vita è disumano!!
        Sai tu parli di coraggio..non so se davvero sia quello che mi sta portando a guardare avanti…forse è solo disperazione…voglia matta di non avere più un fazzoletto tra le mani…sentire il suono di una risata dentro di me…
        Io insegno matematica..sono scientifica x natura…non riesco a non cercare risposte x quello che accade a me e intorno a me…non credo molto nel destino…ragion x cui mi sembra di impazzire…dove cavolo ho sbagliato?
        Sai x la gravidanza ho messo su parecchi chili ma ho rischiato anche grosso…avevo la pressione a 400 e me l’hanno fatta nascere d’urgenza inducendomi al parto…sai cosa mi ha detto dopo?
        NON SEI PIU’ ATTRAENTE…
        ho rischiato la vita x dare alla luce sua figlia e mi vieni a dire questo?
        il suo non amore ha influito sul mio fisico…non sono più riuscita a tornare come prima…non dimagrisco dal nervoso credo…o forse è proprio lui la mia zavorra e liberandomene tornerò la Manuela di prima…
        ..ma sai la tedesca non è magra x niente..e a dirla tutta sembra una badante russa…senza offesa alle badanti…
        perché allora dirmi cose che mi feriscono? ho pensato molto negli ultimi tempi…mi son chiesta…e se mi fosse venuto un tumore e mi avrebbero dovuto asportare un seno? o un incidente dove avrei potuto perdere un arto? allora cosa avrebbe fatto?
        Attrazione? e l’amore? quel sentimento che ti fa vedere l’altro bello e insostituibile? …deduco che non mi abbia mai amata…e che tristezza avergli regalato tutti questi anni…
        Sai quando sette anni fa pensavo fosse depresso e non accettava aiuto da nessuno avevo cercato dei siti e su uno di questo ho conosciuto un ragazzo molto gentile che faceva da moderatore e mi ha dato sempre ottimi consigli…siamo rimasti in contatto x tutti questi anni …sa tutto della mia storia una specie di alter ego…mi ha ascoltata piangere e al tel ha sentito negli anni crescere mia figlia…mi ha sempre spronato a non mollare…a non buttarmi via…ad essere importante x me stessa…
        settimana scorsa mi ha chiesto di vederci…dopo sette anni di chiacchierate sui miei problemi…e sai una cosa? ho vomitato…non ne sono rimasta contenta…ho vomitato nel vero senso della parola…io come te sono stata solo con mio marito…non riesco ad immaginarmi con 1 altro neanche davanti ad un caffè…ma come sono messa?
        x ora non sono pronta…chissà se lo sarò mai…se riuscirò a vedere il bene e l’amore vero…so solo che non voglio più riprovare quello che sto provando adesso…
        Cara Ariella…hai un nome o un nik bellissimo…devi essere una donna speciale…il tuo percorso ti porterà ad essere anche libera e forte x scegliere davvero cosa fare del tuo matrimonio…
        Io a questo punto credo di non averlo mai avuto un matrimonio…sono stata la sua colf…e tra due giorni chiuderò il mio rapporto di lavoro senza neanche un grazie…una pacca sulle spalle…da lunedì ci sarà già la mia sostituta…
        Non posso augurargli di essere felice ma è sempre il papà della mia bambina…gli auguro però un quarto della mia sofferenza e trovarsi solo…
        Mia mamma e mio papà mi aspettano a braccia aperte…mia mamma è una tigre…voleva venire qui a riempirlo di botte…è più arrabbiata lei di me…mio papà invece è più riflessivo mi ha invitata a sorridere pwerchè finalmente potrò vivere…
        Speriamo di riuscirci…e sai cosa risponderò a chi mi chiederà di mio marito?
        è morto…e con lui..una parte di me…
        un abbraccio
        manu

        • ariella07-17-2014

          Ciao Manu.
          sono felice di sentirti già più serena . non è morta una parte di te importante, hai ucciso la colf e l’infermiera di questo falso invalido che è tuo marito, meglio così credimi, ti avrebbe succhiato energie senza vergogna .
          Non ho idea di cosa spinga gli uomini a cercare nuove realtà al di fuori della famiglia, forse non lo scoprirò mai , spesso cercano persone più giovani e meno impegnative , forse sperano di trovare un modo di non invecchiare ,forse ….
          Non avere fretta di ricominciare, troverai la serenità ed allora sarai pronta ad aprirti a nuove storie :voglio fermamente credere che gli uomini non siano tutti uguali ! oggi come oggi sei ancora intossicata dal rapporto con tuo marito, lasciati il tempo di guarire e soprattutto di imparare ad essere felice da sola , un uomo non può (e a questo punto non deve più) essere il centro del nostro mondo , direi che in questo abbiamo già dato.
          Preparati soprattutto ai ritorni , questi tornano sempre , il fascino del nuovo dura poco e…… lì ti servirà tutta la forza .
          Adoro i tuoi genitori e non credo che i chili in più siano il vero problema in un rapporto , probabilmente quei chili sono il sintomo del tuo disagio, come per me erano sintomo del mio dolore, ma se un uomo mi offende forse qualche problemino lo ha anche lui ……
          Ribadisco , grida al mondo la tua libertà , la tua forza che ti ha permesso di conquistare una nuova indipendenza , matematicamente tuo marito merita un’insufficienza grave come uomo, marito e padre…. lasciamo la nuova badante e tanti auguri !
          Goditi le vacanze con tua figlia , un abbraccio Ariella

Leave a Reply

*